Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Cronachette vol. 3

Di

Editore: Coconino Press

4.1
(45)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 184 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8876181474 | Isbn-13: 9788876181474 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Comics & Graphic Novels , Pets

Ti piace Cronachette vol. 3?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Cronachette: continua la serie cha ha consacrato Giacomo Nanni come autore internazionale. Un'osservazione serena e disincantata della vita e una prodigiosa leggerezza grafica.
Ordina per
  • 3

    Ancora quella copertina a quadretti

    Volume conclusivo – anche se non necessariamente consequenziale – delle storie di gatta Esterina e del suo padrone.

    Qui il padrone è quasi del tutto assene, mentre entrano nuovi personaggi, felini e non, ed una certa rimembranza storica.
    La parte visionaria con Gatto - il siamese - ...continua

    Volume conclusivo – anche se non necessariamente consequenziale – delle storie di gatta Esterina e del suo padrone.

    Qui il padrone è quasi del tutto assene, mentre entrano nuovi personaggi, felini e non, ed una certa rimembranza storica.
    La parte visionaria con Gatto - il siamese - i piccioni, il corvo, la figlia del vicino & parents ed il micino nato dall’uovo è molto carina. Perché la gattina nera parla di più – pur mantenendo il suo carattere distaccato e conciso - e fa cose da gatto, ossia quasi niente XD

    "Ti sei mai chiesta se potrà mai esserci qualcosa fra noi? A parte il vetro?"
    "Nonostante il vetro, forse."

    Le vignette si riducono da sei a tre in una certa fase e questo è un poco un peccato, in altre parti si colorano sobriamente.

    Resta quel senso di disagio lasciato da un palazzo – ed un gatto, una Storia – che non ci sono più.

    This opera by Mmorgana is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License

    ha scritto il 

  • 5

    "Ti sei mai chiesta se potrà mai esserci qualcosa fra noi? A parte il vetro?"
    "Nonostante il vetro, forse."

    "Non sei arrabbiata vero? Mi vuoi bene un po'?
    Sei sicura di non amarmi?"

    "Care Cronachette, che ne dite di prendermi come nuovo personaggio?
    Mi allego alla ...continua

    "Ti sei mai chiesta se potrà mai esserci qualcosa fra noi? A parte il vetro?"
    "Nonostante il vetro, forse."

    "Non sei arrabbiata vero? Mi vuoi bene un po'?
    Sei sicura di non amarmi?"

    "Care Cronachette, che ne dite di prendermi come nuovo personaggio?
    Mi allego alla busta."

    Così tante volte dalla parte sbagliata di quel vetro.
    Mi allego alla busta anch'io.

    ha scritto il 

  • 4

    Ultimo capitolo di Cronachette,il più amaro ma allo stesso tempo il più dolce,impregnato di ricordi e piccole avventure surreali,che tuttavia non privano la storia di quella veridicità casereccia e tranquilla che aveva caratterizzato i precedenti volumi,trasformata nelle ultime pagine in una nuov ...continua

    Ultimo capitolo di Cronachette,il più amaro ma allo stesso tempo il più dolce,impregnato di ricordi e piccole avventure surreali,che tuttavia non privano la storia di quella veridicità casereccia e tranquilla che aveva caratterizzato i precedenti volumi,trasformata nelle ultime pagine in una nuova,consapevole maturità.

    "Il bambino timido non cambierà mai"
    "Il fatto è che non è più un bambino."

    ha scritto il 

  • 4

    Sognante e filosofico, surreale e commuovente. Pervaso da una suggestione particolare. Si ha l'impressione che sussurri nascosti riamangano ancora lì, per chiamatri ad una seconda lettura...Sto' Nanni è proprio una sorpresa..

    è un 4 quasi 5..

    ha scritto il 

  • 5

    L'oniricità di Giacomo Nanni vola sempre più in alto, e si riflette negli occhioni della sua piccola gatta nera e dei suoi nuovi amici, scivola via tra sipari assolutamente comici ed episodi surreali di vita e di storia.


    Alla fine, come nel migliore dei sogni, tutto quello che ci è sembrat ...continua

    L'oniricità di Giacomo Nanni vola sempre più in alto, e si riflette negli occhioni della sua piccola gatta nera e dei suoi nuovi amici, scivola via tra sipari assolutamente comici ed episodi surreali di vita e di storia.

    Alla fine, come nel migliore dei sogni, tutto quello che ci è sembrato non è esattamente così come ci è parso, e ci sentiamo come quell'attore nel finale di quel film con quel finale.

    Nanni ci regala ancora pagine di poesia pura, di tristezza intrinseca, di metafora: ormai al terzo (e spero NON ultimo episodio) di "Cronachette" capiamo come forse i veri piccoli animali siamo noi. E al nostro autore e alla sua piccola gatta non possiamo che essere grati.

    ha scritto il