Lingua: Italiano | Numero di pagine: 350 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Spagnolo , Portoghese , Francese

Isbn-10: 8876250565 | Isbn-13: 9788876250569 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Traduttore: Chiara Marmugi , Luca Fusari , Simona Adami

Disponibile anche come: eBook , Altri

Genere: Rosa , Fantascienza & Fantasy , Adolescenti

Ti piace Danze dall'inferno?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis

ACQUISTA LIBRO
Acquisto non disponibile
per questo libro
Descrizione del libro
Questo libro è una raccolta di brevi storie di famosi autori per ragazzi che esplorano il lato oscuro di una tradizione.Questi racconti sono in grado di catturare anche il più riluttante dei lettori, ogni storia è piena di forti ed attraenti personaggi.Una particolarità della collezione è che c'è un ottimo bilanciamento tra i differenti aspetti dell'orrore che ogni scrittore approfondisce.La breve storia di Stephenie Meyer è intitolata "Hell on Earth".In questo racconto incontriamo Sheba, un demone sulla terra che ama portare sofferenza agli altri.Il suo piano sta funzionando, perchè tutti al ballo stanno vivendo un momento orribile. Tutti eccetto Gabe, che non sembra propriamente felice ma almeno sereno.Il tempo che occorre a Sheba per rendersi conto di cosa sta succedendo, è troppo tardi e il ballo potrebbe avere un lieto fine dopotutto...
Ordina per
  • 3

    De todos los libro que he leído de la serie "en el infierno" (Amor en..., vacaciones en... y noches de baile en...) este es el que más me ha gustado.

    Está escrito por múltiples autores, lo que hace qu ...continua

    De todos los libro que he leído de la serie "en el infierno" (Amor en..., vacaciones en... y noches de baile en...) este es el que más me ha gustado.

    Está escrito por múltiples autores, lo que hace que la calidad, estilo y estructura literaria cambien en cada relato. En general, puedo decir que están bien escritos y estructurados de manera más coherente que otros libro de la misma serie.

    Respecto al contenido de las historias, la variedad es la nota predominante. El único elemento en común de los cinco relatos es que en algún momento del argumento, los protagonistas están en un baile de fin de curso, de esos que organizan los institutos americanos. A partir de ahí cada historia sigue su curso con mayor o menor acierto.

    En este caso puedo decir que me han gustado las cinco historias. Aunque curiosamente todas tienen un final incompleto y, algunas de ellas, te dejan con ganas de más.

    En resumen, Noches de baile en el infierno, es un libro juvenil entretenido, que cumple con lo que promete, pero totalmente prescindible dado el carácter de las historias y su abierto final.

    ha scritto il 

  • 2

    Non mi va di ballare

    Danze dall'Inferno è una raccolta di racconti urban fantasy per adolescenti scritti da cinque autrici: Meg Cabot, Kim Harrison, Michele Jaffe, Stephanie Meyer e Lauren Myracle.
    Non ho nulla contro i r ...continua

    Danze dall'Inferno è una raccolta di racconti urban fantasy per adolescenti scritti da cinque autrici: Meg Cabot, Kim Harrison, Michele Jaffe, Stephanie Meyer e Lauren Myracle.
    Non ho nulla contro i racconti ma il più delle volte lasciano l'amaro in bocca perché a causa della loro brevità ne risente quasi sempre la storia e soprattutto la caratterizzazione dei personaggi.
    In questo caso non solo è avvenuto ma la maggior parte dei racconti lasciano domande senza risposta come a far intendere che ci sia qualcosa dopo da leggere (ma che non c'è).
    Non sto a raccontarvi singolarmente i racconti, però posso dirvi che in comune hanno non solo l'aspetto paranormale (presenza di vampiri, super poteri, angeli, demoni, oggetti magici etc. etc.) ma anche il famoso ballo americano di fine anno scolastico.
    Ma ora passiamo al mio giudizio sui singoli racconti.
    La figlia dell'ammazza-vampiri di Meg Cabot: Punti di vista differenti che spesso creano confusione nel lettore.
    Il mazzolino di Lauren Myracle: Prevedibile ma è l'unico che non lascia niente in sospeso, anche se ha un finale amaro.
    Madison Avery e la F.A.L.C.E di Kim Harrison: uno dei miei preferiti. E' diventata poi una trilogia (Madison Avery Trilogy) che qui in Italia non è mai stata pubblicata.
    Provaci ancora, Signorina Kiss di Michele Jaffe è quello più ironico e intrigante. Peccato non esista un romanzo vero e proprio.
    Ballo infernale di Stephanie Meyer: Carino ma anche qui lascia alcune questioni in sospeso.

    ha scritto il 

  • 3

    Carino, niente di speciale. Tre racconti su cinque non hanno un finale, sarebbe carino se venissero allungati e terminati. Il racconto di Kim Harrison - Medison Avery l'ho trovato interessante, ma anc ...continua

    Carino, niente di speciale. Tre racconti su cinque non hanno un finale, sarebbe carino se venissero allungati e terminati. Il racconto di Kim Harrison - Medison Avery l'ho trovato interessante, ma anche in quello mi piacerebbe dargli un finale più dettagliato. Quello di Michele Jaffe, tutto sommato come finale ci stava.

    ha scritto il 

  • 2

    Acquisto deludente

    Avevo appena finito di leggere L'Ospite (consigliatissimo) e avendo già letto l'intera saga di Twilight andavo in cerca di qualche altro prodotto della Meyer per portare avanti "l'idillio di lettura", ...continua

    Avevo appena finito di leggere L'Ospite (consigliatissimo) e avendo già letto l'intera saga di Twilight andavo in cerca di qualche altro prodotto della Meyer per portare avanti "l'idillio di lettura", alla Feltrinelli trovai questo.

    Idillio non spezzato, ma proprio mandato in frantumi.

    Se non fosse stato per il nome della Meyer molto probabilmente non l'avrei mai comprato. Raramente considero sprecati dei soldi spesi in libri, ma questa sottospecie di raccolta di storie brevi veramente me la sarei risparmiata. Tanto poco mi piacquero i vari racconti che a sprazzi ricordo solo quello della Meyer, e nemmeno nei dettagli. Insomma, se proprio siete curiosi non lo comprate, limitatevi a prenderlo in prestito.

    ha scritto il 

  • 4

    Le quattro stelle sono per il racconto di Stephenie Meyer che mi è piaciuto molto e quello di Meg Cabot, anche scorrevoli nella lettura. Gli altri tre sinceramente non li ho finiti, non mi sono piaciu ...continua

    Le quattro stelle sono per il racconto di Stephenie Meyer che mi è piaciuto molto e quello di Meg Cabot, anche scorrevoli nella lettura. Gli altri tre sinceramente non li ho finiti, non mi sono piaciuti.
    Lo consiglio solo per quei due.

    ha scritto il 

Ordina per