Ha scritto il 01/09/17
La lunga ricerca della persuasione
"La conversazione e la socievolezza umana, come ben sapeva anche il Mefistofele goethiano, sono la condizione in cui ognuno trova realmente se stesso" (p. 279): tutto il contrario, quindi, dell'amore per la solitudine (alimentato dal disprezzo per ..." Continua...
  • 4 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 31/05/17
Magris e un gruppo di amici vanno dalle sorgenti del Danubio fino alla foce. E nel frattempo fanno cose e vedono gente.
  • 1 mi piace
Ha scritto il 27/03/17
Meraviglioso!
Ha scritto il 21/03/17
Capolavoro
Un libro allo stesso tempo romanzo, reportage e saggio in cui l’autore segue lo scorrere geografico del Danubio dalle sorgenti al delta, idea geniale dalla quale scaturiscono intrecci superbi fra la grande Storia e gli aneddoti e le storie private ..." Continua...
  • 1 mi piace
Ha scritto il 08/12/16
I treni del tempo
"Il tempo si assottiglia, si allunga, si contrae, si rapprende in grumi che sembra di toccare con mano o si dissolve come banchi di nebbia che si dirada e svanisce nel nulla; è come se avesse molti binari, che s’intersecano e si divaricano, sui ..." Continua...
  • 7 mi piace
  • 1 commento

Ha scritto il Nov 30, 2015, 18:18
(Il Danubio) «È il fiume di Vienna, di Bratislava, di Budapest, di Belgrado, della Dacia, il nastro che attraversa e cinge, come l’Oceano cingeva il mondo greco, l’Austria asburgica, della quale il mito e l’ideologia hanno fatto il simbolo ... Continua...
Pag. 28
Ha scritto il Jul 05, 2015, 19:56
Il fiume conduce dunque alla sorgente e quelle bocche nel Mar Nero, dai nomi altisonanti, sono la fonte anziché la fine, sono l'ingresso nella vita? Forse ogni viaggio si avvia verso l'origine, alla ricerca del proprio volto e del fiat che l'ha ... Continua...
Ha scritto il Jul 05, 2015, 19:52
La vita è un compromesso e la vera scorciatoia può essere talvolta la via apparentemente più lunga. Kàdàr
Ha scritto il Jul 05, 2015, 19:49
Solo davanti la morte fa paura.
Di dietro
è tutto bello innocente all'improvviso.
Maschera di carnevale, nella quale,
dopo la mezzanotte acqua raccogli
per bere o, sudato, lavarti.

Mila Rùfus
Ha scritto il Jul 05, 2015, 19:49
Marco Aurelio coltivava le cose essenziali, consapevole che la persona è costituita dai valori in cui essa crede e che stampano sul suo volto l'impronta della loro nobiltà o della loro volgarità; l'anima si tinge delle immagini che in essa si ... Continua...

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi