Da dove sto chiamando

Voto medio di 1.198
| 138 contributi totali di cui 126 recensioni , 12 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Questo libro è l'autoantologia in cui lo scrittore americano, prima di morire nel 1988, raccolse i suoi trentasette racconti migliori. Sono storie di uomini e donne comuni, di vite dolorosamente normali, storie senza suspence e senza colpi di ... Continua
Ha scritto il 05/08/17
PIANETA TERRA (ARI)CHIAMA LA "REDAZIONE"
DOVETE AVERE IL CORAGGIO DELLE VOSTRE AZIONI. LA PROFESSIONALITÀ E IL RISPETTO PER GLI UTENTI PREVEDONO COME MINIMO! UNA RISPOSTA QUOTIDIANA (ALMENO UNA AL GIORNO..traduco per eventuali cerebrolesi) ALLE VALANGHE DI PROBLEMI SEGNALATE DA CENTINAIA ..." Continua...
  • 5 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 23/06/17
Qualche tempo fa, a un'amica che scriveva su facebook "Prima o poi bisognerà quantificare i danni fatti da Carver" non avevo potuto trattenermi dal rispondere che i danni pensavo, e penso, li abbiano fatti più che altro:1) la Pivano - che, ..." Continua...
  • 6 mi piace
  • 5 commenti
Ha scritto il 23/02/17
Mi è capitato di vedere una mostra di Hopper mentre leggevo questa antologia dei racconti di Carver e mi sono sembrate immagini tratte da quei racconti. Carver fotografa la vita delle famiglie americane e ne espone sotto gli occhi di tutti la parte ..." Continua...
  • 3 mi piace
Ha scritto il 20/02/17
Intenso, ottima scrittura, ma pessimista e a tratti opprimente. Bellissimo il racconto Cattedrale, struggente Una cosa piccola ma buona. Il resto non mi ha lasciato alcun segno. Apprezzo la grandezza di questo autore, ma forse Carver non è nelle ..." Continua...
  • 2 mi piace
Ha scritto il 24/06/16
Ci lasciamo dietro pezzettini di noi stessi
Carver pone di fronte a personaggi caratterizzati da pochissime e fragili pennellate, che si muovono in ambienti asciutti consumando grigi sprazzi di vita. Ogni racconto è di alto livello, ma è soprattutto nella seconda metà che la scrittura di ..." Continua...
  • 2 mi piace

Ha scritto il Jun 21, 2016, 22:46
Una volta noi due eravamo così intimi che adesso non riesco a crederci. Secondo me questa è la cosa più strana di tutte. Il ricordo di essere stata così intima con qualcuno. Eravamo così intimi che mi viene da vomitare. Non riesco neanche a ... Continua...
Pag. 455
Ha scritto il Jun 21, 2016, 22:42
Resterà sorpreso nel vedere quanta roba si può accumulare in un materasso nel corso dei mesi, nel corso degli anni. Ogni giorno, ogni notte della nostra vita, ci lasciamo dietro pezzettini di noi stessi, scaglie di questo e di quello. Dove vanno a ... Continua...
Pag. 117
Ha scritto il Jun 21, 2016, 22:41
La mattina mi versa del whiskey Teacher's sulla pancia e me lo lecca tutto e nel pomeriggio tenta di buttarsi giù dalla finestra.
Pag. 141
Ha scritto il Jun 21, 2016, 22:40
Sentivo il cuore che mi batteva. Sentivo il battito del cuore di ognuno. Sentivo il rumore umano che producevamo tutti, lì seduti, senza muoverci, nemmeno quando la stanza diventò buia.
Pag. 186
Ha scritto il Jun 21, 2016, 22:38
- E adesso chiudi gli occhi, - ha aggiunto, rivolto a me.
L'ho fatto. Li ho chiusi proprio come ha detto lui.
- Li hai chiusi? - ha chiesto. - Non imbrogliare.
- Li ho chiusi, ho risposto io.
Pag. 383

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi