Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

DIENTES BLANCOS

By Zadie Smith

(24)

| Paperback | 9788495971647

Like DIENTES BLANCOS ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Situado en un barrio londinense de inmigrantes, el inmenso fresco humano que dibuja esta joven autora, tiene como epicentro las familias de Archie Jones y Samad Iqbal, dos ex combatientes de la Segunda Guerra Mundial que se encuentran después de trei Continue

Situado en un barrio londinense de inmigrantes, el inmenso fresco humano que dibuja esta joven autora, tiene como epicentro las familias de Archie Jones y Samad Iqbal, dos ex combatientes de la Segunda Guerra Mundial que se encuentran después de treinta años sin verse. Un fantástico retrato del Londres multirracial de fin de siglo y la preocupación de sus habitantes por la idea de ser británicos.

285 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Natura e cultura

    E' un libro divertente, interessante. Non sempre le sue oltre 500 pagine scorrono, ma nel complesso è un lettura gradevole. Se gli devo trovare una pecca è che la prospettiva è declinata molto più al maschile che al femminile. Comunque vale la pena. ...(continue)

    E' un libro divertente, interessante. Non sempre le sue oltre 500 pagine scorrono, ma nel complesso è un lettura gradevole. Se gli devo trovare una pecca è che la prospettiva è declinata molto più al maschile che al femminile. Comunque vale la pena.
    I temi sono molti: il melting pot culturale di Londra, la problematica dell'immigrazione e di come reagiscano e si integrino in modo diverso le persone anche con una prospettiva generazionale (a confronto la prima e la seconda generazione di immigrati), di razzismo e anche di esperimenti di eugenetica perché in fondo quello che fa Samad ai suoi figli, dividendoli, è molto simile a quello che fa Marcus col suo topo geneticamente modificato.

    Is this helpful?

    LaCitty said on Sep 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Lasciato una prima volta. Seconda chance anni dopo, ma stessa sorte dopo poche pagine.

    Is this helpful?

    Friski70 said on Sep 1, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Un libro, fondamentalmente, leggero e ironico, che però rivela alcune gemme di scrittura abile e una lontana somiglianza nella resa dei concetti con un postmoderno come DeLillo.

    Is this helpful?

    ZEN said on Aug 24, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Davvero spumeggiante come esordio. Mentre lo leggevo non mi capacitavo di come una ragazza giovane potesse scrivere con tanta arguzia, lungimiranza e, nello stesso tempo, leggerezza di identità multiculturale, arricchendo le storie con una serie di p ...(continue)

    Davvero spumeggiante come esordio. Mentre lo leggevo non mi capacitavo di come una ragazza giovane potesse scrivere con tanta arguzia, lungimiranza e, nello stesso tempo, leggerezza di identità multiculturale, arricchendo le storie con una serie di particolari divertenti e drammatici insieme formando nel complesso un racconto godibile.

    Is this helpful?

    elalma said on Aug 18, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    E' un libro ricchissimo. Di personaggi, di atmosfere, di episodi, di fantasia, di freschezza, di contrasti, di conciliazioni. Si passa da frasi folgoranti come questa “Mi ha sentito, signore mio? Non abbiamo la licenza per i suicidi, da queste parti. ...(continue)

    E' un libro ricchissimo. Di personaggi, di atmosfere, di episodi, di fantasia, di freschezza, di contrasti, di conciliazioni. Si passa da frasi folgoranti come questa “Mi ha sentito, signore mio? Non abbiamo la licenza per i suicidi, da queste parti. Questo posto è halal. Kosher, capisce? Amico, se ha veramente intenzione di morire qui, tempo che prima dovrà essere svuotato di tutto il sangue” a passi profondi come questo: “In sé il dolore è solo Dolore. Ma Dolore + Lontananza può essere = Intrattenimento, voyeurismo, interesse umano, cinéma verité, una bella risatina di pancia, un sorriso pietoso, un sopracciglio inarcato, un disprezzo contenuto”. Immigrazione è l'argomento centrale, ma vi si parla anche di religioni, fondamentalismi, famiglia, adolescenza, memoria, ricordo, radici, origini, convivenza, nuove città, scienza, etica. Un libro che tratta di melting pop, essendolo.

    Is this helpful?

    Simone Del Mondo said on Aug 4, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Bello. Un libro ben scritto e che dà soddisfazione, a leggerlo.
    Magari poteva tagliare di un (bel) po' l'ultima parte, che è decisamente più lenta e verbosa del resto.
    Ma gran bel libro.

    Is this helpful?

    Lui in Persona/La cicogna folle said on Aug 3, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Groups with this in collection

Margin notes of this book