Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Cuna de gato

By

Publisher: Plaza & Janés Editores, S.A.

4.0
(1913)

Language:Español | Number of Pages: 222 | Format: Mass Market Paperback | In other languages: (other languages) English , French , Italian , Japanese , Polish , Latvian , Chi traditional , Greek , German , Catalan

Isbn-10: 8401423066 | Isbn-13: 9788401423062 | Publish date: 

Also available as: Paperback , Others

Category: Fiction & Literature , Humor , Science Fiction & Fantasy

Do you like Cuna de gato ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Tras 250000 cigarrillos, dos matrimonios y la muerte de su gato, a John sólo le queda un proyecto: escribir un libro en el que contará qué hacían los americanos ilustres el día en que la bomba atómica fue lanzada sobre Hiroshima. Y para comenzar, ¿quién mejor que el doctor Hoenikker, padre de la bomba? Hoenikker ya ha muerto, pero ha dejado la leyenda de otro provechoso descubrimiento: el hielo-nueve, que transforma todo lo que es líquido en sólido..."Un libro tan cáustico como no se había escrito desde "Un mundo feliz" de Huxley" -- Atlanta JournalKurt Vonnegut (Indianapolis, 1922) ha sido propuesto en varias ocasiones para el Premio Nobel. Su novela "Matadero Cinco" le convirtió en uno de los escritores más leídos por la juventud rebelde de los años 60 y en un clásico de la literatura norteamericana contemporánea.
Sorting by
  • 4

    I lettori di fantascienza si dividono in due categorie: quelli che apprezzano Vonnegut per il suo genio e la sua capacità di travalicare i limiti di un genere e quelli che non capiscono un cazzo. Sul ...continue

    I lettori di fantascienza si dividono in due categorie: quelli che apprezzano Vonnegut per il suo genio e la sua capacità di travalicare i limiti di un genere e quelli che non capiscono un cazzo. Sul serio, se avete dato meno di tre stelle a questo libro andate a zappare su Titano. Ghiaccio-nove parla della fine fisica e morale dell'essere umano, una fine senza (troppi) clamori e con un meraviglioso, catartico, terzo dito offerto a qualsivoglia religione. Difficile da raccontare, fate prima a leggerlo e ad apprezzarlo.

    said on 

  • 2

    Poco altro...

    Diludente.

    Definire 'trama confusionaria' l'intreccio di un romanzo di Vonnegut non vuol dire niente: volutamente confusa è anche la trama di Mattatoio n° 5 ma ciò non inficia il fatto di essere dav ...continue

    Diludente.

    Definire 'trama confusionaria' l'intreccio di un romanzo di Vonnegut non vuol dire niente: volutamente confusa è anche la trama di Mattatoio n° 5 ma ciò non inficia il fatto di essere davanti a un grandissimo libro; idem, anche se in misura minore (in quanto a trama confusionaria, intendo), per Madre Notte , altro capolavoro.

    Qui permane la follia visionaria di Vonnegut, che tanta gioia e sorpresa mi portarono nelle letture passate, ma poco altro.

    Capitoletti brevissimi per incedere con rapidità nella lettura e per invogliare il lettore a proseguire, nonostante una trama molto molto mediocre, personaggi privi di spessore, tanti confusi agganci rimandi e bluff che non si ricollegano più nel corso del racconto.

    Aspetto positivo: l'apocalisse finale è raccontata molto bene e la morale del libro (la stupidità e l'arroganza umana ci porteranno all'estinzione) trova il suo compimento.

    Poco altro, mi viene da dire. Niente a che vedere con gli altri due libri di Vonnegut citati, di gran lunga superiori.

    said on 

  • 3

    Le guerre, le armi nucleari o questa immaginaria nuova arma il "ghiaccio nove" ci porteranno alla distruzione, ma le cause prime saranno la stupidità e l'egoismo umani,
    questo è il messaggio di Vonne ...continue

    Le guerre, le armi nucleari o questa immaginaria nuova arma il "ghiaccio nove" ci porteranno alla distruzione, ma le cause prime saranno la stupidità e l'egoismo umani,
    questo è il messaggio di Vonnegut.

    Forse sopratutto all'inizio può sembrare un pò lento, in realtà fatti che sembrano irrilevanti, assumono importanza piu avanti nella storia, niente è scritto per caso e il tutto viene raccontato con una certa dose di sarcasmo.

    said on 

  • 2

    Il messaggio e il tema prinicipale del libro si colgono in maniera chiara, nonostante la lentezza del romanzo presente in alcune parti, che potrebbe scoraggiarne il prosieguo ad alcuni lettori. ...continue

    Il messaggio e il tema prinicipale del libro si colgono in maniera chiara, nonostante la lentezza del romanzo presente in alcune parti, che potrebbe scoraggiarne il prosieguo ad alcuni lettori.

    said on 

  • 4

    Da rileggere

    La pazza immaginazione di Vonnegut colpisce ancora, in un libro che precede il celebre "Mattatoio n. 5" ma ne anticipa molti dei temi. Qui sono presenti tutti i tratti caratterizzanti della sua scritt ...continue

    La pazza immaginazione di Vonnegut colpisce ancora, in un libro che precede il celebre "Mattatoio n. 5" ma ne anticipa molti dei temi. Qui sono presenti tutti i tratti caratterizzanti della sua scrittura e l'autore riesce a farci digerire questioni alquanto... indigeste, criticando aspramente la società americana, la sua allergia per la responsabilità e l'insensatezza della guerra. Nemmeno la religione si salva. Da rileggere.

    said on 

  • 5

    Scienza e religione, saggezza e follia, dramma e comicità, e soprattutto l'eterna assurdità dell'esistenza. Tutto questo e anche di più in questo romanzo di Vonnegut che, nonostante la paura della Bom ...continue

    Scienza e religione, saggezza e follia, dramma e comicità, e soprattutto l'eterna assurdità dell'esistenza. Tutto questo e anche di più in questo romanzo di Vonnegut che, nonostante la paura della Bomba sia un po' passata, risulta più attuale che mai. Un po' scollate le due parti del libro, con l'espediente che le lega davvero deboluccio, ma la potenza di ogni singolo capitolo, di ogni calipso di Bokonon è straordinaria.

    said on 

  • 3

    Ghiaccio per tutti ed abbondante! Il creatore della bomba atomica un certo Hoenikker durante un pomeriggio passato nella noia ha l'illuminante idea per l'arma definitiva. La scienza non si pone limiti ...continue

    Ghiaccio per tutti ed abbondante! Il creatore della bomba atomica un certo Hoenikker durante un pomeriggio passato nella noia ha l'illuminante idea per l'arma definitiva. La scienza non si pone limiti e per il nostro studioso era cosa buona e giusta creare un elemento che con il semplice contatto potesse ghiacciare qualsiasi cosa.
    Il nostro ci lascia le penne e lascia come eredità ai propri figli, questo elemento mortifero chiamato Ghiaccio Nove che dà il titolo al romanzo almeno in questa versione Feltrinelli visto che il titolo originale dell'opera è "Cat's Cradle" .
    Il protagonista della storia, un giornalista, cerca di ricostruire la vita di Hoenikker seguendo le sue tracce e contattando i suoi tre figli depositari del destino del mondo. Vonnegut riesce a creare una storia surreale che critica ferocemente e giustamente la guerra, il mondo moderno e in questo caso, la scienza come patrocinante di armi di distruzione di massa. Questo romanzo è molto simile a Mattatoio n.5 e Madre Notte. Sia come argomentazioni, che come struttura. In "Ghiaccio Nove" però gli elementi non si miscelano come nelle altre opere. Sinceramente, mi sono annoiato. Probabilmente la struttura a capitoli brevi, quasi trafiletti di giornale o stralci di diario che dir si voglia, mi ha imposto un ritmo di lettura un pò troppo singhiozzante. Non mi ha permesso di calarmi nei personaggi e di entusiasmarmi nella lettura come in Mattatoio o Madre Notte, nonostante un finale scoppiettante e catarticamente epico. Forse, non è un problema dell'opera, forse dopo aver letto un bel pò di Vonnegut mi sono stufato o forse quest'opera è realmente minore confronto alle altre. In ogni caso nella surrealità, l'autore è maestro di critica e riflessione sui problemi della società contemporanea. Il fatto che i tre figli poi si lascino fregare l'elemento Ghiaccio Nove chi dal governo americano, chi dal Kgb se non da un dittatore sudamericano, lascia emergere il timore dell'autore verso i fatti accaduti durante la crisi missilistica di Cuba nel 1961.
    Concludendo, ammetto che se dovessi consigliare qualcosa di Vonnegut indirizzerei verso le altre opere pluricitate da questa recensione. Ma in ogni caso leggere un romanzo di questo autore è sempre consigliato anche perché pochi scrittori riescono a scrivere opere di questo livello seppur minori.

    P.S: Stavo tralasciando anche l'aspetto della religione, un altro elemento di sarcasmo grottesco presente in questo romanzo. Il culto si pone sempre come alternativa alla scienza ma ne risulta complementare nel modo peggiore. La fede nella religione è come quello per la scienza, annulla la riflessione del singolo per accettare ciò che viene detto da un altro. Così Hoenikker diventa alter ego del santone dell'isola. Solo che anche la descrizione del culto nell'economia dell'opera mi è sembrata come un mettere carne al fuoco senza colpire come dovrebbe.

    said on 

Sorting by