Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Cyrano De Bergerac

By Edmond Rostland

(105)

| Paperback | 9780425125281

Like Cyrano De Bergerac ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

6 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Il Cyrano de Bergerac è una commedia eroica del 1897. Era, cioè, un'opera destinata alla rappresentazione a teatro. Il libro, infatti, è strutturato in modo tale da essere letto come copione.
    E' suddiviso in atti nei quali viene descritta l'ambientaz ...(continue)

    Il Cyrano de Bergerac è una commedia eroica del 1897. Era, cioè, un'opera destinata alla rappresentazione a teatro. Il libro, infatti, è strutturato in modo tale da essere letto come copione.
    E' suddiviso in atti nei quali viene descritta l'ambientazione. Ogni atto si divide poi in scene nelle quali non compare un vero e proprio brano, ma dialoghi con l'aggiunta, ogni tanto, delle descrizioni dei vari movimenti che i personaggi devono fare.
    Ma entriamo nel vivo della storia ora.
    Cyrano de Bergerac è il protagonista, uno spavaldo ed orgoglioso guascone che ahimè ha un grande problema con il suo naso perché, in realtà, non è il problema ad essere grande, bensì il suo naso!
    Di temperamento suscettibile, è in grado di sfidare chiunque osi offendere o prendere in giro il suo naso ed in quanto abile spadaccino, la gente del posto ha imparato molto presto che se a lungo vuole vivere, il naso di Cyrano non devono guardare.
    Cyrano è abile con la parola , così abile da far sì che Rossana si innamorasse perdutamente di ... Cristiano!
    Dovete sapere che il nostro fiero spadaccino è innamorato da gran tempo della sua bellissima cugina: Rossana. Il cuore di ella, però, batte solo per Cristiano che è di bell'aspetto ma a parlare non sa per niente.
    Rossana si confida con il suo caro Cyrano che per amore cede in prestito la sua abile parola a Cristiano.
    Fingendo di essere Cristiano, Cyrano manda lunghe lettere piene d'amore a Rossana, che in breve, si innamora del suo bel Cristiano.
    La guerra arriva e Rossana sposa il suo Cristiano che con Cyrano, parte in battaglia.
    La bella Rossana non riesce a stargli lontano, e con un trucco, ben presto li raggiunge portando loro dei vivere.
    La battaglia imperversa e Cristiano muore, lasciando Rossana triste e vedova.
    Riuscirà Cyrano a confessarle che le lettere e le parole che lei tanto amava non erano di Cristiano ma sue?
    Riuscirà a dirle che l'uomo che lei amava così tanto non era Cristiano, bensì lui?
    Sarei alquanto crudele se non vi svelassi la fine ma se lo facessi non leggereste più il libro.
    Mi limito quindi a dirvi che il libro è straordinario, vi terrà con il fiato sospeso e posso assicurarvi che tra tutti, è uno dei libri che amo di più.
    Fatevi coinvolgere, amate Cyrano ed insieme struggetevi per la bella Rossana.

    Is this helpful?

    Toglietemi tutto, ma non i miei libri said on Oct 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Ogni tanto un po' di sana poesia rigenera l'anima e la mente!

    Is this helpful?

    Wiwi said on Nov 12, 2013 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Io me ne vo... Scusate: non può essa aspettarmi. Il raggio della luna, ecco, viene a chiamarmi"

    Il personaggio di Cyrano è meraviglioso! Mi è piaciuto talmente tanto che gli ho perdonato anche di aver pronunciato una delle frasi che odio di più in assoluto: quella che definisce una bacio un apostrofo rosa fra le parole t'amo :)

    Is this helpful?

    Lara said on Feb 19, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    MUY BUEN LIBRO a la vista...Cyrano de Bergerac

    Hola otra vez... estoy por empezar a hacer lo que se supone que pretendía desde el inicio con este blog, pero es que hace falta familiarizarse con estos sistemas... (justificaciones no faltan...) Lo que me interesaba, y me sigue interesando cada vez ...(continue)

    Hola otra vez... estoy por empezar a hacer lo que se supone que pretendía desde el inicio con este blog, pero es que hace falta familiarizarse con estos sistemas... (justificaciones no faltan...) Lo que me interesaba, y me sigue interesando cada vez más, es poder ir compartiendo reflexiones sobre libros, películas y canciones... de todo tipo. Tengo cierta aversión por los bestsellers, pero al igual que otros prejuicios, debo de ser más condescendiente. PERO... es que hay entre los clásicos verdaderas joyas que caen en el olvido de quienes leen casi por snobismo.

    Por ejemplo, creo que conozco la historia de Cyrano de Bergerac, pero hasta esta semana leí el libro completo (y de hecho lo hice por que una amiga necesitaba apoyo con un proyecto que tenía que ver con esta obra de teatro), pues les digo de corazón que LO DISFRUTÉ. Un estilo magnífico, con gran sentido del humor, poesía preciosa y nada empalagosa... y un humanismo muy interesante.

    Las figuras religiosas son más bien algo terroríficas, ni frailes, ni obispos, ni monjas quedan muy bien... pero esto se encaja en la sensibilidad de la época y del autor, podríamos decir que "no toca" lo maravilloso de la obra. Así que... aunque Gandhi no me puntos por la recomendación (espero que mínimo no me cobre por la referencia...), es un libro de los que "hay que haberlos leído", así que ánimo y que lo disfruten por lo menos tanto como yo.

    Is this helpful?

    Paulina Nuñez Jiménez said on Jan 13, 2011 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    "Venite pure avanti, voi con il naso corto, signori imbellettati, io più non vi sopporto,
    infilerò la penna ben dentro al vostro orgoglio perchè con questa spada vi uccido quando voglio.

    Venite pure avanti poeti sgangherati, inutili cantanti di ...(continue)

    "Venite pure avanti, voi con il naso corto, signori imbellettati, io più non vi sopporto,
    infilerò la penna ben dentro al vostro orgoglio perchè con questa spada vi uccido quando voglio.

    Venite pure avanti poeti sgangherati, inutili cantanti di giorni sciagurati,
    buffoni che campate di versi senza forza avrete soldi e gloria, ma non avete scorza;
    godetevi il successo, godete finchè dura, che il pubblico è ammaestrato e non vi fa paura
    e andate chissà dove per non pagar le tasse col ghigno e l' ignoranza dei primi della classe.
    Io sono solo un povero cadetto di Guascogna, però non la sopporto la gente che non sogna.
    Gli orpelli? L'arrivismo? All' amo non abbocco e al fin della licenza io non perdono e tocco,
    io non perdono, non perdono e tocco!

    Facciamola finita, venite tutti avanti nuovi protagonisti, politici rampanti,
    venite portaborse, ruffiani e mezze calze, feroci conduttori di trasmissioni false
    che avete spesso fatto del qualunquismo un arte, coraggio liberisti, buttate giù le carte
    tanto ci sarà sempre chi pagherà le spese in questo benedetto, assurdo bel paese.
    Non me ne frega niente se anch' io sono sbagliato, spiacere è il mio piacere, io amo essere odiato;
    coi furbi e i prepotenti da sempre mi balocco e al fin della licenza io non perdono e tocco,
    io non perdono, non perdono e tocco!

    Ma quando sono solo con questo naso al piede
    che almeno di mezz' ora da sempre mi precede
    si spegne la mia rabbia e ricordo con dolore
    che a me è quasi proibito il sogno di un amore;
    non so quante ne ho amate, non so quante ne ho avute,
    per colpa o per destino le donne le ho perdute
    e quando sento il peso d' essere sempre solo
    mi chiudo in casa e scrivo e scrivendo mi consolo,
    ma dentro di me sento che il grande amore esiste,
    amo senza peccato, amo, ma sono triste
    perchè Rossana è bella, siamo così diversi,
    a parlarle non riesco: le parlerò coi versi, le parlerò coi versi...

    Venite gente vuota, facciamola finita, voi preti che vendete a tutti un' altra vita;
    se c'è, come voi dite, un Dio nell' infinito, guardatevi nel cuore, l' avete già tradito
    e voi materialisti, col vostro chiodo fisso, che Dio è morto e l' uomo è solo in questo abisso,
    le verità cercate per terra, da maiali, tenetevi le ghiande, lasciatemi le ali;
    tornate a casa nani, levatevi davanti, per la mia rabbia enorme mi servono giganti.
    Ai dogmi e ai pregiudizi da sempre non abbocco e al fin della licenza io non perdono e tocco,
    io non perdono, non perdono e tocco!

    Io tocco i miei nemici col naso e con la spada,
    ma in questa vita oggi non trovo più la strada.
    Non voglio rassegnarmi ad essere cattivo,
    tu sola puoi salvarmi, tu sola e te lo scrivo:
    dev' esserci, lo sento, in terra o in cielo un posto
    dove non soffriremo e tutto sarà giusto.
    Non ridere, ti prego, di queste mie parole,
    io sono solo un' ombra e tu, Rossana, il sole,
    ma tu, lo so, non ridi, dolcissima signora
    ed io non mi nascondo sotto la tua dimora
    perchè oramai lo sento, non ho sofferto invano,
    se mi ami come sono, per sempre tuo, per sempre tuo, per sempre tuo...Cirano"
    Francesco Guccini

    Is this helpful?

    Adeline_ said on Dec 15, 2010 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Esta obra de teatro simplemente es una obra de arte en cuanto a la maestría de Edmond Rostand con su ingenio en las palabras que pone en boca de Cyrano de Bergerac.

    Is this helpful?

    Elphabae said on Oct 10, 2010 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (105)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
  • English Books
  • Paperback 46 Pages
  • ISBN-10: 0425125289
  • ISBN-13: 9780425125281
  • Publisher: Berkley/FirstPublishing
  • Publish date: 1991-03-01
Improve_data of this book