Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Crime and Punishment

By

Publisher: Penguin Books Ltd

4.5
(5550)

Language:English | Number of Pages: 448 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi traditional , Spanish , Italian

Isbn-10: 0140621806 | Isbn-13: 9780140621808 | Publish date:  | Edition New

Also available as: Hardcover , Mass Market Paperback , Library Binding , Audio Cassette , Audio CD , School & Library Binding , Others , eBook

Category: Crime , Fiction & Literature , Philosophy

Do you like Crime and Punishment ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Raskolnikov, a destitute and desperate former student, wanders through the slums of St Petersburg and commits a random murder without remorse or regret. He imagines himself to be a great man, a Napoleon: acting for a higher purpose beyond conventional moral law. But as he embarks on a dangerous game of cat and mouse with a suspicious police investigator, Raskolnikov is pursued by the growing voice of his conscience and finds the noose of his own guilt tightening around his neck. Only Sonya, a downtrodden prostitute, can offer the chance of redemption.
Sorting by
  • 5

    Montagne russe

    Se si ha pazienza, oppure si è spalleggiati da un gruppo di lettura, o se si è dotati di mentalità speculativa si legge proficuamente.
    Se mancano tutte e tre qs condizioni è meglio passare ad altro in attesa di momento più propizio, che tanto prima o poi viene il tempo di Dostoevskji. Se ce n'è ...continue

    Se si ha pazienza, oppure si è spalleggiati da un gruppo di lettura, o se si è dotati di mentalità speculativa si legge proficuamente. Se mancano tutte e tre qs condizioni è meglio passare ad altro in attesa di momento più propizio, che tanto prima o poi viene il tempo di Dostoevskji. Se ce n'è almeno una, tentare subito è doveroso.

    E' avvincente e profondo, lascia il segno, precipita nell'abisso e fa intravedere ("un certo tipo di") la possibile risalita.

    said on 

  • 5

    "E' necessario accettare il dolore e riscattarsi con esso"

    Non è tanto la ricostruzione di un delitto(che in realtà occupa poche pagine) ma il percorso di un'angoscia e di una condizione psicologica devastante. Il tormento è dato da continue questioni assillanti che il protagonista si pone in merito a come debba essere condotta una vita degna. Ma questo ...continue

    Non è tanto la ricostruzione di un delitto(che in realtà occupa poche pagine) ma il percorso di un'angoscia e di una condizione psicologica devastante. Il tormento è dato da continue questioni assillanti che il protagonista si pone in merito a come debba essere condotta una vita degna. Ma questo conflitto interiore lo allontana sempre più dalla società umana. Inizialmente l'isolamento è motivo di orgoglio ma poi diviene ulteriore sofferenza. E' un romanzo polifonico in cui si trovano molteplici tematiche e chiavi di lettura. Un classico attuale nonostante quasi 150 anni (!!) siano passati dalla prima pubblicazione.

    said on 

  • 2

    Primo e ultimo di Fedor

    Nella vecchia diatriba tra seguaci di Tolstoj e Dostojewsky, io mi schiero alla grande coi fautori del primo. La scrittura ermetica interiore di Fedor mi scoccia e mi annoia. Fa parte dei miei libri di gioventù e credevo mi fosse molto più affine ( in compenso dopo Guerra e Pace mi sono innamorat ...continue

    Nella vecchia diatriba tra seguaci di Tolstoj e Dostojewsky, io mi schiero alla grande coi fautori del primo. La scrittura ermetica interiore di Fedor mi scoccia e mi annoia. Fa parte dei miei libri di gioventù e credevo mi fosse molto più affine ( in compenso dopo Guerra e Pace mi sono innamorata dei russi e ho letto tutto Checov, Gogol e perfino Gorky che non c'entrava niente...)

    said on 

  • 0

    Un bellissimo romanzo.San Pietroburgo fa da sfondo a tante storie di vite miserrime e infelici;non è la città sfarzosa degli zar ma la città della povera gente che conduce vite di stenti e privazioni.
    In questo contesto un giovane studente tenta il delitto perfetto e pensa che uccidendo una usura ...continue

    Un bellissimo romanzo.San Pietroburgo fa da sfondo a tante storie di vite miserrime e infelici;non è la città sfarzosa degli zar ma la città della povera gente che conduce vite di stenti e privazioni. In questo contesto un giovane studente tenta il delitto perfetto e pensa che uccidendo una usuraia avida e taccagna possa rendere il mondo un posto migliore. Si sbaglia e cade tormentato dal rimorso e dall'ansia di essere scoperto. Ma la salvezza si trova accanto a lui in una povera prostituta :e' il trionfo della speranza anche nei momenti più oscuri.

    said on 

  • 5

    Il castigo inizia dentro di noi, molto prima della pena

    Ricordo di averlo letto tempo fa, quanti anni? Forse 20, ma ho ancora nitida in testa l'angoscia di Raskol'nikov. Penetrante e persistente.

    said on 

  • 5

    Splendida caratterizzazione psicologica dei personaggi, tutti ben delineati con la loro visione del mondo. Una storia scorrevole e coinvolgente che ispira riflessioni morali, religiose ed esistenziali.

    said on 

  • 4

    "la natura si corregge e si dirige, se no ci toccherebbe affondare nei pregiudizi"


    Un romanzo poliziesco filosofico che racconta un epoca ed i suoi vizi, malattie (alcolismo, capitalimo, nichilismo, tuberocolosi) al cui interno vivono alcuni dei più grandi personaggi della storia della let ...continue

    "la natura si corregge e si dirige, se no ci toccherebbe affondare nei pregiudizi"

    Un romanzo poliziesco filosofico che racconta un epoca ed i suoi vizi, malattie (alcolismo, capitalimo, nichilismo, tuberocolosi) al cui interno vivono alcuni dei più grandi personaggi della storia della letteratura, che non narra soltanto un di un periodo storico della russia ma condensa anche la vita del'autore attraverso alcune figure ricalcate dal vissuto di D.Forse la sua opera pià riuscita e piena secondo anche quanto indicato nella bella introduzione del critico russo, che altro dire di quest'opera impontente? Leggetela, entrate nelle via di San Pietroburgo, nelle bettole, nelle viuzze, nella casetta soffocante di Roskolinok entrate con lui nel suo mondo di lucido delirio e forse potrete trovarvi nella Pietroburgo del '600.

    said on 

  • 3

    Riconosco la bravura di Dostoevskij ma...

    È indubbia l'abilità del Dostoevskij nello scrivere un simile romanzo: con uno stile elegante e fluido ci porta alla scoperta dei più reconditi segreti della psicologia umana. Eppure la storia in sé mi ha annoiato terribilmente, ho trovato alcuni passi decisamente superflui e lenti tanto che non ...continue

    È indubbia l'abilità del Dostoevskij nello scrivere un simile romanzo: con uno stile elegante e fluido ci porta alla scoperta dei più reconditi segreti della psicologia umana. Eppure la storia in sé mi ha annoiato terribilmente, ho trovato alcuni passi decisamente superflui e lenti tanto che non son riuscito a leggere più di uno/due capitoli al giorno senza addormentarmi durante la lettura. Exploit finale nelle ultime cento pagine che incredibilmente scorrono, ma queste non bastano a renderlo una delle mie migliori letture.

    said on 

Sorting by