Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Crossed

Matched Trilogy, Book 2

By

Publisher: Dutton

3.5
(484)

Language:English | Number of Pages: 367 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Chi traditional , Spanish , Catalan , Italian , French , German , Portuguese , Dutch

Isbn-10: 0525423656 | Isbn-13: 9780525423652 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Others , Paperback , eBook

Category: Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy , Teens

Do you like Crossed ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Rules are different outside the society.

Chasing down an uncertain future, Cassia makes her way to the Outer Provinces in pursuit of Ky--taken by the Society to his sure death--only to find that he has escaped into the majestic, but treacherous, canyons. On this wild frontier are glimmers of a different life and the enthralling promise of a rebellion. But even as Cassia sacrifices every thing to reunite with Ky, ingenious surprises from Xander may change the game once again.
Narrated from both Cassia's and Ky's point of view, this hotly anticipated sequel to Matched will take them both to the edge of Society, where nothing is as expected and crosses and double crosses make their path more twisted than ever.
Sorting by
  • 3

    Libro troppo lento e noioso

    Cambiare la struttura del libro o meglio dei capitoli é stata una pessima scelta. Ciò mi ha disorientato molto, mi scordavo del personaggio che parlava. Questa fuga é stata una vera angoscia, un'avventura infinita, l'insorgenza sembrava solo una bella favoletta. Di quest'ultima c'é un accenno, so ...continue

    Cambiare la struttura del libro o meglio dei capitoli é stata una pessima scelta. Ciò mi ha disorientato molto, mi scordavo del personaggio che parlava. Questa fuga é stata una vera angoscia, un'avventura infinita, l'insorgenza sembrava solo una bella favoletta. Di quest'ultima c'é un accenno, solo alla fine.

    said on 

  • 3

    Carino, anche se leggermente noioso perché in fin dei conti racconta il cammino di Ky e di Cassia all'interno dell'Intaglio. Mi è piaciuto l'alternarsi dei capitoli in prima persona di Ky e Cassia perché in questo modo possiamo conoscere meglio Ky, che è davvero un personaggio interessante. Anche ...continue

    Carino, anche se leggermente noioso perché in fin dei conti racconta il cammino di Ky e di Cassia all'interno dell'Intaglio. Mi è piaciuto l'alternarsi dei capitoli in prima persona di Ky e Cassia perché in questo modo possiamo conoscere meglio Ky, che è davvero un personaggio interessante. Anche la svolta che ha preso la vita di Xander è stata una sorpresa piacevole.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Ky è stato spedito nelle Province Esterne, a fare da fantoccio senza armi in una guerra che massacra ragazzini. Cassia ha convinto i genitori a mandarla in un campo di rieducazione, fino al momento di tornare in città e cominciare il suo lavoro. Ma Cassia riesce partire per le Province Esterne, p ...continue

    Ky è stato spedito nelle Province Esterne, a fare da fantoccio senza armi in una guerra che massacra ragazzini. Cassia ha convinto i genitori a mandarla in un campo di rieducazione, fino al momento di tornare in città e cominciare il suo lavoro. Ma Cassia riesce partire per le Province Esterne, perché non può immaginare la sua vita senza Ky...

    Interessante la scelta di alternare i capitoli dedicati a Ky e Cassia. Più movimentato del primo, a tratti quasi troppo, è un libro di passaggio, ti invoglia a leggere l'ultimo.

    * Se ami qualcuno, se qualcuno ti ha amato, insegnandoti a scrivere e dandoti voce, come puoi restare con le mani in mano? Tanto varrebbe cercare le sue parole scavando nella terra o tentare di strapparle al vento. Perché quando ami, non c’è più niente da fare. Dall’amore non si torna indietro.
    * Ho capito che amarci era la cosa più temeraria e rivoluzionaria del mondo.
    * Ho deciso che i pensieri contano più di tutto il resto.
    * Volevo che le poesie e le storie che ci scambiavamo significassero ciò che volevamo noi. Volevo che avessimo la possibilità di scegliere la nostra strada, insieme.

    said on 

  • 0

    ¡Cuidado! Esta reseña es de la segunda parte de una trilogía, así que asegúrate de haber leído el primer libro antes que la reseña.


    Cassia y Ky aún abrigan la esperanza de reencontrarse, y harán todo lo que esté en sus manos para conseguirlo.


    Él ha sido llevado a un campo militar ...continue

    ¡Cuidado! Esta reseña es de la segunda parte de una trilogía, así que asegúrate de haber leído el primer libro antes que la reseña.

    Cassia y Ky aún abrigan la esperanza de reencontrarse, y harán todo lo que esté en sus manos para conseguirlo.

    Él ha sido llevado a un campo militar donde lo han adiestrado ligeramente como soldado para después enviarle a la tierra que le vio nacer: las provincias exteriores. Ky tendrá que intentar sobrevivir en un lugar deshabitado actuando como señuelo para el enemigo en una guerra de la que nadie parece saber nada. Por suerte, no está solo. Cuenta con la ayuda del astuto y misterioso Vick y con Eli, un chiquillo que tiene cierto parecido con Bram, el hermano de Cassia. Juntos intentarán lo que parece imposible: escapar del destino que la Sociedad les impuso.

    Sigue leyendo: http://www.eltemplodelasmilpuertas.com/critica/caminos-cruzados-juntos/724/

    said on 

  • 0

    Una guerra che si combatte sempre con armi, con i ragazzi mandati a morire, a fare da "fantocci" nelle zone al limite della società. Un altro viaggio, un'altra ragazza innamorata e divisa fra due ragazzi (i triangoli cominciano a starmi stretti, quando inizieranno a cambiare forma geometrica?). ...continue

    Una guerra che si combatte sempre con armi, con i ragazzi mandati a morire, a fare da "fantocci" nelle zone al limite della società. Un altro viaggio, un'altra ragazza innamorata e divisa fra due ragazzi (i triangoli cominciano a starmi stretti, quando inizieranno a cambiare forma geometrica?).
    Però si combatte soprattutto con le poesie, con i disegni, con la scrittura (oh che tristezza sapere che pochissimi sappiano scrivere davvero!).. Tutto è iniziato con una poesia di coraggio e forza... Nessuno di loro se ne andrà docile!

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    2

    Trovo che la saga sarebbe potuta essere davvero interessante. L'argomento trattato dall'autrice, la sua trama, è molto avvincente. Siamo in una società dove le persone vengono seguite passo per passo. Praticamente non esiste il libero arbitrio, è la Società stessa che decide per te affinché risul ...continue

    Trovo che la saga sarebbe potuta essere davvero interessante. L'argomento trattato dall'autrice, la sua trama, è molto avvincente. Siamo in una società dove le persone vengono seguite passo per passo. Praticamente non esiste il libero arbitrio, è la Società stessa che decide per te affinché risulti tutto più semplice e perfetto.
    Purtroppo, però, l'autrice non ha avuto la pazienza di approfondire la propria storia. La Società viene descritta superficialmente ed il lettore non riesce ad immedesimarsi del tutto con i personaggi o di comprendere appieno le dinamiche.
    Quando mi portarono i libri - sono stati un regalo - nel primo libro c'era scritto: «La migliore distopia dopo Hunger Games» No. Non lo penso. Penso che ci siano le basi, ma che l'autrice non abbia avuto la capacità di riuscire a creare una vera e propria saga appassionante.
    Le vicende si succedono ed il lettore si ritrova a capirne meno di prima. Cassia, ma anche Ky, viene sospinta dagli eventi, da scelte che ha preso, ma esse non vengono descritte nel migliore dei modi. Ci ritroviamo a fatti compiuti, senza capirne appieno il motivo. Si potrebbe credere che ciò che spinge Cassia a compiere determinate azioni sia l'amore che prova per Ky, ma poi ci si domanda se Cassia si effettivamente innamorata di Ky perché sembra che se lo dica, sembra che si ripeti che lo ama, ma il lettore non riesce a percepire questo amore.
    Un'altra pecca che ho trovato è che sembra che tutto ruoti intorno ai sentimenti - descritti male -, se Cassia non amasse (ma siamo sicuri che ama?) non avrebbe fatto nulla, non sarebbe cambiata e sarebbe rimasta nella Società felice e contenta. Mi sarebbe piaciuto leggere che ci fosse un motivo vero che la spingesse a voler vedere la Società diversa.
    L'autrice, mi spiace dirlo, non è nemmeno capace di scrivere con punti di vista differenti.
    In questo secondo volume - a differenza del primo - il POV viene alternato tra Cassia e Ky. Ma spesso sono dovuta tornare ad inizio capitolo per ricordarmi di quale punto di vista stessi leggendo. Non è possibile che sia Cassia che Ky pensino esattamente le stesse parole, vedano le stesse cose. Sembrano la stessa persona. L'autrice non ha avuto la capacità di rendere le pagine dell'uno o dell'altro personaggio uniche. Ed è un altro punto dolente, in quanto se io non riesco a capire il POV narrante, significa che le caratterizzazioni dei personaggi non sono così eccelse.
    Tutto ciò ha reso la lettura meno scorrevole, più monotona e pesante.
    Anche gli altri personaggi, che sarebbero potuti essere interessanti, sono caratterizzati poco e male. Prendiamo Indie: sicura di sé, un po' misteriosa e... si infatua di Xander da una foto? Così, tanto per? Per far diventare il triangolo un quadrato? Non l'ho capita. Davvero.
    Un altro aspetto che non mi è piaciuto del libro è stato che l'autrice cerca di mantenere una certa suspance e mistero, invece rende tutto piatto. Come se noi lettori - insieme ai personaggi - veniamo sospinti dagli eventi random. Non capiamo mai appieno quello che succede e secondo me questo toglie interesse per la saga e ciò è dovuto dal fatto che l'autrice non riesce a creare suspance, perché in altri libri c'è e crea davvero aspettativa. Qui no. Mi fa venire solo il nervoso perché si nota come sia fatto a posta, ma anche come sia fatto male.
    Anche i dialoghi sono scontati, mezzi scritti e mezzi lasciati in sospeso per creare mistero, rendendoli però futili e senza senso.
    Mi spiace, avevo aspetattive alte per questo volume e sarà anche per questo che sono così critica nei confronti della saga.

    Commenti durante la lettura:
    - Pagina 159: «Succederà qualcosa, prima o poi, o dobbiamo seguirli fino alla fine mentre camminano e vedono cose? Dai, dai, la speranza è l'ultima a morire!»
    - Pagina 202: «Oh, ora che si sono incontrati abbiamo capitolo di tre righe in croce dove non succede assolutamente nulla. Sono sempre più delusa. Avevo aspettative più alte.»
    - Pagina 220: «Ripete sempre le stesse cose, cose lette addirittura nel primo libro. Sempre quelle e non si va mai avanti. :( »
    - Pagina 237: «Ma è tanto difficile riuscire a far sentire al lettori i sentimenti? Sembrano due robot che dicono, sì, di amare, ma il lettore non riesce a percepirlo. Sono come parole vuote. "Le sfumature dei colori, un colore tutto nuovo" Non riesci a sentire le emozioni perché non ci sono, è solo una lista :( »
    - Pagina 309: «Non ho nulla da dire, un susseguirsi di... non so come poterlo spiegare, di frasi gettate lì per far brodo.»

    said on 

  • 3

    Da http://labellaeilcavaliere.blogspot.it/2013/10/crossed-…

    La Società aveva prelevato Ky all'alba e lo hanno caricato un treno diretto nell'Oria, una delle Province Esterne. Ky è diventato un corpo, un fantoccio che popola i villaggi attirando il fuoco nemico. I sopravvissuti, ...continue

    Da http://labellaeilcavaliere.blogspot.it/2013/10/crossed-la-fuga.html

    La Società aveva prelevato Ky all'alba e lo hanno caricato un treno diretto nell'Oria, una delle Province Esterne. Ky è diventato un corpo, un fantoccio che popola i villaggi attirando il fuoco nemico. I sopravvissuti, se ci sono, vengono spostasti di villaggio in villaggio, ovunque ci sia bisogno di ingannare il Nemico.

    Nessuno torna a casa.
    Tranne me. Io ci sono tornato.

    Ma anche se, ogni volta che sente il basso dell'artiglieria pesante, Ky sa che potrebbe perdere la vita, lotta. Lotta per rimanere umano, per non lasciare che la crudeltà lo snaturi. Lotta perché finalmente è a casa. Lotta per rivedere Cassia. Proprio per lei, accompagnato da un veterano tra i ragazzi-fantoccio, Vick, e da Eli, un ragazzino sui tredici anni, fugge. Cerca rifugio nell'Intaglio, una vena di un enorme canyon.
    Nel frattempo Cassia viene spostata di campo di lavoro in campo di lavoro. Ufficialmente si tratta di una sorta di percorso di redenzione per lei, prima di essere reinserita nella Società, ma non è lo stesso per molte delle sue compagne che sono delle Aberrazioni.
    E, un giorno, le Aberrazioni vengono radunate e portate in uno dei villaggi da popolare. Per la prima volta, anche le ragazze diventano dei fantocci. Che sia un sadico esperimento sociale? O è solo un modo per eliminare più rapidamente le Aberrazioni dalla Società? La Condie non approfondisce l'argomento, ma lascia supporre che sia valida la seconda motivazione.
    Cassia, che trascorre ogni ora, ogni minuto di lavoro pensando a Ky, riesce a intrufolarsi nel gruppo. E così raggiunge un villaggio, guarda caso lo stesso dove si trovava Ky.
    Ora. Dopo l'inganno della Funzionaria, la quale era a conoscenza del bug di sistema che aveva fatto apparire il volto di Ky sul portale di Cassia, a me sarebbe venuto qualche dubbio. A Cassia non viene e nemmeno la Condie sostiene questa possibilità.
    In compagnia di Indie, una ragazza conosciuta nel campo di lavoro e che è destinata a diventare in qualche modo sua amica, Cassia riesce a ripercorrere i passi dell'amato.
    Nel frattempo, la protagonista ha scoperto l'esistenza di un'organizzazione ribelle, l'Insorgenza, alla quale desidera unirsi dopo aver ritrovato Ky.
    Non ho intenzione di dirvi se i due si riabbracceranno o se dovremo aspettare di leggere il volume conclusivo della trilogia: vi lascio il gusto di scoprirlo. Preferisco passare, invece, all'analisi del romanzo e alle mie impressioni.
    A differenza di Matched, in cui il punto di vista era unicamente quello di Cassia, nel secondo libro la Condie sceglie –credo opportunamente- di affidare parte della narrazione a Ky. Inizialmente "ascoltare" la sua voce è stato piacevole e molto interessante. Spesso, come narratore, l'ho preferito alla protagonista.
    Tuttavia, alla lunga, l'alternanza dei punti di vista in ogni capitolo è diventata pesante e, a tratti, noiosa.
    Inoltre, ammetto, che a un certo punto ne ho avuto abbastanza delle melense dichiarazioni d'amore e degli sdolcinati pensieri che si rivolgono l'un l'altra. Sì, dite pure che non sono romantica. A mia discolpa posso solo aggiungere che ho apprezzato molti passaggi tanto da segnarmeli.

    Quanto dobbiamo rivelare alle persone che amiamo?

    Carie ai denti a parte, nemmeno il lato avventuroso mi ha soddisfatta del tutto - che ci volete fare? Sono incontentabile. In particolare non ho trovato funzionali certi eventi, mi sono sembrati inseriti per sconvolgere il lettore e nulla più. Spero che vengano, in qualche modo, ripresi in Reached e spiegati.
    In tutto questo, Xander rimane una figura labile, quasi un fantasma che, come si addice al terzo vertice di un triangolo, deve incombere sui due amanti. Chi ha letto la mia recensione di Matched, sa che ho una preferenza per Xander, ma per nulla al mondo vorrei vederlo con Cassia.
    Nonostante compaia brevemente e sia a conoscenza del suo segreto, continuo a preferirlo agli altri due. Mi sembra una figura più forte e coerente. C'è poco da fare.
    Tirando le somme, ho trovato che Crossed, forse proprio perché libro di passaggio, fosse un po' sottotono rispetto a Matched e temo che il seguito sia un po' scontato, spero di sbagliarmi.
    Rimane una lettura piacevole, da cui mi aspettavo certamente di più, e che mi ha lasciato la curiosità del seguito tanto che l'ho già iniziato.

    «Per te ho scalato il buio,
    ti troverò tra le stelle, in attesa?».

    Amaranth

    said on 

Sorting by