Cursed

By

Publisher: Spencer Hill Press

3.3
(3)

Language: English | Number of Pages: 312 | Format: Paperback

Isbn-10: 1937053121 | Isbn-13: 9781937053123 | Publish date:  | Edition 1

Also available as: Hardcover , eBook , Others

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Do you like Cursed ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Dying sucks--and high school senior Ember McWilliams knows firsthand. After a fatal car accident, her gifted little sister brought her back. Now anything Ember touches dies. And that, well, really blows.

Ember operates on a no-touch policy with all living things--including boys. When Hayden Cromwell shows up, quoting Oscar Wilde and claiming her curse is a gift, she thinks he’s a crazed cutie. But when he tells her he can help control it, she’s more than interested. There’s just one catch: Ember has to trust Hayden's adopted father, a man she's sure has sinister reasons for collecting children whose abilities even weird her out. However, she’s willing to do anything to hold her sister's hand again. And hell, she'd also like to be able to kiss Hayden. Who wouldn't?

But when Ember learns the accident that turned her into a freak may not've been an accident at all, she’s not sure who to trust. Someone wanted her dead, and the closer she gets to the truth, the closer she is to losing not only her heart, but her life. For real this time.
Sorting by
  • 4

    http://fromabooklover.blogspot.it/2012/12/recensione-cursed-di-jennifer-l.html

    La protagonista di questa storia è Ember, un'adolescente un po' diversa dalle solite che, qualche anno prima dell'inizio ...continue

    http://fromabooklover.blogspot.it/2012/12/recensione-cursed-di-jennifer-l.html

    La protagonista di questa storia è Ember, un'adolescente un po' diversa dalle solite che, qualche anno prima dell'inizio di questa storia, è morta in un incidente stradale, salvata solo dal dono della sorella di riportare in vita i morti. Dopo l'incidente Ember ha ottenuto un potere che, per lei, è più una maledizione: con un solo tocco riesce a uccidere e adesso è costretta a vivere una vita di solitudine, in cui deve prendersi cura da sola della sorella e della madre, evitando di toccare qualsiasi essere vivente la circondi e impegnandosi per fare in modo che alla propria famiglia non manchi niente.
    Quando arriverà in città lo strano Hayden, però, che la condurrà in un paesino sperduto del West Virginia in una casa piena di ragazzi altrettanto strani, sarà il momento per Ember di fronteggiare le sue paure e i suoi demoni, confrontandosi con chi la vuole morta davvero e con chi, forse, potrebbe essere dalla sua parte.

    Cursed è un romanzo che si distacca fortemente dai "canoni" della Armentrout. Principalmente, per ora è un autoconclusivo che - a mio parere - potrebbe benissimo sbocciare in una bella serie e conquistare fan un po' ovunque, inoltre è il primo libro scritto dalla Armentrout in cui figura una protagonista non molto "ottimista", che mostra spesso i propri lati più cupi e incisivi. Nonostante il tema del "tocco mortale" sia un po' inflazionato negli ultimi tempi, infatti, l'autrice è riuscita a trasformarlo in qualcosa di interessante, rivisitandolo e soffermandosi molto sulla psicologia della sua protagonista, Ember, costringendo il lettore a vedere la situazione solo dal suo punto di vista e provando quindi rancore verso diverse situazioni per buona parte della lettura. Ovviamente in tutto questo gioca una parte fondamentale anche il talento della Armentrout e il suo stile di scrittura che coinvolge fortemente chiunque decida di iniziare un suo libro, così che nonostante l'autrice sembri qui sottotono (ricordo che questo è il suo primissimo romanzo, non come i successivi successi!) la storia riesce comunque a coinvolgere e promettere tanto per il futuro - sempre che la Armentrout decida di continuarla.
    Soffermandoci sui personaggi, ho già detto che Ember è probabilmente la protagonista più cupa mai descritta da quest'autrice, ma lo ribadisco con piacere: mi è piaciuto poter entrare nella mente di un personaggio così, perché rappresenta qualcosa di nuovo per la scrittura della Armentrout e perché è uno di quei personaggi che condiziona la lettura, imponendo il proprio punto di vista. Ovviamente anche la narrazione in prima persona ha aiutato, ma ho letto altri libri in cui questa "imposizione" non era altrettanto convincente (ciao, Juliette di Scheggie di me!), quindi sono rimasta molto soddisfatta. Per quanto riguarda i personaggi secondari, i più caratterizzati rimangono Hayden e a malapena la sorellina di Ember, cosa che mette in risalto il fatto che la Armentrout ai tempi di Cursed non avesse maturato completamente le sue capacità di scrittrice. Penso però che se decidesse di approfondire la storia, probabilmente ora come ora sarebbe capace di approfondire anche i personaggi e i loro legami, rendendola così un'avventura mozzafiato *si, mi fido TANTO della Armentrout*.

    Consiglierei Cursed? Se leggete in lingua, direi proprio di si! A chiunque abbia voglia di leggere un Urban Fantasy leggero e divertente che sappia catturare l'attenzione. Non escludo che alla fine della lettura vi venga voglia di stritolare l'autrice per non aver davvero "concluso" la storia, lasciando diverse finestre aperte su un possibile sequel, ma sicuramente ne varrà la pena!

    said on