Non si muovono certo in un mondo di illusioni Lee e Dwight, poliziotti, pugili, amici. Eppure il pericolo più grave per loro non arriva dalla folla di relitti umani e delinquenti che li circondano, né dalla violenza e dalla corruzione di Los ... Continua
Ha scritto il 11/09/17
Dicono che James Ellroy sia bravo. A me ha annoiato mortalmente, a proposito di noir. Un guazzabuglio di nomi, soprannomi e cognomi, spesso ripetuti mille volte ogni tre pagine. Poi il solito gruppo di poliziotto corrotti, il buono e sentimentale ..." Continua...
Ha scritto il 22/05/17
Non l’ho mai conosciuta da viva. Lei, per me, esiste solo attraverso gli altri, nell’evidenza delle loro reazioni alla sua morte. Scavando a ritroso e attenendomi ai fatti posso dire che era una ragazza triste e una puttana. Nella migliore delle ..." Continua...
  • 6 mi piace
Ha scritto il 01/03/17
Questo romanzo scritto benissimo e con una buona dose di suspense ruota fondamentalmente attorno ad un'ossessione:chi ha ucciso la Dalia nera ? Ellroy richiama un fatto realmente accaduto, descrive la malavita, gli ambienti corrotti di una Los ..." Continua...
  • 4 mi piace
Ha scritto il 17/01/17
Il corpo senza vita e orribilmente mutilato di Elisabeth Short fu ritrovato in un campo il 15 gennaio 1947. Questo è il fatto di cronaca da cui si dipana l'intricata trama di questo bellissimo romanzo e intorno al quale Ellroy crea personaggi e ..." Continua...
  • 5 mi piace
Ha scritto il 27/09/16
La mattina del 15 gennaio 1947 il corpo orribilmente squarciato e mutilato della giovane Elizabeth Short viene ritrovato in un quartiere di Los Angeles. Per la stampa Elizabeth diventa in breve la Dalia Nera, ed il suo è uno dei più noti casi ..." Continua...
  • 4 mi piace
  • 2 commenti

Ha scritto il Jan 10, 2016, 18:50
Non ammetto che la brutalità governi la mia vita
Ha scritto il Jan 08, 2015, 11:49
Scompigliai l'acconciatura di Madeleine-Dalia. Lei tornò a essere solo una ragazza vestita di nero. Mentre l'ammanettavo dietro la schiena mi parve di sprofondare nella fossa sabbiosa accanto al mio amico, con i vermi che mi fuoriuscivano dalle ... Continua...
Pag. 342
Ha scritto il Feb 02, 2012, 12:34
«Centrale Omicidi, tenente Millard.» «Russ, sono Bucky.» «Che cosa c'è, prezzemolo? Sembri piuttosto eccitato.» «Russ, credo di aver messo le mani su qualche cosa. Non te lo posso dire su due piedi, ma ho bisogno di due favori.» «Si tratta ... Continua...
Pag. 187
  • 1 commento
Ha scritto il Feb 02, 2012, 12:32
Short infilò i pollici nella cintura dei pantaloni e prese a dondolare sulla sedia. «Betty andava matta per gli uomini, soprattutto per quelli in divisa. Quando stava da me invece di tenere la casa in ordine gironzolava sull'Hollywood Boulevard e ... Continua...
Pag. 80
  • 1 commento
Ha scritto il Feb 02, 2012, 12:29
Lanciai un'occhiata a Blanchard. «Tu e io, vero?» Blanchard ammiccò. «Ghiaccio e Fuoco. Spiegagli anche il resto, Ellis.» Loew ebbe un moto di stizza nel sentirsi chiamare per nome, ma proseguì: «Un incontro di dieci round fra tre settimane ... Continua...
Pag. 16
  • 1 mi piace
  • 1 commento

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi