Dance dance dance

Voto medio di 6112
| 1245 contributi totali di cui 947 recensioni , 297 citazioni , 0 immagini , 0 note , 1 video
È un giorno di marzo, al Dolphin Hotel di Sapporo, a.d. 1983. Alla radio suonano gli Human League. E poi Fleetwood Mac, Abba, Bee Gees ecc. Uno strano mondo, questo, dove tutto - o quasi - si può comprare. C'è un giornalista free lance che ha ... Continua
Ha scritto il 16/07/17
Surreale e suggestivo
Primo libro letto dell'autore, non posso non affermare che sono stata immediatamente affascinata dal suo stile.Ritengo che la dimensione in cui Murakami ci trasporta attraverso Dance dance dance sia in grado di ribaltare la realtà come la ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • 2 commenti
  • Rispondi
Ha scritto il 22/06/17
Il mio primo Murakami
Siccome lavoro in una piccola birreria nella quale uno dei clienti-tipo è l'intellettuale (o presunto tale) che sorseggia una bevanda leggendo Murakami, avevo un forte pregiudizio negativo sull'autore e sono dovuta arrivare alla veneranda eta' di ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • Rispondi
Ha scritto il 12/06/17
Si può sapere che succede?
Un altro libro di Murakami difficile da recensire ahimè. Più forte di 1q84 letto in precedenza, qui parliamo di una lezione di vita ( o più lezioni di vita) che dovremmo apprendere tutti: danzare. Continuare a danzare, non importa come, non ..." Continua...
  • 5 mi piace
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il 03/04/17
Tutto l'amore del mondo (non ci salverà?)
E' uno dei libri più difficili da recensire che io abbia mai letto.Premetto: è la prima volta che leggo Murakami.Postilla: l'autore sa assolutamente scrivere. Constatazione innegabile e cristallina.La recensione è un grosso punto interrogativo. ..." Continua...
  • 3 mi piace
  • 1 commento
  • Rispondi
Ha scritto il 16/02/17
Imperturbabile protagonista alla ricerca di qualcuno o forse qualcosa o forse sè stesso
Il protagonista è lo stesso giornalista incontrato nel libro "Nel segno della pecora" sempre di Murakami. Tuttavia non è un sequel, può essere benissimo inteso come romanzo a sè. Narrato in prima persona, il racconto ci porta ad assistere alla ..." Continua...
  • Rispondi

Ha scritto il Jun 11, 2017, 13:37
"Ogni volta che muore una persona , è come se qualcosa di me se ne andasse."
Pag. 348
  • Rispondi
Ha scritto il Jun 11, 2017, 13:32
"Un senso di impotenza," - fece Yuki - " Ti senti in balia di qualcosa di molto più grande di te, e ti sembra che qualsiasi cosa tu faccia non serva a niente."
Pag. 345
  • Rispondi
Ha scritto il Jun 11, 2017, 12:24
"Bisogna aspettare. Aspettare con calma il momento giusto. Osservare che piega prendono le cose, senza cercare di intervenire a tutti i costi. Sforzarsi di guardare la situazione in modo imparziale. Facendo così, si capisce naturalmente cosa è ... Continua...
Pag. 317
  • Rispondi
Ha scritto il Jun 11, 2017, 12:18
" Riesce sempre a ferirmi. Sempre. E non se ne rende conto per niente. E la cosa assurda è che mi vuole bene. "
Pag. 315
  • Rispondi
Ha scritto il Jun 07, 2017, 13:38
Per me l'amore è una cosa terribilmente imperfetta. A volte ci sono errori di trasmissione. A volte non si conosce il numero. A volte ti chiamano, ma hanno sbagliato numero. Non c'è niente da fare. Finché vivremo in questo corpo, sarà così.
Pag. 157
  • Rispondi

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

Ha scritto il Apr 03, 2017, 17:56
L'esondazione dell'Aniene
Autore:
  • Rispondi

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi