Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Crooked House

By Agatha Christie

(22)

| Paperback | 9780006168645

Like Crooked House ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

56 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Una storia senza detective, un mistero in cui la Christie dà il meglio di sé nella caratterizzazione dei personaggi.

    Is this helpful?

    danielajap said on Jul 20, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    "E' un problema" è l'ultimo romanzo della Regina che ho letto, e penso non ne leggerò più altri; in primo luogo perché li ho letti quasi tutti, in secondo luogo perché con questo libro Agatha ha toccato l'apice. Penso sia il giallo che mi ha sconvolt ...(continue)

    "E' un problema" è l'ultimo romanzo della Regina che ho letto, e penso non ne leggerò più altri; in primo luogo perché li ho letti quasi tutti, in secondo luogo perché con questo libro Agatha ha toccato l'apice. Penso sia il giallo che mi ha sconvolto di più per il finale, pur se confrontato con altri capolavori come "Assassinio sull'Orient-Express", "Dieci Piccoli Indiani", "L'assassinio di Roger Ackroyd"...
    Sono contenta di aver chiuso la "parabola" di Agatha Christie con un libro fantastico come questo.
    Lo consiglio vivamente a chiunque, che ami o no le detective-stories

    Is this helpful?

    Ellis_4733 said on Feb 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il titolo originale (Crooked house) richiama una filastrocca (gli inglesi ne hanno molte e Agatha le conosceva tutte).

    Questa narra di un omino deforme che con un soldo deforme comprò un gatto deforme che catturò un topo deforme e finisce:
    And they ...(continue)

    Il titolo originale (Crooked house) richiama una filastrocca (gli inglesi ne hanno molte e Agatha le conosceva tutte).

    Questa narra di un omino deforme che con un soldo deforme comprò un gatto deforme che catturò un topo deforme e finisce:
    And they all lived together
    In a little crooked house.

    E la casa dove il narratore, Charles, si reca per aiutare l’amata Sophia a risolvere un problema è in effetti una casa storta. Una vecchia casa di legno a cui sono state fatte aggiunte nel tempo con un effetto un po’ disturbante.
    Sophia, che definisce la casa “perversa”, sostiene di non poter sposare Charles finché tutto non sarà chiarito.
    Aristides Leonides, l’ottantacinquenne brutto, affascinante, ricchissimo capofamiglia è morto e si sospetta un avvelenamento. Che verrà poi confermato: il contenuto di una fiala di insulina è stato sostituito con del collirio per occhi.
    Charles ha alcuni vantaggi: è figlio di un pezzo grosso di Scotland Yard, è (per ora) estraneo alla famiglia e può entrare in casa quale fidanzato di Sophia.

    Per effetto dei primi bombardamenti la famiglia è tutta lì, nella casa deforme.
    Roger, il figlio simpatico, amato dal padre, ma instabile e del tutto inadatto alla gestione degli affari e la moglie Clemency con il miraggio di una povertà attiva;
    Philip, storico mancato, una vita trascorsa a reprimere se stesso, con la frustrazione di non essere amato dal padre come il proprio fratello;
    Magda, la moglie di Philip, bellissima, con la fissa di produrre spettacoli teatrali con personaggi che non le si adattano, perennemente sul palcoscenico;
    i tre figli di Philip e Magda: Sophia, Eustace che scalpita nella reclusione famigliare e per il fatto di dover studiare a casa, Josephine, la più piccola, che dal nonno ha ereditato la bruttezza e l’insolita intelligenza, anche lei costretta allo studio casalingo;
    Edith, la zia, sorella della prima moglie che ha cresciuto la prima ed anche la seconda generazione;
    Brenda, la giovane seconda moglie del vecchio, non particolarmente sveglia, che sente tutta l’avversione della famiglia;
    Lawrence, nevrotico, obiettore di coscienza, molto bravo nell’insegnare storia e che ama (tutto sogni e romanticismo) la moglie del padrone;
    Nannies, la cuoca, in famiglia da sempre e che c’è perché sarà anche lei una vittima.

    In questo groviglio, tutti sembrano sospettare Brenda e Lawrence. Ma li sospettano per qualcosa di reale e motivabile, o perché sono estranei alla famiglia?
    Quando vengono arrestati, tutti si preoccupano che abbiano un buon avvocato. Ma ormai tutto si è messo in moto e ci saranno due attentati alla vita di Josephine che, come Ariel o come il prezzemolo, è sempre dietro tutte le porte.

    Sarà la zia Edith a sbrogliare la matassa ed a prendere una decisione.

    Insolito, ma piacevole.

    Is this helpful?

    Anina e "gambette di pollo" said on Jan 21, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un bellissimo giallo della Christie, che la stessa ha più volte dichiarato essere il suo preferito tra tutti. Non condivido in merito al primo posto, non raggiunge la perfezione del capolavoro "Dieci piccoli indiani", ma è molto bello, ben scritto e ...(continue)

    Un bellissimo giallo della Christie, che la stessa ha più volte dichiarato essere il suo preferito tra tutti. Non condivido in merito al primo posto, non raggiunge la perfezione del capolavoro "Dieci piccoli indiani", ma è molto bello, ben scritto e con un finale sorprendente. Un giallo familiare coinvolgente dalla prima all'ultima pagina, lo consiglio a tutti i lettori della Christie!

    Is this helpful?

    Fabrizio Emanuele said on Sep 10, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Senza dubbio uno dei migliori gialli di questa geniale autrice. In questa edizione c'è una interessantissima postfazione nella quale l'assassino viene paragonato a Riccardo III. Non so se è stata messa anche nelle altre edizioni, ma credo di sì vista ...(continue)

    Senza dubbio uno dei migliori gialli di questa geniale autrice. In questa edizione c'è una interessantissima postfazione nella quale l'assassino viene paragonato a Riccardo III. Non so se è stata messa anche nelle altre edizioni, ma credo di sì vista la particolarità di questa interpretazione. Consigliato caldamente a tutti.

    Is this helpful?

    Shane said on Aug 22, 2013 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection