Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

DCSS

Power mechanics for power lifters

Di

Editore: Olympian's News

4.5
(6)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 768 | Formato: Paperback

Isbn-10: 8895782488 | Isbn-13: 9788895782485 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Genere: Sports, Outdoors & Adventure

Ti piace DCSS?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Questo libro è per chi non si accontenta di "prova e vedi se è ok" o "fai così perché lo fa lui che è forte, ma è per coloro che non guidano e basta, senza sapere perché cambiano le marce, ma vogliono aprire il cofano e capire come funziona il motore. Questo è un libro di Biomeccanica avanzata, garantito, ma biomeccanica specifica per la palestra: tecnica degli esercizi basilari con dovizia di particolari teorici e pratici maniacalmente ossessivo-compulsivi. Tutto questo è necessario per comprendere cosa vi succederà quando vi piazzerete oltre 100 Kg sulle spalle e la vostra spina sarà compressa. Ho voluto scrivere quello che ho appreso in 25 anni di sollevamenti: conoscenze teoriche ma anche i "trucchi" che solo la pratica può insegnare, tramandati barbaramente per tradizione orale e che non troverete mai nei libri. Poiché so che volete andare al massimo, studiate come fare. Perciò se il vostro desiderio più grande quando entrate in sala pesi, palestra luccicante o luridissimo garage che sia, è quello di sparare il bilanciere dentro il soffitto, questo è il libro che fa per voi.
Ordina per
  • 5

    Un libro di biomeccanica dell'esercizio fisico con i pesi come se non se ne trovano neanche tra i migliori testi americani e russi che conosco. Non esistono molti libri di taglio biomeccanico sull'esercizio fisico. E ci credo! L'argomento è complicatissimo, deve tenere conto di leggi della fisica ...continua

    Un libro di biomeccanica dell'esercizio fisico con i pesi come se non se ne trovano neanche tra i migliori testi americani e russi che conosco. Non esistono molti libri di taglio biomeccanico sull'esercizio fisico. E ci credo! L'argomento è complicatissimo, deve tenere conto di leggi della fisica applicate all'anatomia e alla fisiologia umana. Libro realmente innovativo, scritto da un ingegnere simpaticissimo, molto competente, di ricchissimo contenuto, con disegni e grafica non scopiazzata e di grande originalità, affronta l'argomento del movimento umano applicato ai pesi con analisi molto dettagliate e capacità di trovare soluzioni a problemi che neanche gli anatomisti sanno affrontare sebbene questi certo non debbano strettamente occuparsi di ciò ma dovrebbero essere quelli più prossimi a risolverli. Lo stile poi dell'ingegnere è di quelli che catturano con una scrittura che conquista per efficacia comunicativa, esplicativa senza perdere rigore. Cosa rara incontrare un genio! Se io fossi a capo del CONI creerei per lui un laboratorio o centro ricerche sull'argomento. Sicuramente per scriverlo si sarà esaurito, è evidente che per scrivere un libro di tale portata bisogna spaccarsi la schiena e dedicarsi anima e corpo.

    ha scritto il 

  • 5

    Non ricordo più chi scrisse che i cattivi poeti leggono solo poesia, i cattivi filosofi solo filosofia, e i cattivi romanzieri solo romanzi. Questo per dire come ogni sapere umano, tentato dall'integralismo della specializzazione, si esponga al rischio di dimenticare la correlazione con altre for ...continua

    Non ricordo più chi scrisse che i cattivi poeti leggono solo poesia, i cattivi filosofi solo filosofia, e i cattivi romanzieri solo romanzi. Questo per dire come ogni sapere umano, tentato dall'integralismo della specializzazione, si esponga al rischio di dimenticare la correlazione con altre forme e domini differenti di conoscenza , e dunque sia destinata ad incastrarsi nel vicolo cieco dell'entropia. Questo, se è vero per le discipline tradizionalmente definite umanistiche, non lo è meno per quelle tecniche. Il tecnico, anzi, è più portato, per sua natura, visto l'orientamento alla settorializzazione del sapere scientifico, a rinchiudersi in branche sempre più dettagliate ma anche sempre più anguste della disciplina di riferimento. La peculiarità di Paolo Evangelista, autore noto in rete a chi ama l'allenamento coi pesi, è di mettere a profitto il proprio bagaglio di ingegnere nell'analisi dei più importanti esercizi con sovraccarichi di cui ogni atleta che necessiti di migliorare forza e coordinazione può e deve beneficiare. Con chiarezza, pertinenza e grande esaustività, ragiona su equilibri di forze, coppie e accelerazioni, ma soprattutto utilizza una forma mentis che riesce ad arrivare a sintesi costruttive che spazzano via tutta una vulgata che soffia come un phon nel mondo dei sollevatori dilettanti, che fanno le cose perchè così le videro fare una volta da 'quello forte'. Le descrizioni dei grandi esercizi sono corredate da utilissime illustrazioni e grafici che chiariscono le cose a patto di impegnarsi in qualche piccolo sforzo per chi è disabituato come me al liguaggio matematico e geometrico. Un testo di cui decisamente si sentiva la mancanza

    ha scritto il