Dal big bang ai buchi neri

Breve storia del tempo

Di

Editore: Rizzoli (BUR Exploit)

4.1
(2832)

Lingua: Italiano | Numero di pagine: 214 | Formato: Altri | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Chi semplificata , Giapponese , Spagnolo , Tedesco , Catalano , Francese , Portoghese , Olandese , Finlandese , Greco , Sloveno , Croato , Svedese , Norvegese , Polacco , Russo , Ceco

Isbn-10: 8817019364 | Isbn-13: 9788817019361 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Libero Sosio ; Illustratore o Matitista: Ron Miller ; Prefazione: Carl Sagan

Disponibile anche come: Tascabile economico , Paperback , Copertina rigida

Genere: Educazione & Insegnamento , Non-narrativa , Scienza & Natura

Ti piace Dal big bang ai buchi neri?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
"Che cosa sappiamo sull'universo, e come lo sappiamo? Da dove è venuto, e dove sta andando? L'universo ebbe un inizio e, in tal caso cosa c'era prima? Il tempo avrà mai una fine?" Con questi quesiti Stephen Hawking introduce il lettore in una straordinaria avventura: un'emozionante cavalcata nel tempo. L'espansione dell'universo, il principio di indeterminazione, le particelle elementari e le forze della natura, l'origine e la sorte dell'universo, l'unificazione della fisica sono le grandi tappe di questo viaggio indimenticabile. Ma oltre a riassumere le conoscenze tradizionali Hawking illustra le ultime teorie sulla fisica dei buchi neri, il principio antropico, la teoria dell'universo inflazionario, l'universo contenuto in una bolla. Il titolo viene ripubblicato in una nuova veste editoriale, con la copertina che per l'occasione è stata realizzata da Hennie Haworth.
Ordina per
  • 4

    Verso l'infinito e oltre

    Assolutamente da leggere. Interessante e divulgativo... ma lo ammetto a volte l'unica cosa a cui riuscivo a pensare era "ammazza 'sti fisici che fantasia, complimenti per l'impegno... ma un paio di da ...continua

    Assolutamente da leggere. Interessante e divulgativo... ma lo ammetto a volte l'unica cosa a cui riuscivo a pensare era "ammazza 'sti fisici che fantasia, complimenti per l'impegno... ma un paio di dati? Due analisi... magari un esperimento?" Inoltre lo ammetto, io da scienziato un'equazione che spieghi i perché dell'universo non la voglio! Sono proprio il dubbio e l'incertezza a rendere la vita stimolante... la curiosità e la speranza a spronare... e forse ciò che conta è posto "adesso" non nell'infinito

    ha scritto il 

  • 3

    Un buonissimo testo divulgativo a cui mancano necessariamente le ultime scoperte, alcuni capitoli poco capibili da chi, come me, non ne capisce tanto, ma alcune cose sono spiegate come ad un bambino e ...continua

    Un buonissimo testo divulgativo a cui mancano necessariamente le ultime scoperte, alcuni capitoli poco capibili da chi, come me, non ne capisce tanto, ma alcune cose sono spiegate come ad un bambino e quindi ci sono arrivato anche io. Affascinante anche la capacità di stare tra lo scientifico ed il filosofico, l'ammissione sì/no dell'esistenza di un dio creatore

    ha scritto il 

  • 5

    "Fino a oggi la maggior parte degli scienziati sono stati troppo occupati nello sviluppo di nuove teorie che descrivono *che cosa* sia l'universo per porsi la domanda *perché?* D'altra parte, gli indi ...continua

    "Fino a oggi la maggior parte degli scienziati sono stati troppo occupati nello sviluppo di nuove teorie che descrivono *che cosa* sia l'universo per porsi la domanda *perché?* D'altra parte, gli individui professionalmente qualificati a chiedersi sempre perché, essendo filosofi, non sono riusciti a tenere il passo col progresso delle teorie scientifiche. (…) Se però perverremo a scoprire una teoria completa, essa dovrebbe essere col tempo comprensibile a tutti nei suoi principi generali, e non solo a pochi scienziati. Noi tutti - filosofi, scienziati e gente comune - dovremmo allora essere in grado di partecipare alla discussione del problema del perché noi e l’universo esistiamo."

    ha scritto il 

  • 5

    Che sia la luce

    La luce nel senso della conoscenza. Questo libro è un viaggio nella comprensione dell'universo e della sua storia delle teorie che ne hanno tentato le descrizione. In alcuni passaggi non è di immediat ...continua

    La luce nel senso della conoscenza. Questo libro è un viaggio nella comprensione dell'universo e della sua storia delle teorie che ne hanno tentato le descrizione. In alcuni passaggi non è di immediata comprensione ma dipende dai temi trattati che non sempre di facile assimilazione. Il risultato è però a mio avviso entusiasmante. Sapere per esempio che tutto l'oro presente sulla terra è stato originato da una (o più) stella morente (e morente solo in supernova) è qualcosa chi mi ha fatto riflettere a lungo.

    ha scritto il 

  • 2

    Per i non addetti ai lavori

    Anche se scritto in maniera semplice, per quanto un trattato di fisica e cosmologia possa esserlo, il risultato è comunque un testo non di semplice e immediata comprensione, soprattutto se non hai bas ...continua

    Anche se scritto in maniera semplice, per quanto un trattato di fisica e cosmologia possa esserlo, il risultato è comunque un testo non di semplice e immediata comprensione, soprattutto se non hai basi di fisica.

    ha scritto il 

  • 0

    Difficile esprimere un parere su un libro di cui si è afferrato sì e no un quinto, a spizzichi e bocconi e questo nonostante Hawking cerchi di restare facile e colloquiale, pescando esempi direttament ...continua

    Difficile esprimere un parere su un libro di cui si è afferrato sì e no un quinto, a spizzichi e bocconi e questo nonostante Hawking cerchi di restare facile e colloquiale, pescando esempi direttamente dalla vita quotidiana delle persone e calando qui e lì un aneddoto per alleggerire il discorso. Puntualmente e credo inevitabilmente però, quando si trova davanti a punti chiave troppo importanti per aggirarli e troppo complessi per lanciarsi in spiegazioni che il popolino bue non afferrerebbe, chiude in maniera dogmatica: è così e bom. Ad ogni metà-capitolo ci si trova davanti ad un gradino che alza il livello di difficoltà così che dalla tre quarti in poi non ho afferrato che le grandissime linee, ma è tutta ed esclusicamente colpa della mia ignoranza.
    Comunque è una lettura interessante perché quelle nozioni che son riuscite a far breccia nella mia corazza di caproneria in fisica, specie quelle più filosofiche, mi si sono presentate come delle autentiche rivelazioni che mi hanno sollecitato parecchie riflessioni, in particolare sulla natura del tempo.

    Tutto bene però adesso mi ci vanno un paio di Harmony per rimettermi in quadro.

    ha scritto il 

  • 4

    Exciting start. Complex when it comes to particles and some other mathematical details. So much passion on the chapters of blacks holes. Important historical-scientific summary for the future generati ...continua

    Exciting start. Complex when it comes to particles and some other mathematical details. So much passion on the chapters of blacks holes. Important historical-scientific summary for the future generations. - Inizio accattivante. Complesso quando parla di particelle o altri dettagli matematici. Tanta passione sui capitoli dei buchi neri. Importante riassunto storico-scientifico per le generazioni future.

    ha scritto il 

Ordina per
Ordina per