Cristianesimo ribelle

Voto medio di 3
| 19 contributi totali di cui 2 recensioni , 17 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Il cristianesimo è geneticamente ribelle verso tutte le forme di alienazione e in particolare nei confronti del dominio del sacro. Dall'età di Costantino c'è stata una modificazione genetica nell'assetto istituzionale ecclesiastico. Ma una linea di f ...Continua
Sidner
Ha scritto il 18/07/11
"Finirla con l'idolatria di Gesù, con la sua mitizzazione, con l'esclusivismo della sua figura. Finirla con la sequela obbediente. Finirla con il retaggio storico immutabile di peccato-sacrificio-salvezza. Gesù è stato crocifisso perché insieme ad al...Continua
  • 5 mi piace
Totila
Ha scritto il 22/08/09
Per un Cristianesimo consapevole
In questo libro l'autore torna a quella spinta profonda che nel 1968 portò molti credenti a mettere in discussione le gerarchie ecclesiastiche e i nessi tra Chiesa e Potere riscoprendo la dimensione della comunità socialmente impegnata. Di quel patri...Continua
  • 1 mi piace

Sidner
Ha scritto il Jul 18, 2011, 21:01
Le religioni muoiono come depositarie del potere salvifico, come pienezza di verità, per rinascere unicamente come animatrici dell'assenza e dell'attesa, come testimoni del "posto vuoto": in linguaggio cristiano si direbbe "testimoni della tomba vuot...Continua
Pag. 188
Sidner
Ha scritto il Jul 18, 2011, 20:59
Finirla con l'idolatria di Gesù, con la sua mitizzazione, con l'esclusivismo della sua figura. Finirla con la sequela obbediente. Finirla con il retaggio storico immutabile di peccato-sacrificio-salvezza. Gesù è stato crocifisso perché insieme ad al...Continua
Pag. 187
Sidner
Ha scritto il Jul 18, 2011, 20:53
La teologia della liberazione compie un percorso idealmente rivoluzionario. Rovescia la prospettiva che incentra su Dio-Assoluto-Onnipotente tutto il potere. Per la teologia della liberazione è l'essere umano nel quale l'umanità è più nuda, "l'ultimo...Continua
Pag. 186
Sidner
Ha scritto il Jul 18, 2011, 20:48
E' questo il succo del Vangelo: il seme che muore produce frutto.
Pag. 169
Sidner
Ha scritto il Jul 18, 2011, 20:47
Essa la comunità non è una proprietà, un pieno, un territorio da difendere e separare rispetto a coloro che non ne fanno parte, ma un vuoto, un debito, un dono nei confronti degli altri, che ci richiama nello stesso tempo alla nostra costitutiva alte...Continua
Pag. 167
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi