Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Cronaca di una morte annunciata

Di

Editore: Mondadori (Omnibus)

4.0
(8284)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 126 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Tedesco , Francese , Olandese , Portoghese

Isbn-10: A000105214 | Data di pubblicazione:  | Edizione 5

Traduttore: Dario Puccini

Disponibile anche come: Altri , Paperback , Tascabile economico , eBook

Genere: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Cronaca di una morte annunciata?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • *** Attenzione: di seguito anticipazioni sulla trama (SPOILER) ***

    4

    Mi ha ricordato un po' le atmosfere di Cent'anni di solitudine. Non c'è colpo di scena. Il titolo del libro è perentorio. Secondo me però, è inesatto dire che tutto il paese ha ucciso Santiago, la cuo ...continua

    Mi ha ricordato un po' le atmosfere di Cent'anni di solitudine. Non c'è colpo di scena. Il titolo del libro è perentorio. Secondo me però, è inesatto dire che tutto il paese ha ucciso Santiago, la cuoca e sua figlia hanno delle responsabilità oggettivamente maggiori. D'altronde erano le uniche che veramente lo detestavano.

    ha scritto il 

  • 5

    Bellissimo! Due fratelli, Pablo e Pedro, decidono di vendicare l'onore della sorella ripudiata dal marito la prima notte di nozze perché non più vergine. Loro però fanno di tutto per essere fermati e ...continua

    Bellissimo! Due fratelli, Pablo e Pedro, decidono di vendicare l'onore della sorella ripudiata dal marito la prima notte di nozze perché non più vergine. Loro però fanno di tutto per essere fermati e il delitto avviene solo per un tragico concatenarsi di eventi.
    La storia in sé è abbastanza banale, ma la scelta di ricostruire gli eventi sotto forma di cronaca è, secondo me, molto azzeccata e rende il romanzo originale.

    ha scritto il 

  • 5

    In Cronaca di una morte annunciata tornano due temi cari a Gabriel García Márquez: la morte e l’ineluttabilità del destino.
    È abile l’autore a fare una precisa ed originale ricostruzione degli eventi ...continua

    In Cronaca di una morte annunciata tornano due temi cari a Gabriel García Márquez: la morte e l’ineluttabilità del destino.
    È abile l’autore a fare una precisa ed originale ricostruzione degli eventi che porteranno alla morte di Santiago Nasar ed è abile ad incastrare fra loro equivoci e coincidenze fino alla tragedia che nessuno avrebbe voluto.
    Il motivo per cui nessuno avrebbe voluto la morte di Santiago è che era un giovane educato, gentile, generoso, di bella presenza e ben voluto. Forse l’unica a provare un certo astio nei suoi confronti era la cuoca di casa Nasar, che era stata per parecchio tempo l’amante del padre scomparso della vittima e temeva che anche la propria figlia dovesse subire, come lei, la sorte di diventare l'amante del padrone.

    Continua su
    http://www.lastambergadeilettori.com/2015/03/speciale-letteratura-latinoamerica.html

    ha scritto il 

  • 3

    Ma ca**arola!

    Un nervoso. Ma un nervoso. Un nervoso di quelli che @#!?!+# grrrrr!
    (Mhhh... come sono articolate le mie recensioni, oh)

    So che il punto del libro non è questo. Ma cavolo, ho sperato fino all'ultimo c ...continua

    Un nervoso. Ma un nervoso. Un nervoso di quelli che @#!?!+# grrrrr!
    (Mhhh... come sono articolate le mie recensioni, oh)

    So che il punto del libro non è questo. Ma cavolo, ho sperato fino all'ultimo che Santiago si salvasse! (Piuttosto improbabile sin dal titolo e dalle prime righe... però ci speravo lo stesso. Allo stesso modo in cui spero che Jack si salvi alla fine del Titanic, ehm)
    Se quella porta non fosse stata chiusa pochi secondi prima! Marò.

    In ogni caso il libro è scritto bene, scorre fluido e corposo e alcune immagini sono ancora impresse nella mia mente, come se stessi guardando un film.

    ha scritto il 

  • 2

    Primo Marquez...

    Sarà stato il racconto sottoforma di cronaca, sarà stata la storia non particolarmente entusiasmante o forse sarà che semplicemente i personaggi a mio parere sono troppi per un numero così esiguo di p ...continua

    Sarà stato il racconto sottoforma di cronaca, sarà stata la storia non particolarmente entusiasmante o forse sarà che semplicemente i personaggi a mio parere sono troppi per un numero così esiguo di pagine, ma questo primo approccio con Marquez mi ha un po' deluso. Sicuramente leggerò altro di suo, ma per ora non si può dire che mi abbia colpito positivamente.

    ha scritto il 

  • 3

    Gabo è sempre Gabo, ma cronaca di una morte annunciata è quella classica opera che oscilla fra il capolavoro e l'oblio letterario. Mi spiego meglio. La costruzione della storia così sincopata e oniric ...continua

    Gabo è sempre Gabo, ma cronaca di una morte annunciata è quella classica opera che oscilla fra il capolavoro e l'oblio letterario. Mi spiego meglio. La costruzione della storia così sincopata e onirica, ammantano il libro di una strana nebbia, come un sottile velo e le immagini dapprima con un movimento lento, diventano poi frenetiche. La parte migliore del libro è sicuramente quella finale, in cui si fa sempre più pressante l'idea della "morte annunciata"con il classico "fato" che ci mette lo zampino per fare in modo che quello che non doveva accadere poi accade davvero. Capolavoro che va riletto più avanti, perché Gabriel Garcia Marquez è un costruttore di sogni, e spesso i sogni lasciano dubbi. Se si potesse sognare spesso la stessa cosa anche i sogni potrebbero apparire più chiari, per fortuna con i libri si può fare.

    ha scritto il 

Ordina per