Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Dżuma

By Albert Camus

(2)

| Others | 9788373161559

Like Dżuma ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

386 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Rileggere oggi la peste ti porta inevitabilmente a pensare al diffondersi dell'Ebola e al rischio che anche noi potremo vivere una situazione analoga.Sono passati circa 100 anni da allora, ma non è difficile pensare che i pensieri, i sentimenti, le s ...(continue)

    Rileggere oggi la peste ti porta inevitabilmente a pensare al diffondersi dell'Ebola e al rischio che anche noi potremo vivere una situazione analoga.Sono passati circa 100 anni da allora, ma non è difficile pensare che i pensieri, i sentimenti, le speranze degli uomini ieri come oggi siano identiche.Il vivere la separazione legata alla malattia per esempio.Basta essere messi in quarantena e sarai separato dai tuoi affetti più cari. Nella peste Camus descrive magistralmente la separazione che si viene a determinare con la chiusura delle porte della città per il rischio contagio: chi è dentro è dentro , chi è fuori è fuori. Oggi potrebbe essere una chiusura delle frontiere per esempio.
    Bellissima anche la descrizione di personaggi che sono in prima fila ad organizzare l'attacco alla epidemia, in particolare il dott.Rieux.
    Le prime pagine del libro con la morte dei topi e la presa di coscienza di essere di fronte ad una epidemia di tale portata sono pagine indimenticabili.

    Is this helpful?

    Ornella Mancin said on Oct 20, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un libro correcto, pero algo decepcionante si se considera un clásico.

    Un libro correcto, con una historia llamativa, contada con el misterio de la voz narradora, con un final adecuado, ni estridente, ni decepcionante, pero con la sensación de que se podía haber llegado más lejos. Hay momentos muy interesantes y escenas ...(continue)

    Un libro correcto, con una historia llamativa, contada con el misterio de la voz narradora, con un final adecuado, ni estridente, ni decepcionante, pero con la sensación de que se podía haber llegado más lejos. Hay momentos muy interesantes y escenas que me han parecido precursoras de las mejores novelas de Saramago.
    Pero la pega es que este libro pudiera ser considerado por alguien como un gran libro, aspirante a clásico de la literatura universal, y ahí no le he cogido el punto.

    Is this helpful?

    betv said on Oct 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    È stato inevitabile, almeno per me, fare il confronto con "Cecità" di Saramago, non tanto per lo stile (molto più impegnativo Saramago di Camus, visto l'assenza di punteggiatura e di dialoghi nel primo rispetto al secondo) ma per la trama.
    In entram ...(continue)

    È stato inevitabile, almeno per me, fare il confronto con "Cecità" di Saramago, non tanto per lo stile (molto più impegnativo Saramago di Camus, visto l'assenza di punteggiatura e di dialoghi nel primo rispetto al secondo) ma per la trama.
    In entrambi questi romanzi scoppia un'epidemia, inspiegabile in "Cecità", sempre latente in "La peste", che colpisce tutti tranne una in Saramago che, invece, risparmia pochi in Camus, metafora di un malessere interiore forse che pervade l'uomo e il mondo contemporanei ma, mentre la trama di Saramago raggiunge l'acme nel momento in cui violenza e istinto di sopravvivenza permeano ogni situazione, Camus è più interessato a rappresentare l'assurdità della vita e ad accettarne le conseguenze. L'assurdità è già che l'uomo e il mondo si trovino a convivere, senza che l'uno possa mai abbracciare e comprendere l'altro fino in fondo e senza che il mondo riesca ad accogliere pienamente l'uomo. Ma quello che più mi ha colpito in "La peste", e per questo lo preferisco a "Cecità", è la pietas che emerge nei suoi personaggi, anche quando non sono mossi dalla fede o da una innata sensibilità. Per Camus amore, dolore ed esilio costituiscono situazioni inevitabili per ogni essere umano e in questo libro le ritroviamo tutte e tre. Ne consiglio vivamente la lettura.

    Is this helpful?

    Paola C. said on Oct 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    *** This comment contains spoilers! ***

    Meditate gente

    Il romanzo ci descrive il sopraggiungere improvviso di un'epidemia di peste in un paese algerino. Fuor di metafora la peste sarebbe il nazismo che dilaga in modo irrazionale costringendo a misure estreme per combatterlo. Ecco allora che il paese vien ...(continue)

    Il romanzo ci descrive il sopraggiungere improvviso di un'epidemia di peste in un paese algerino. Fuor di metafora la peste sarebbe il nazismo che dilaga in modo irrazionale costringendo a misure estreme per combatterlo. Ecco allora che il paese viene posto in isolamento e si comincia a studiare un vaccino per combattere il morbo.
    Ognuno ha un proprio modo di affrontare l'emergenza: chi cerca conforto nella religione e chi invece si impegna per aiutare il prossimo, chi lucra al mercato nero.
    Alla fine, in modo abbastanza inaspettato, il morbo regredisce, ma bisogna comunque tenere alto il livello di attenzione perchè "il bacillo della peste non muore nè scompare mai, può restare per decine di anni addormentato". Saggezza!

    Is this helpful?

    Abc said on Oct 4, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Credo che la figura del dottor Rieux sia tra le più indimenticabili della letteratura mondiale. Concreto e sensibile, tenace e profondamente umano. Bellissimo.

    Is this helpful?

    Lau 10 said on Sep 28, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Probabilmente non sono una lettrice all'altezza di questo libro... ma penso sia legittimo aspettarsi un minimo di scorrevolezza anche dal libro più impegnativo...

    Is this helpful?

    PatriPetri said on Sep 16, 2014 | Add your feedback

Improve_data of this book