Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Da principio era la neve

By Fabio Mele

(26)

| Paperback | 9788895861562

Like Da principio era la neve ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Ieri, oggi, domani? “Da principio era la neve” è un romanzo che si legge tutto d’un fiato, un biglietto di sola andata per uno straordinario viaggio tra passato, presente e futuro, un viaggio fatto di intense pulsioni, di profondissima intensità emot Continue

Ieri, oggi, domani? “Da principio era la neve” è un romanzo che si legge tutto d’un fiato, un biglietto di sola andata per uno straordinario viaggio tra passato, presente e futuro, un viaggio fatto di intense pulsioni, di profondissima intensità emotiva, di sogni “stellari”, di noia sublime, di amicizie vere e di ricerca di se stessi, di primi e teneri amori che segnano, in modo indelebile, il sorprendente passaggio dall’adolescenza all’età adulta di Alex, figlio della generazione degli anni ’80.
Un linguaggio semplice, poetico e fortemente musicale, un romanzo intessuto di coloratissime sfumature e proiettato sul magico e variopinto sfondo del Salento, terra calda e profonda come la sua gente, che l’ha accolto e preso tra le sue braccia, accompagnandolo dolcemente in questo straordinario viaggio di stagioni della vita.

9 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Una fotografia generazionale...

    Non mi sono riconosciuta in tutte le situazioni raccontate dall'autore anche se più o meno apparteniamo alla stessa generazione, però, ci sono alcuni momenti del libro che sono davvero realistici e ben scritti... adesso sono in attesa di avere il rec ...(continue)

    Non mi sono riconosciuta in tutte le situazioni raccontate dall'autore anche se più o meno apparteniamo alla stessa generazione, però, ci sono alcuni momenti del libro che sono davvero realistici e ben scritti... adesso sono in attesa di avere il recapito dell'autore per rimandargli il libro visto che ero l'ultima lettrice della catena di lettura di questo romanzo...

    Is this helpful?

    Cristina Contilli said on Jun 19, 2013 | Add your feedback

  • 2 people find this helpful

    Una bella storia fa già metà di un buon libro, ma io ho bisogno anche dell’altra metà, e qui non ci siamo: la trama è accattivante, ma si perde nello stile faticoso, nella fiera lotta dell’autore con i congiuntivi, in cui gli incolpevoli poveretti so ...(continue)

    Una bella storia fa già metà di un buon libro, ma io ho bisogno anche dell’altra metà, e qui non ci siamo: la trama è accattivante, ma si perde nello stile faticoso, nella fiera lotta dell’autore con i congiuntivi, in cui gli incolpevoli poveretti soccombono senza speranza, nei soggetti che tornano, sottintesi e quindi incomprensibili, dopo tre o quattro frasi in cui l’azione è compiuta da altri. Non mi ritengo in grado di valutare lo stile, che per certi versi può essere considerato innovativo e giovane, però so che non mi piace scontrarmi con una lettura farraginosa e dovermi fermare a ripensare alla frase appena letta per cercare di afferrarne il senso o il soggetto. È un peccato, la storia mi piace, la freschezza e la sincerità dei vent’anni per me ormai più lontani di quel che vorrei si ritrovano intatte in queste pagine, ma – almeno per i miei gusti – è davvero necessario un robusto lavoro sulla forma, partendo dalle basi, da grammatica e sintassi, per potersi presentare al grande pubblico.

    Is this helpful?

    mouette said on Feb 8, 2012 | 1 feedback

  • 3 people find this helpful

    Ascoltando, ascoltando, si impara a scrivere.

    Caro Fabio, tu mi piaci. La storia di Alex, di Aurora, di Sofia, di tutti loro è la storia di ognuno di noi. Noi che abbiamo pianto quand'è morto il Papa (ché lo ricordo, ero un po' più piccola di Alex e andavo a letto alle nove e mezza, tipo, e pian ...(continue)

    Caro Fabio, tu mi piaci. La storia di Alex, di Aurora, di Sofia, di tutti loro è la storia di ognuno di noi. Noi che abbiamo pianto quand'è morto il Papa (ché lo ricordo, ero un po' più piccola di Alex e andavo a letto alle nove e mezza, tipo, e piangevo nel cuscino ascoltando la notizia che veniva dal televisore in cucina). Noi che cantiamo dietro le note di Unintended e Toxicity e Soldier Side. Noi che, chissà come, ci siamo ritrovati adulti e solo ieri giocavamo nel campetto della scuola, ed eravamo piccoli abbastanza per entrare nelle casette per bambini dei parchi. E adesso siamo quasi laureati e chissà cosa succederà fra un anno, fra un mese, domani. E sai a chi pensavo, mentre leggevo il tuo libro? a Verga che, in una lettera all'Ojetti, scriveva: "Ascoltando, ascoltando, si impara a scrivere.". E tu hai ascoltato molto. Hai ascoltato il mondo intorno a te, il tuo Salento, la tua Lecce profumata di mare che ho visitato solo una volta in gita in terza media e adesso un po' voglio tornarci. Hai ascoltato. E anche se magari questo libro ha i suoi difetti, e non è proprio il massimo della perfezione, le cinque stellette te le becchi lo stesso. E' che mi vengono dal cuore, non posso farci niente.

    Is this helpful?

    Bianca Rita Cataldi said on Jan 25, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    La storia è tipicamente biografica, ed è una narrazione intesa in senso generazionale, quindi molti di noi, compresa me, ci si sono ritrovati. Non sempre, tuttavia, è facile mantenere il filo della trama, che si perde in molti particolari talvolta n ...(continue)

    La storia è tipicamente biografica, ed è una narrazione intesa in senso generazionale, quindi molti di noi, compresa me, ci si sono ritrovati. Non sempre, tuttavia, è facile mantenere il filo della trama, che si perde in molti particolari talvolta non necessari. L'autore dovrebbe evitare di usare spesso i puntini sospensivi: nelle prime pagine ce ne sono moltissimi, e frammentano l'incipit che è la carta da visita di un buon libro. Comunque, se di opera prima si tratta, è un inizio promettente, aspettando gli altri libri di Fabio Mele.

    Is this helpful?

    Harielle said on Oct 22, 2011 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Il libro è bello, scritto molto bene, con una freschezza di sentimenti limpidi e un po' nostalgici, si è rivelato una piacevole lettura. Mi ha molto colpito l'io narrante, il protagonista Alex che racconta la sua vita e i suoi pensieri nella fase di ...(continue)

    Il libro è bello, scritto molto bene, con una freschezza di sentimenti limpidi e un po' nostalgici, si è rivelato una piacevole lettura. Mi ha molto colpito l'io narrante, il protagonista Alex che racconta la sua vita e i suoi pensieri nella fase di passaggio dall'adolescenza all'età adulta e riesce a mantenersi autentico e vero, pur attraversando qualche pesante crisi di crescita e sentimentale. Le vicende del protagonista, insieme a quelle del mondo a lui contemporanee, sono accompagnate da sue poesie e da brani di canzoni che sottolineano con efficacia i passaggi importanti della sua vita e contribuiscono a dare un valore aggiunto alla già apprezzabile narrazione.

    Is this helpful?

    katerina said on Jul 10, 2011 | Add your feedback

Book Details

  • Rating:
    (26)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Paperback 205 Pages
  • ISBN-10: 8895861566
  • ISBN-13: 9788895861562
  • Publisher: Lupo
  • Publish date: 2009-01-01
Improve_data of this book