Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Crossed

Matched Trilogy, Book 2

By

Publisher: Dutton

3.4
(137)

Language:English | Number of Pages: 367 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) Chi traditional

Isbn-10: 0525423656 | Isbn-13: 9780525423652 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Others , Paperback , eBook

Category: Fiction & Literature , Romance , Teens

Do you like Crossed ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Rules are different outside the society. Chasing down an uncertain future, Cassia makes her way to the Outer Provinces in pursuit of Ky--taken by the Society to his sure death--only to find that he has escaped into the majestic, but treacherous, canyons. On this wild frontier are glimmers of a different life and the enthralling promise of a rebellion. But even as Cassia sacrifices every thing to reunite with Ky, ingenious surprises from Xander may change the game once again. Narrated from both Cassia's and Ky's point of view, this hotly anticipated sequel to Matched will take them both to the edge of Society, where nothing is as expected and crosses and double crosses make their path more twisted than ever.
Sorting by
  • 5

    愛一個人就是希望對方安全?還是希望對方擁有選擇的權利?

    相較於《交錯》,《配對》顯然是弱了一些,不知道有沒有人只因為《配對》不夠緊湊、太過接近YA小說,而放棄了閱讀之後兩本系列。

    如果有,我為這些錯過的讀者感到遺憾。

    《交錯》和之後的《終點》在我看來,是相當出色而且結構完整的系列小說,沒有無聊打呵欠的空檔,只想趕快讀結局讀結局……

    said on 

  • 2

    I enjoyed Matched so much that I had great expectations for Crossed. It kinda dissappointed me, most of the narration was boring and I had predicted most of the stuff that goes on. Hope that the ...continue

    I enjoyed Matched so much that I had great expectations for Crossed. It kinda dissappointed me, most of the narration was boring and I had predicted most of the stuff that goes on. Hope that the third one, Reached, ends it all in a decent way.

    said on 

  • 4

    I read Matched several years ago (I had an ARC), so it took me a while to get into this story (it jumped right in). Once I started remembering the characters, their lives, and the world, I was sucked ...continue

    I read Matched several years ago (I had an ARC), so it took me a while to get into this story (it jumped right in). Once I started remembering the characters, their lives, and the world, I was sucked in anew. One of the things I like the most about Condie's writing is how lyrical she can be. And have I mentioned the color thing? Everything is red, green, and blue. It's a motif that is working really well for her. (And I love the covers for these books, and the use of the RGB color scheme, so much.) I think in colors and poetry when I read these, which are two of the biggest elements explored throughout. While I didn't adore the action and setting in this book as much as the first, I very much enjoyed looking at the world through Condie's lens once more. Can't wait to hear her speak in a few weeks!

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    1

    Un capitolo totalmente inutile

    Questo libro potrebbe essere inserito nel dizionario dei sinonimi e dei contrari, sotto la voce "riempitivo".

    Matched non era un libro particolarmente ricco d'azione, anche lì lo stile dell'autrice ...continue

    Questo libro potrebbe essere inserito nel dizionario dei sinonimi e dei contrari, sotto la voce "riempitivo".

    Matched non era un libro particolarmente ricco d'azione, anche lì lo stile dell'autrice aveva un carattere piuttosto riflessivo e si concentrava molto sula vita interiore dei personaggi. Ma se non altro la storia nell'insieme scorreva e intratteneva il lettore, anche grazie alla descrizione della Società, della struttura sociale, le abitudini dei cittadini.. Insomma, anche lì trovavamo parecchio bla bla bla interiore, ma inserito in un contesto interessante che lo rendeva più digeribile.

    In Crossed ci ritroviamo prigionieri della mente prolissa di Ky e Cassia, e come contorno... Il nulla! L'ambientazione inizialmente ha un che di suggestivo, peccato che l'Intaglio non sia altro che un Canyon gigante.. Francamente, dopo settantacinque descrizioni di roccia rossa e terreno fangoso mi sono rotta un po' le scatole. Avete presente quei vecchissimi film western dove il cowboy di turno veniva ripreso a cavallo, mentre sullo sfondo girava un poster a rullo che presentava di continuo lo stesso panorama? Signore e signori, ecco a voi l'Intaglio. Poi abbiamo una manciata scarsa di personaggi secondari da sbadiglio. Eli è buttato lì solo per fornire la scusa di scrivere qualche riferimento a Bram, il fratellino di Cassia. Indie avrebbe del potenziale, ma l'autrice è talmente decisa a mantenerle intorno un'aura di mistero da rendercela estranea, distante. Vick era l'unico che spiccava un pochino, ma ovviamente viene seccato dopo pochi capitoli. Evvai. Poi c'è Hunter, che appare, scompare e ricompare, e non lascia il segno.

    Della società non veniamo a sapere nulla di nuovo. Dei contadini apprendiamo poche cose, che potevamo intuire da soli. Vengono sollevati mille quesiti ma non ci viene data nessuna risposta. Il senso delle provette con i campioni di tessuto, il mistero delle pillole rosse che funzionano su certe persone e su altre no, l'identità del pilota, l'origine di questo fantomatico "nemico" e così via.. Non ci è dato di sapere nulla.

    Quasi tutto il libro è costituito da pensieri e ricordi. Pensieri di Cassia e pensieri di Ky, ripetitivi all'inverosimile. Il giorno in cui Ky è stato portato via dal quartiere viene descritto tre o quattro volte. I loro incontri sulla collina vengono rievocati in almeno 10 capitoli diversi. Il resto sono solo elucubrazioni sugli stessi temi, ragionamenti a vuoto su domande che entrambi i protagonisti si pongono continuamente: - OMG, che ne sarà di noi? - OMG, per Cassia è meglio Ky o Xander? - OMG, l'Insorgenza sarà buona o cattiva? - OMG, lui/lei mi ama? Ma quanto mi ama? - OMG, qual'è il senso della vita? - OMG, qual'è la cosa giusta da fare?

    Aggiungete poesie gettate qui e là per fare scena, Cassia che si incanta ogni 10 minuti a guardare gli occhi di Ky, ogni personaggio che a turno descrive la sua triste storia (sempre uguale: è sempre morta una persona cara per colpa della società. punto.) e voilà, Crossed è servito.

    Una noia mortale, per di più inutile.

    L'unica parte interessante arriva nelle ultime 10 pagine, quando finalmente raggiungiamo l'insorgenza, scopriamo che Xander è un ribelle infiltrato nella società e che Cassia coprirà lo stesso ruolo e verrà mandata a Central sotto copertura. Finalmente un guizzo di curiosità per la vicenda, peccato che il tutto venga troncato lì, lasciandoci con un bel "arrivederci alla prossima puntata".

    Parlando dello stile dell'autrice, non mi fa impazzire il modo in cui la Condie gestisce i misteri. Per esempio, Xander ha un segreto, viene ripetuto mille volte sia nei dialoghi sia nei pensieri di Ky, giusto per lasciare in sospeso il lettore... Peccato che la cosa mi abbia irritata più che incuriosita! Soprattutto perchè metà della narrazione è scritta in prima persona dal punto di vista di Ky, che CONOSCE quel segreto.. Quindi fare riferimenti vaghi alla questione, senza spiegarla, è doppiamente irritante!

    Un'altra cosa che non mi è propria piaciuta è che l'autrice utilizzi per tre volte lo stesso espediente narrativo, ovvero descrivere una scena dal punto di vista di Cassia, parlando di un ipotetico "lui", senza spiegarci subito se si tratti di Ky o Xander. La prima volta succede quando Xander va a trovare Cassia, poi viene utilizzata la stessa tecnica per un sogno.. Dulcis in fundo, ci viene propinata la stessa cosa nel capitolo conclusivo, in cui Cassia si trova di nuovo nella società ma non sta nella pelle perchè "Lui l'ha contattata. Stasera si rivedranno!"... Lui chi? Per saperlo devi comprare il terzo libro.

    Oltre al danno la beffa.

    said on 

  • 5

    Con il fiato sospeso...

    In questo secondo volume della trilogia di Matched, si alternano le voci di Cassia e di Ky, che, come nel primo volume, raccontano la loro storia in prima persona e al presente. Ally è molto brava a ...continue

    In questo secondo volume della trilogia di Matched, si alternano le voci di Cassia e di Ky, che, come nel primo volume, raccontano la loro storia in prima persona e al presente. Ally è molto brava a narrare la vicenda attraverso gli occhi dei suoi protagonisti. Sembra di assistere a un film. Quasi quasi mi è piaciuto più di Matched. Non vedo l'ora di leggere Reached.

    said on 

  • 3

    La storia ancora non riesce a decollare e sembra un continuo copia-incolla di altre letture distopiche, soprattutto, in questo volume, 'Il canto della rivolta', soprattutto per quanto riguarda la ...continue

    La storia ancora non riesce a decollare e sembra un continuo copia-incolla di altre letture distopiche, soprattutto, in questo volume, 'Il canto della rivolta', soprattutto per quanto riguarda la storia dell'Insorgenza, i ribelli ecc... Il libro si lascia leggere facilmente e nota di merito va alle varie citazioni poetiche, che sembrano costituire il fil rouge della trama, ma il fatto è che tutto quello che accade serve a ben poco; non si riesce bene a capire dove l'autrice volesse portare, a parte la consapevolezza dell'amore indissolubile, potentissimo, infinito bla bla bla di Cassia e Ky, ma questo ormai s'era già capito. Speriamo che il terzo risollevi un po' la situazione.

    said on 

  • 4

    Un libro poetico e toccante: consigliato a tutti

    Crossed, di Ally Condie, è il secondo libro della saga distopica YA iniziata con Matched (pubblicato in Italia nel maggio 2011). Se il primo volume era ambientato all'interno della Società, dove ...continue

    Crossed, di Ally Condie, è il secondo libro della saga distopica YA iniziata con Matched (pubblicato in Italia nel maggio 2011). Se il primo volume era ambientato all'interno della Società, dove abbiamo avuto modo di conoscere Cassia e il mondo rigidamente controllato all'interno della quale era costretta a vivere, il secondo volume è completamente diverso, distaccato dal primo tanto nell'ambientazione quanto nelle emozioni contrastanti capaci di suscitare nel lettore.

    Al termine di Matched avevamo lasciato Ky trasferito nelle Province Esterne e Cassia decisa a tutto pur di tornare da lui. In Crossed, vediamo Cassia, abituata agli agi e alla tranquillità della Società, fare i conti con una realtà completamente diversa, dura e crudele come mai avrebbe potuto sospettare. Conoscerà Indie, una ragazza alquanto misteriosa che sembra volerla aiutare, ma che allo stesso tempo non riesce a suscitare piena fiducia nella protagonista. Alla ricerca disperata di Ky, la ragazza comincerà a sospettare dell'esistenza di un gruppo di ribelli, pronti a tutto pur di battersi contro la Società. Esiste davvero questa ribellione? Può Cassia raggiungerla e unirsi a loro? Grazie al POV di Ky, nel frattempo, vedremo il ragazzo in compagnia di Vic, un giovane scappato con lui e di Eli, un ragazzino dodicenne che li seguirà verso la ricerca della salvezza. Lo scopo di Ky, all'oscuro della partenza di Cassia, è quello di raggiungere le Anomalie rifugiate oltre le Province Esterne e da lì, inviare un messaggio all'amata. Ma Ky scoprirà presto che non tutto è come ricorda e il dolore per il passato tornerà vivo e intenso.

    Ho apprezzato particolarmente due cose di questo romanzo: i personaggi e lo stile. I personaggi hanno, a mio parere, subito un evoluzione enorme. Cassia ha scoperto nuovi lati di sé, lati coraggiosi e intraprendenti, desiderosi di ribellarsi ad una Società troppo rigida e finta. Verrà inoltre particolarmente approfondito il personaggio di Ky. Attraverso flashback che mostreranno i ricordi dell'infanzia del ragazzo, vedremo come ha vissuto quando ancora non era un Aberrazione e come lo è diventato a causa di suo padre. Scopriremo il suo dolore e la sua nostalgia, insieme alla sua voglia di una vita normale insieme a Cassia. L'amore tra Cassia e Ky, seppur leggermente meno presente che nel primo volume, non mancherà e attraverso i pensieri dei protagonisti accompagnerà il lettore pagina dopo pagina. I nuovi personaggi introdotti non saranno superficiali, ma al contrario riceveranno una caratterizzazione esemplare, degna di Ally Condie. Vic, da estraneo ad amico per Ky; Eli, estremamente simile al fratellino di Cassia e Indie, per quanto strana e sospetta possa essere, non può che essere compresa. Lo stile di Ally Condie rimane lo stesso del primo volume, subisce anzi un miglioramento a mio parere: nella desolazione delle Province Esterne, i suoi tratti poetici saranno ancora più marcati e la poesia sarà costantemente un contorno alle vicende narrate.

    Per quanto possa essere definito un semplice libro di "passaggio", Crossed non delude le aspettative, lasciandosi leggere con piacere e alimentando pagina dopo pagina la curiosità di scoprire come finiranno le avventure dei protagonisti. Per quanto non sia un libro ricco d'azione, non ci saranno punti lenti o pesanti, ma grazie allo stile fluido e incredibile dell'autrice, il lettore non troverà punti stancanti all'interno del romanzo. Avrei voluto dire di più sulla trama, ma credo di aver detto l'indispensabile. Crossed merita di essere letto senza dubbio: capace di trasportarti nelle Province Esterne accanto ai protagonisti, capace di diffondere dentro di te il senso di desolazione e sconfitta che permea le pagine del libro e allo stesso tempo la determinazione e la promessa di un mondo migliore.

    http://clary-booktime.blogspot.it/2012/05/recensione-crossed.html

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    2

    Mai più come prima

    Sí lo ammetto. Lo sapevo sin dall'inizio che interrompere a metà "Crossed" per cominciare una trilogia così universalmente amata come "Hunger Games" non avrebbe portato nulla di buono. Un po' come ...continue

    Sí lo ammetto. Lo sapevo sin dall'inizio che interrompere a metà "Crossed" per cominciare una trilogia così universalmente amata come "Hunger Games" non avrebbe portato nulla di buono. Un po' come quando quest'estate stavo leggendo "La strega di Ilse" e poi ho cominciato "Il gioco del trono". Uno non può passare dal medio al top e poi aspettarsi di tornare indietro, già sono quindici giorni che non mi sembra di pensare ad altro che ad "Hunger Games", con tanto di visione del film pirata in inglese, LO SO che non mi posso lamentare di "Crossed". Ma tant'è: se go scoperto "Hunger Games" è perché la trilogia di Allie Condie viene paragonata a quella della Collins in senso positivo, come il miglior YA distopian degli ultimi anni. "Matched" mi era piaciuto tanto quest'estate, l'avevo proprio divorato. Questo l'ho trovato di una pochezza allucinante. Cassia e Ky si cercano e infine trovano nelle Provincie Esterne, dove cose orribili succedono alle Aberrazioni mandate a morire. Prima parte interessante, scopriamo cose sulla Società, poi si entra nel canyon ed è finita la festa, Avanti e indietro, su e giù, montagna e pianura. Ti amo non ti amo ti seguo non ti seguo. Anche il dilemma, legittimo e interessante, di Ky sulla ribellione finisce per diventare solo un incredibile polpettone. Si spera nel terzo. Intanto tocca cambiare genere, e rinfrescarsi la mente. (Non ci credo neanch'io mentre lo dico, dipendo da Hunger Games. Ma del resto tre mesi fa volevo uccidermi per aver finito anche Dance with Dragons, c'è sempre speranza)

    said on 

  • 2

    中文書譯名:《交錯:完美世界系列II》

    第一集還不錯,但這集怎麼可以無聊、無趣到這種地步,決定放棄看第三部曲了!

    said on 

Sorting by