Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Cul-de-sac

Di

Editore: Dalai editore (Vidocq)

3.8
(40)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 191 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8866201065 | Isbn-13: 9788866201069 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Cul-de-sac?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
A Trieste, leggere la pagina della cronaca nera è noioso quanto fare la fila alle poste. Ci penserà Ljudmila Horvat, killer croata e fervente cattolica, a movimentare la sonnolenta città spazzata da una bora gelida. In compagnia di un ex poliziotto croato-bosniaco, la donna dovrà impedire che un oligarca russo riesca a portare a termine il suo piano criminoso: mettere in piedi un traffico illecito di uranio dal Congo verso l'Iran. A complicare la situazione entra in gioco Zeno Weber, ex mercenario triestino che, suo malgrado, si troverà coinvolto negli eventi.
Con "Cul-de-sac" Alberto Custerlina sposta il mirino sul confine occidentale dei Balcani, mettendo in scena tre storie intrecciate che, in una escalation di avvenimenti, trascineranno i protagonisti in un abisso senza fondo, tra fascisti irriducibili, mafiosi russi, banchieri corrotti, poliziotti convinti di avere le mani troppo legate, organizzazioni segrete e criminali di bassa lega, tutti accomunati dalla smania di potere e di soldi, tutti personaggi di una tragedia umana fin troppo reale.
Ordina per
  • 5

    Molto poco Politically correct, pieno di parolacce insomma un libro poco indicato per una signora ultracinquantenne ma quanto mi ha divertito.....
    Sembrava di leggere una la trama di un film di Tarentino e a me Tarantino piace proprio tanto

    ha scritto il 

  • 3

    Vedete tre stelle ma consideratene 3 e 1/2

    Custerlina è sempre lui: asciutto e adrenalinico quanto basta, in questo romanzo i toni violenti si abbassano notevolmente e l'interesse per i personaggi si alza un pochino.
    Lettura piacevole.

    ha scritto il 

  • 4

    A fin di bene

    Per l'ennesima volta, mi chiedo chi scriva i brevi riassunti dei risvolti di copertina. Fortunatamente, ho imparato a leggerli solo a lettura finita, se no, mi sarei chiesta se non avessi sbagliato libro!
    Bello, proprio bello e velocissimo, Cul-de-sac. Un milione di euro che fa gola a tropp ...continua

    Per l'ennesima volta, mi chiedo chi scriva i brevi riassunti dei risvolti di copertina. Fortunatamente, ho imparato a leggerli solo a lettura finita, se no, mi sarei chiesta se non avessi sbagliato libro!
    Bello, proprio bello e velocissimo, Cul-de-sac. Un milione di euro che fa gola a troppi; un commercio di uranio; assortiti personaggi che si combattono e, a volte, si alleano; un efferato sterminio di una famiglia; un oligarca russo; una croata estremamente religiosa, che uccide nel nome di Dio per liberare il mondo dal Male...e il mitico Zeno Weber! Quanto l'ho amato, questo ex militare della Folgore, ex poliziotto, ex mercenario, ex addetto alla sicurezza di supermercati, ex tutto!
    Rotola freneticamente, il libro di Custerlina, tutto azione e tutto fra Trieste e il confine slavo.
    Ho apprezzato moltissimo la scrittura ironica, veloce e accurata. Apprezzabilissima la capacità dell'autore di rendere comprensibile una trama che, in altre mani, sarebbe risultata ostica.

    ha scritto il 

  • 4

    Grande Trieste

    Non c'è niente da fare a me piace la scrittura di Custerlina. Ha il mordente di Connelly. Forte il personaggio del fascista sfigato ma non so se perdonerò Custerlina di aver ridotto la Santa a una piccola bisbetica. La trama concentrica è tutta giocata su smontaggio e montaggio. Avrei preferito u ...continua

    Non c'è niente da fare a me piace la scrittura di Custerlina. Ha il mordente di Connelly. Forte il personaggio del fascista sfigato ma non so se perdonerò Custerlina di aver ridotto la Santa a una piccola bisbetica. La trama concentrica è tutta giocata su smontaggio e montaggio. Avrei preferito una costruzione più lineare che ci facesse godere le peripezie del nazipaperino.
    Note di stile. Vorrei attirare l'attenzione sulla rapidità e incisività con cui Custerlina restituisce le atmosfere del momento. Cito:
    «Il caldo afoso infastidiva anche le zanzare. Il sole era tramontato da poco e la superficie del mare sembrava una lastra di metallo fuso.»

    «Il giorno e la notte stavano ancora discutendo sul da farsi, le nuvole erano pesanti e l'asfalto era ricoperto da una lastra di ghiaccio così dura che si sarebbe potuto giocare a curling.»

    «La neve crocchiava sotto le suole e l'aria era così fredda da sembrare incontaminata. La città era deserta, a parte qualche automobile che si muoveva con molta cautela»

    ha scritto il 

  • 4

    Rapido e senza fronzoli. Anzi, forse lo svolgimento è fin troppo sbrigativo rispetto alle premesse. Zeno Weber è un grande, Al Custerlina anche. Esigo un altro capitolo.

    ha scritto il 

  • 4

    Ci sono libri la cui lettura è una continua rincorsa tra le pagine, a causa della fitta trama e delle interazioni tra i personaggi.
    Ci sono libri che tentano con la fantasia di mettersi al pari con la vita, e questo è uno di quei libri: non privo di difetti, ma nonostante ciò, impossibile ...continua

    Ci sono libri la cui lettura è una continua rincorsa tra le pagine, a causa della fitta trama e delle interazioni tra i personaggi.
    Ci sono libri che tentano con la fantasia di mettersi al pari con la vita, e questo è uno di quei libri: non privo di difetti, ma nonostante ciò, impossibile da mollare prima di arrivare in fondo, e sperare che ci sia un seguito.

    ha scritto il 

  • 4

    rapido, veloce, con diversi piani temporali e personaggi che si incastrano in un puzzle perfetto
    Zeno Weber è un personaggio che mi ha stregato, un po' coglione e un po' duro, ottimo!
    Mia pecca: averlo letto parecchio dopo mano nera e non ricordare tutti gli agganci con quest'ultimo ...continua

    rapido, veloce, con diversi piani temporali e personaggi che si incastrano in un puzzle perfetto
    Zeno Weber è un personaggio che mi ha stregato, un po' coglione e un po' duro, ottimo!
    Mia pecca: averlo letto parecchio dopo mano nera e non ricordare tutti gli agganci con quest'ultimo

    P.S. voglio leggere al più presto altre avventure di Zeno, forza Al Custerlina, sotto a scrivere!

    ha scritto il 

  • 4

    Custerlina parte terza

    http://lideablog.wordpress.com/2011/10/19/cul-de-sac-alberto-custerlina/ Qui trovate una recensione di questo libro pubblicata su Pegasus Descending.


    http://lideablog.wordpress.com/2011/11/25/custerlina-sono-ancora-molto-affamato/ Qui, invece, una intervista all'autore. Sempre su Pegasus D ...continua

    http://lideablog.wordpress.com/2011/10/19/cul-de-sac-alberto-custerlina/ Qui trovate una recensione di questo libro pubblicata su Pegasus Descending.

    http://lideablog.wordpress.com/2011/11/25/custerlina-sono-ancora-molto-affamato/ Qui, invece, una intervista all'autore. Sempre su Pegasus Descending.

    ha scritto il