Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Crepuscle

Un amor perillós

Per

Editor: EDICIONES ALFAGUARA, S.A. - GRUPO SANTILLANA

3.9
(22405)

Language:Català | Number of Pàgines: 624 | Format: Softcover and Stapled | En altres llengües: (altres llengües) English , Spanish , French , German , Italian , Portuguese , Chi simplified , Russian , Chi traditional , Polish , Greek , Dutch , Swedish , Finnish , Norwegian , Slovak , Danish , Hungarian , Czech , Indonesian

Isbn-10: 842047360X | Isbn-13: 9788420473604 | Data publicació: 

Translator: Laura Gelada i Fuster

Category: Romance , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like Crepuscle ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Registra't gratis
Descripció del llibre
Hi havia tres coses de les quals estava completament segura. Primera, que l’Edward era un vampir. Segona, que hi havia una part d’ell que anhelava beure la meva sang. I tercera, que estava incondicionalment i perdudament enamorada d’ell.
Sorting by
  • 4

    Mah forse è la vecchiaia, ma mi sono rilassata tantissimo a leggere Twilight, molto carino e scorrevole, assolutamente mai pesante.
    Se hai passato i 40 ;) parti a leggerlo senza troppe aspettative ma ...continua

    Mah forse è la vecchiaia, ma mi sono rilassata tantissimo a leggere Twilight, molto carino e scorrevole, assolutamente mai pesante.
    Se hai passato i 40 ;) parti a leggerlo senza troppe aspettative ma ti ritrovi immediatamente come una ragazzina :) immedesimata in Bella con i sui primi batticuore. E' il racconto di una storia d'amore, fabiesca, in una versione molto originale, molto dolce...ogni tanto ci vuole un po' di leggerezza! li leggero' tutti senza dubbio!

    dit a 

  • 0

    Me l’hanno lasciato in deposito e mi sono detta diamoci un’occhiata a questo fenomeno mediatico adolescenziale…..

    Stile: comincio da qualcosa che, nel contesto, sembra irriverente. Non c’è uno stile, ...continua

    Me l’hanno lasciato in deposito e mi sono detta diamoci un’occhiata a questo fenomeno mediatico adolescenziale…..

    Stile: comincio da qualcosa che, nel contesto, sembra irriverente. Non c’è uno stile, è scritto e basta.
    Nonostante ciò molte ragazzine hanno preferito il film.
    Anche se la scrittura è elementare, vederlo senza doversi impegnare a immaginare da soli è meglio. Aggiungo che, devo ammetterlo, vedere Robert Pattinson è più gratificante che immaginare un Edward descritto per sommi capi.

    Storia: ho parlato di adolescenziale, ma siamo più nel pre adolescenziale (i 13/14 anni direi).
    Una ragazzina di 17 anni, Bella, va a stare con il padre (genitori divorziati, ma non velenosi). Qualche amicizia a scuola, ma soprattutto l’incontro con Lui (la Bestia).
    I Lui di questo tipo esistono solo dentro i romanzi rosa o nei softporno come le cinquanta sfumature, ma per adolescenti un po’ più grandine.
    Il Lui in questione si avvicina e si allontana perché ha la coda di paglia: è un vampiro. Mica i cupi vampiri in frac, redingote o mantello che dormono dentro bare nei sotterranei. Un vampiro glamour con una bellissima casa, bellissime automobili, bellissimi parenti.
    In un tira e molla, si mettono insieme, tutti lo sanno e si rodono. Ovviamente il fatto che tutta la famiglia Cullen sia composta di vampiri è un segreto.
    Ci sono un po’ di complicazioni, tanto per reggere la trama e i seguiti.

    Sesso: c’è l’attrazione, ma lui più di tanto non può fare altrimenti lei si rompe. Non siate maliziosi: si rompe proprio, visto che Lui è fortissimo. Lei si trattiene pur di non farlo allontanare. Insomma i meccanismi dell’attesa, del pericolo e del sacrificio: ci sono tutti e, come sempre, funzionano.

    Femmine: sono il pubblico predestinato.
    Lui è alto, snello, giovane, ricco, fascinoso, compone musica, è gentile e premuroso. E poi, last but not least, è bello e impossibile.
    Non so se la mela in copertina (il frutto proibito) rappresenti lei o lui.
    Bella non sa ballare, non ama fare sport, non ama passare il tempo a fare shopping, non ama dedicarsi a gossip, ama stare da sola, ama leggere, cucina, fa la lavatrice, è pure brava a scuola, è un po’ intrupponcella.
    Per cui non so bene come tante ragazzine possano riconoscersi in lei. Misteri del transfert.

    Maschi: non credo che siano destinatari. Per il film so di certo che le critiche a Pattinson sono soprattutto maschili: i critici (maschi) ce l’hanno a morte con gli attori giovani, belli (e provvisti di bei capelli). Questo ragazzino si è sicuramente fatto conoscere con i film della saga (a parte il Cedric Diggory de Il calice di fuoco, dove anche lì faceva la sua porca figura), ma sarà la sua croce finché smetterà di essere giovane e bello.

    Tempi di lettura: dipende dall’età. Un paio d’ore, poco più o giorni di riletture.

    Innocuo e credo anche divertente.
    Certo che se le lettrici cresceranno non smettendo di sognare dei Lui così e di fantasticare di romanticismo (nel significato che gli viene dato oggi, tra cuoricini e rose rosse) da grandi finiranno per leggere tutta la serie di mister Grey (magari vergognandosene pubblicamente) o tutti i romanzi rosa esistenti.

    Ho dato il mio contributo alla narrativa giovanile di massa e consegnerò il libro all’amica di mia nipote. Senza commenti, al massimo dirò la parola magica “carino” (aggettivo più usato del ketchup in un McDonald’s): non sono una zia molto asfissiante.

    19.05.2015

    dit a 

  • 3

    Ce l'ho fatta

    Alla fine l'ho finito! ma e' stata dura. Ho letto il libro dopo aver visto i film per approfondire i temi che nel film mi erano parso molto accennati, ma il libro aggiunge veramente poco. i Poche le d ...continua

    Alla fine l'ho finito! ma e' stata dura. Ho letto il libro dopo aver visto i film per approfondire i temi che nel film mi erano parso molto accennati, ma il libro aggiunge veramente poco. i Poche le descrizioni, le analisi, gli approfondimenti, molte pagine dedicate a "il suo corpo bello come un dio greco... ecc. ecc." La figura di Bella decisamente migliore nel film, anche il padre. Per il resto un libro mediocre. La cosa peggiore e' pensare che e' piauciuto molto alle donne: e' questo l'uomo che vogliono? Bello, dolce ma duro e deciso? Edward costringe fisicamente Bella a fare delle cose, la sovrasta fisicamente, la carica in macchina e la porta via da casa e lei riesce a convincerlo solo con la calma e la dolcezza. Lui e' impulsivo, lei ragiona, lui la difende ma come pare a lui, non chiede il suo parere ma agisce, e lei deve calmarlo... ma dai! che pena!!!

    dit a 

  • 1

    Non è un libro

    Ho avuto la "fortuna" di leggere questo libro appena uscito, quando se ne parlava bene, e quindi non sono stata influenzata dalle critiche negative che sono arrivate successivamente.
    Che dire? Non è u ...continua

    Ho avuto la "fortuna" di leggere questo libro appena uscito, quando se ne parlava bene, e quindi non sono stata influenzata dalle critiche negative che sono arrivate successivamente.
    Che dire? Non è un libro.
    Ho letto tutta la "saga" per capire dove diavolo andasse a parare e dire che è una schifezza è un eufemismo.
    Probabilmente farei leggere il testo ad un bambino di prima elementare. Risulta saturo di "lei disse", "lui rispose", "lei sospirò", ma che dialoghi sono questi? E le emozioni? Le descrizioni che danno profondità? L'ho letto anche in inglese e non cambia niente!
    La trama è insipida, la protagonista è in preda a bollori adolescenziali, giusto all'alba dei 20 anni, e non sa chi scegliere fra due manzi. Per rendere il tutto più interessante, l'autrice ha pensato bene di introdurre l'elemento soprannaturale che, ahimè, non cambia la sostanza: la poverina non è in grado di sopravvivere se qualche gnocco non le sta appiccicato come una cozza. E non si può controbattere a questa affermazione, ricordiamoci le "pagine di diario" completamente bianche in New Moon (sì, l'ho letto davvero), praticamente smette di vivere perchè il suo ragazzo l'ha lasciata. A 20 anni. Quando si cambia manico con la facilità con cui ci si cambia le mutande.
    Potrei continuare a lungo, ma mi fermo qui. Questo testo non lascia alcun messaggio, alcuna emozione, niente di niente.
    Poi ci stupiamo del fatto che le adolescenti di oggi sembrino delle cerebrolese. Finchè sta roba viene spacciata per libri veri...

    dit a 

  • 1

    Ho letto questo libro per pura curiosità e già dopo poche pagine ero intenzionata a smettete. Da quando mai i vampiri alla luce brillano? Ho trovato noiose,e anche un po' patetiche, le pagine di rifle ...continua

    Ho letto questo libro per pura curiosità e già dopo poche pagine ero intenzionata a smettete. Da quando mai i vampiri alla luce brillano? Ho trovato noiose,e anche un po' patetiche, le pagine di riflessioni di bella, dove dice che non sa se amare il vampiro o il lupo. Devo ammettere che forse mi sono lasciata condizionare un po anche dal film ma secondo me questo libro non ha per niente del fantasy. Non lo consiglio.

    dit a 

  • 5

    Storie d'amore che non ricordi

    Anni di Kirsten Stewart e Robert Pattinson ti fanno dimenticare che questi libri sanno essere davvero belli. Ripreso in mano in cerca di un po' di conforto, di amore e lieti fini, con a fronte le 294 ...continua

    Anni di Kirsten Stewart e Robert Pattinson ti fanno dimenticare che questi libri sanno essere davvero belli. Ripreso in mano in cerca di un po' di conforto, di amore e lieti fini, con a fronte le 294 straordinarie pagine di Midnight Sun, la versione dal punto di vista di Edward che Stephenie Meyer non ha mai ultimato.
    Capitolo dopo capitolo, il confronto fra i due punti di vista è meraviglioso e geniale. Il secondo, incompiuto romanzo ha uno stile completamente diverso, non solo più maturo e consapevole ma proprio differente in ciò che trasmette: un pov degno di Martin.
    Ho riscoperto dettagli della storia che gli sguardi vacui della Stewart ed il sorriso sghembo di Pattinson avevano cancellato - un buon motivo, già solo questo se la loro incapacità recitativa e i penosi effetti speciali non bastassero, per sradicare dalla storia cinematografica l'adattamento di questi romanzi.
    Ovviamente ora parte la rilettura integrale delle versioni inglesi, che a distanza di anni posso apprezzare in maniera compiuta.
    E continuo, sempre e comunque, a commuovermi e ritrovarmi nella vera, cartacea Bella, la sedicenne che siamo state tutte.

    dit a 

  • 3

    Leggere il primo non è male. Io l'ho letto tutto in una notte dato che è molto scorrevole. I libri di per sé non sono malaccio, il problema che si è creato è quello del MITO ADOLESCENZIALE che ne è na ...continua

    Leggere il primo non è male. Io l'ho letto tutto in una notte dato che è molto scorrevole. I libri di per sé non sono malaccio, il problema che si è creato è quello del MITO ADOLESCENZIALE che ne è nato e che è sfociato nel ridicolo. Peccato perchè avrebbe avuto anche del potenziale.

    dit a 

Sorting by