Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Dallo sciamano al raver

Saggio sulla transe

Di

Editore: Apogeo

3.9
(21)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Altri

Isbn-10: 8850327951 | Isbn-13: 9788850327959 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1ª ed.

Genere: Religion & Spirituality , Social Science

Ti piace Dallo sciamano al raver?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
La transe, che durante il XIX secolo è stata collegata a esperimenti medianici e ipnotici, è diventata oggetto di ricerche etnologiche. In Occidente oggi la trase non riguarda più solo pochi specialisti, ma affiora anche nella nostra civiltà, di solito in esperienze liminari di uscita"fuori"di sé, o"al fondo"di se stessi, con il moltipllcarsi di tentativi di partecipazione diretta con il "sacro", di meditazione, di comunicazione con l'universale tramite le droghe psichedeliche, la musica, le tecniche corporee orientali e, talvolta, immersioni nell'irrazionale. In questo saggio sempre attuale, Lapassade inizia a interrogarsi e a porre le basi teoriche per gli studi sulla transe. L'autore sostiene la necessità di iniziare a interessarsi realmente a ciò che accade in altre culture, ritrovando dispositivi, procedure iniziatiche e tecniche di prospettiva di una ripresa creativa e consapevole delle proprie risorse vitali. La prima parte del libro descrive la genealogia delle varie figure della transe, dalle società primitive fino alle nuove forme di transe metropolitane, passando attraverso i culti di Dioniso, il vodu, il sabba del Medioevo. Nella seconda parte, la transe investe la psicosociologia dei gruppi e la psicoterapia rituale. Infine, la terza parte presenta gli aspetti principali di un'antropologia della transe e affronta anche il problema dell'eventuale "simulazione" di questo stato "secondo" del corpo e della coscienza.
Ordina per
  • 3

    Curioso saggio che risente unicamente del difetto di rimanere in mezzo al guado: dice troppo o troppo poco a seconda di come la si vede. Gli spunti di vero interesse sono innumerevoli e veramente sorprendenti. Lo studio di una pratica e di uno "stato", la transe, cosi' presente e allo stesso cosi ...continua

    Curioso saggio che risente unicamente del difetto di rimanere in mezzo al guado: dice troppo o troppo poco a seconda di come la si vede. Gli spunti di vero interesse sono innumerevoli e veramente sorprendenti. Lo studio di una pratica e di uno "stato", la transe, cosi' presente e allo stesso cosi' rimosso dalla cultura ufficiale, ripercorso lungo millenni e a latitudini totalmente differenti. Ma nessuna distanza culturale, temporale, spaziale impedisce l'identificazione di un terreno comune di azione sul quale si muove l'uomo da tempo immemorabile.

    ha scritto il 

  • 4

    Un "viaggio"

    Un libro indimenticabile, curioso e affascinante, capace di stupire. Mi ha trascinata nei "viaggi" più impensabili, grazie al prof. di psicologia dinamica che l'aveva messo in programma.

    ha scritto il