Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Croce del Sud

By Patricia Cornwell

(485)

| Paperback | 9788804486206

Like Croce del Sud ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Una strage, percepita con chiarezza nel suo nefasto profilarsi, scuote la sensibilità di tre abili poliziotti. Per sventarla occorre trovare il nesso fra un atto vandalico ai danni della statua del presidente della Confederazione americana Jefferson Continue

Una strage, percepita con chiarezza nel suo nefasto profilarsi, scuote la sensibilità di tre abili poliziotti. Per sventarla occorre trovare il nesso fra un atto vandalico ai danni della statua del presidente della Confederazione americana Jefferson Davis, un oscuro sabotaggio informatico e il brutale assassionio di un'anziana donna. Con quello che si rivelerà l'incarico più difficile della sua carriera, Judy Hammer, ex comandante della polizia di Charlotte, è giunta a Richmond per mettere ordine nella complessa trama malavitosa della città. Aiutata dal fedele vicecomandante Virginia Weste dal giovane agente Andy Brazil, la Hammer deve però fare i conti con la diffidenza delle autorità locali e sfidare l'attentatore a scoprirsi.

24 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Questo libro mi ha lasciato con un "Boh??!!" grande come una casa.
    Non si capisce niente, i personaggi si confondono tantissimo, certi dialoghi sono alquanto inutili, specialmente quelli via radio, pieni di codici assurdi in cui non si capiva assolut ...(continue)

    Questo libro mi ha lasciato con un "Boh??!!" grande come una casa.
    Non si capisce niente, i personaggi si confondono tantissimo, certi dialoghi sono alquanto inutili, specialmente quelli via radio, pieni di codici assurdi in cui non si capiva assolutamente nulla...capisco che forse nella realtà la polizia americana usi tutti questi codici, ma noi lettori non siamo poliziotti, io sono andata a intuito qualche volta ma altre volte non ci ho capito nulla. Ho trovato molto inutile, poi, il punto di vista degli animali, non centrava assolutamente niente, ha reso solo il libro più ridicolo. Poi, anche se quest'ultima cosa sembrerà ridicola, cara Cornwell, non ci puoi scassare le scatole in tutti i santi capitoli con i patemi d'animo di Andy e Virginia ("Ommioddio sta con un altra" "Ommioddio le hanno mandato dei fiori" "Ommioddio mi ama ancora") per poi far finire tutto con un bacetto e via. Non pretendevo certo una scena d'amore infinita, quello non mi interessa, ma visto che è dall'inizio del libro che giri intorno a questi due, almeno dagli una degna conclusione, si tratta di coerenza, non di altro.
    In sintesi sono rimasta molto delusa, anche perché ho sempre sentito parlare molto bene della Cornwell.

    Is this helpful?

    Sevy said on Nov 4, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    un buco nell'acqua

    Stavolta devo dire che questo libro della Corwell non mi è per nulla piaciuto. E' lungo. E' noioso. I personaggi sono troppi e non si capiscono bene. E' senza senso. non ha storia, non ha emozioni, non ha nulla. Spero che ritorni alla vecchia kay sca ...(continue)

    Stavolta devo dire che questo libro della Corwell non mi è per nulla piaciuto. E' lungo. E' noioso. I personaggi sono troppi e non si capiscono bene. E' senza senso. non ha storia, non ha emozioni, non ha nulla. Spero che ritorni alla vecchia kay scarpetta e al suo modo di scrivere perchè questo libro è proprio (e lo dico con sofferenza) brutto.

    Is this helpful?

    Angela Failla said on Nov 12, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Patricia Cornwell mette in evidenza una delle più forti piaghe del nostro tempo: la criminalità giovanile che si diffonde a macchia d’olio nelle aree metropolitane delle grandi città occidentali. La delinquenza, la prostituzione e l’uso di droga sono ...(continue)

    Patricia Cornwell mette in evidenza una delle più forti piaghe del nostro tempo: la criminalità giovanile che si diffonde a macchia d’olio nelle aree metropolitane delle grandi città occidentali. La delinquenza, la prostituzione e l’uso di droga sono il naturale terreno dove il crimine giovanile può svilupparsi e prosperare. Tutto questo nasce in uno sfondo di grandi difficoltà economiche che abbracciano consistenti strati sociali. L’indifferenza di fronte al problema è tale che il giovane viene abbandonato dalla famiglia e dalla scuola. Nessun collante sociale può quindi impedire ai ragazzi la perdita assoluta di valori e il lasciarsi andare agli istinti più bestiali. Si creano quindi bande giovanili che sono addirittura più devastanti di quelle degli adulti non essendoci nessun tipo di freno di fronte al male. La ricerca del denaro e del successo crea dei veri e propri branchi in cui primeggiano i più violenti.

    Judy Hammer, la creatura della Cornwell, seconda solo alla mitica Scarpetta, si ritrova a combattere contro questa crudele realtà. Insieme ai collaboratori, Virginia West e Andy Brazil, cerca di mettere un po’ di ordine nella caotica Richmond. Un efferato delitto, un’intercettazione telefonica, un inquietante virus informatico che si è diffuso nella tecnologia della polizia e infine la paradossale messinscena ai danni della statua di Jefferson Davis trasformato con abile mano in un famoso cestista. Tutti questi elementi sono parte di un puzzle diabolico che non può rimanere nascosto agli attenti occhi dei tre investigatori. La festa che si sta preparando con sfilate di intere bande musicali può essere l’occasione perché avvenga una strage senza precedenti? Di certo la possibilità fa sudare freddo la brava Judy ed i suoi amici. Qualcosa c’è nell’aria e sta per esplodere ma l’indifferenza e l’ostilità palese in molti campi istituzionali si frappongono ed ostacolano l’attività di prevenzione dei tre poliziotti. In seno a polizia, governo della città, mass media sono molti che non ascoltano gli appelli di Judy. Soli contro tutti i tre cercheranno di scongiurare la strage annunciata basandosi sull’unico indizio in loro possesso: un ragazzino coinvolto suo malgrado in una band giovanile. Con solo questa pista a disposizione e un unico esile elemento, a Judy toccherà scoperchiare un mondo ostile fatto di corruzione, omertà e silenzioso ostracismo!

    Partendo dallo scottante tema del crimine giovanile, Patricia Cornwell ci fa entrare nel mondo delle grandi città americane facendoci vedere più da vicino i problemi e lo squallore ripetuto di certi quartieri, rispetto alla filmografia spesso superficiale alla quale siamo abituati.

    Is this helpful?

    Silvia Marcaurelio said on Jul 10, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    2° libro del ciclo Hammer-Brazil. Non è male questo libro però chi si aspetta azione e suspence verrà deluso. Questa serie di libri sono per lo più uno spunto per parlare d'altro, in questo caso della vita di provincia in Virginia. Sono belli questi ...(continue)

    2° libro del ciclo Hammer-Brazil. Non è male questo libro però chi si aspetta azione e suspence verrà deluso. Questa serie di libri sono per lo più uno spunto per parlare d'altro, in questo caso della vita di provincia in Virginia. Sono belli questi libri per evasione senza pensieri. Non sono libri che si ricordano dopo averli chiusi ma per qualche ora procurano un piacevole relax.

    Is this helpful?

    Giusygiusy said on Feb 17, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La Cornwell anche senza la Scarpetta non delude

    Avevo letto il primo libro di questo filone, incentrato sul comandante Judy Hammer, diversi anni fa e ammetto che, essendo abituata a seguire le avventure di Kay Scarpetta, non lo avevo apprezzato un granché, per cui avevo rimandato per molto tempo l ...(continue)

    Avevo letto il primo libro di questo filone, incentrato sul comandante Judy Hammer, diversi anni fa e ammetto che, essendo abituata a seguire le avventure di Kay Scarpetta, non lo avevo apprezzato un granché, per cui avevo rimandato per molto tempo la lettura di questo secondo romanzo (per più di 10 anni).
    Credo di aver fatto bene, poiché da allora ho sicuramente ampliato le mie letture e possiedo adesso gli strumenti per apprezzarlo.
    "Croce del sud" è sicuramente un bel romanzo. Più che il solito poliziesco è uno spaccato della vita della capitale della Virginia, Richmond. Nello stesso tempo viene presentata, mescolando ironia e azione, una storia che non ti aspetti. Per gran parte della lettura ti diverti a conoscere i personaggi, ma non sai esattamente dove le vicende ti porteranno.
    Ad un certo punto le cose cambiano e vieni avvolto in un vortice di avvenimenti.
    Leggendo con attenzione questo libro ti rendi conto di quanto la Cornwell sia brava a scrivere. I suoi personaggi sono tremendamente reali e non puoi fare a meno di amarli oppure odiarli.
    Il finale come sempre nei suoi romanzi è abbastanza rapido, ma si allinea perfettamente al ritmo dell'ultima parte dei libro.

    Is this helpful?

    Rita Carla Francesca Monticelli said on Mar 27, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Vogliamo parlare del gatto??

    Non è uno dei migliori libri della Cornwell. Senza Scarpetta non è la stessa cosa. In questo libro troppi personaggi che si intrecciano in mille modi e un po' di lentezza soprattutto nella prima parte. Molto molto molto inquietante il gatto della Wes ...(continue)

    Non è uno dei migliori libri della Cornwell. Senza Scarpetta non è la stessa cosa. In questo libro troppi personaggi che si intrecciano in mille modi e un po' di lentezza soprattutto nella prima parte. Molto molto molto inquietante il gatto della West...

    Is this helpful?

    Taniuzz said on Dec 25, 2010 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book