Scritto tra il 1946 e il 1950, Cronache Marziane è il resoconto della colonizzazione di Marte da parte dei terrestri: un racconto ricco di inventiva e di situazioni capaci di scolpirsi nell'immaginazione di generazioni di scrittori e di lettori. Ma ... Continua
Ha scritto il 31/03/17
SPOILER ALERT
La morale? Mai andare su Marte.
Una serie di racconti sulla colonizzazione di Marte. Di scientifico c'è poco, ma è ciò che rende assolutamente caratteristico questo libro, che più che altro si interessa dell'animo umano. Dopo i primi due o tre racconti avevo l'ansia perché ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 08/03/17
Non scorrevole ma vale la pena
Non c'è una vera e propria trama ma solo un filo conduttore tra i capitoli che sono una serie di racconti incentrati su un tema.Racconti spesso scollegati.Sembra quasi una scusa per scrivere brevi racconti aulici sui temi degli errori umani.In ogni ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 17/02/17
Con il pretesto della colonizzazione di Marte, Ray Bradbury parla dell'uomo e delle sue contraddizioni, delle sue difficoltà a relazionarsi con i suoi simili e con il diverso. Non c'è nessuna pretesa di realismo negli aspetti scientifici del ..." Continua...
  • Rispondi
Ha scritto il 02/01/17
Me le porto su Marte
Se fossi costretta a imbarcarmi in fretta e furia sulla prima navetta spaziale diretta su un altro pianeta mentre la Terra sta per essere distrutta e avessi pochi minuti di tempo per scegliere una manciata di oggetti, con tutta probabilità ci ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 16/12/16
più un libro fantastico che di fantascienza, il pianeta Marte di Bradbury potrebbe trovarsi tranquillamente dentro l'armadio di Narnia. non mi è piaciuto né dispiaciuto, giudizio più infamante di qualunque altro. forse me ne avevano parlato ..." Continua...
  • Rispondi

Ha scritto il May 11, 2017, 12:14
[...]"Garret?" chiamò Stendahl dolcemente. Garret tacque di colpo. "Sa perché le faccio questo? Perché lei ha bruciato i libri di Poe senza averli neanche letti. Si è accontentato del parere altrui, secondo cui bisognava darli alle fiamme. ... Continua...
Pag. 188
  • Rispondi
Ha scritto il Apr 25, 2017, 09:29
Strinse la mano al comandante. "Le faccio le mie congratulazioni. Lei è un genio paranoico! E' riuscito a fare un lavoro perfetto. Proiettare la propria vita immaginaria di folle nelle menti altrui, usando la telepatia e impedendo alle ... Continua...
Pag. 40
  • Rispondi
Ha scritto il Mar 07, 2016, 17:12
[...] se podía ver al señor K en su cuarto, que leía un libro de metal con jeroglíficos en relieve, sobre los que pasaba suavemente la mano como quien toca el arpa. Y del libro, al contacto de los dedos, surgía un canto, una voz antigua y suave ... Continua...
Pag. 17
  • Rispondi
Ha scritto il Jul 20, 2012, 18:25
«Troppe emozioni» disse il capitano. «Sono istupidito, sono stanchissimo. Come se fossi rimasto sotto la pioggia senza ombrello per quarant'ore, senza ombrello e senza cappotto. Sono inzuppato di emozioni fino alle ossa.»
Pag. 60
  • Rispondi
Ha scritto il Jun 06, 2012, 21:54
La giovane donna sedeva sul banco del timone, tranquillamente. I suoi polsi erano come ghiaccioli, gli occhi limpidi e grandi come le due lune, bianchi e immoti. Il vento la investiva e, come un'immagine che si rifletta sulle fredde acque, ... Continua...
Pag. 214
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

Ha scritto il Jan 11, 2016, 13:34
Collocazione: FAN 31
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
  • 1537
  • 1594
  • 578
  • 118
  • 15
Aggiungi