Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Zoek Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

De grap

By

Uitgever: Flamingo

4.0
(2287)

Language:Nederlands | Number of Pages: 344 | Format: Others | In other languages: (other languages) English , Chi simplified , Chi traditional , German , Italian , French , Czech , Spanish , Catalan , Japanese , Latvian

Isbn-10: 9041407065 | Isbn-13: 9789041407061 | Publish date: 

Also available as: Hardcover

Category: Fiction & Literature , Medicine , Philosophy

Do you like De grap ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
De grap, de eerste roman van meesterschrijver Milan Kundera, verscheen in 1967 en maakte de schrijver op slag beroemd.
Wanneer de jonge man Ludvík aan zijn vriendin als grap een briefkaart met politiek gewaagde teksten stuurt, valt deze kaart in verkeerde handen. Als straf moet Ludvík voor bepaalde tijd in de kolenmijnen werken. Na zijn terugkeer verleidt hij bij wijze van wraakzuchtige grap de vrouw van de man die hem zo wreed vervolgde. De grap is een verhaal waarin politiek, liefde en dood op een zeer directe, bijna elementaire manier met elkaar in conflict komen.
Sorting by
  • 3

    Eppur doveva essere solo uno scherzo.

    Da un semplice scherzo si è arrivati alla "devastazione" di vite intrecciate a quella di Ludvik. Sotto il comunismo non si scherza e a farne le spese è il giovane Ludvik, che passa da una vita piena ...doorgaan

    Da un semplice scherzo si è arrivati alla "devastazione" di vite intrecciate a quella di Ludvik. Sotto il comunismo non si scherza e a farne le spese è il giovane Ludvik, che passa da una vita piena di obbiettivi di successo a una lunga discesa verso la vendetta. In tale sentimento ci finiscono tutti coloro che incrociano il suo cammino. Un libro molto riflessivo, a tratti persino "pesante" ma in fondo porta un bagaglio di morale interessante.

    gezegd op 

  • 4

    Lo scherzo è il ridicolo della dittatura o forse del potere.
    Il suo essere privo di ironia e quindi pericoloso perchè si prende troppo sul serio e schiaccia chi non lo accetta.

    gezegd op 

  • 2

    LETTURA COLLETTIVA (GRUPPO OMONIMO) DI FEBBRAIO 2015 consigliato da POLLAPOLLINA

    Ammetto che ho faticato a finire questo libro e se non avessi dovuto portare a termine una sfida sicuramente l'avrei abbandonato.....
    Anche questo secondo tentativo (il primo lo avevo fatto con "L'ins ...doorgaan

    Ammetto che ho faticato a finire questo libro e se non avessi dovuto portare a termine una sfida sicuramente l'avrei abbandonato.....
    Anche questo secondo tentativo (il primo lo avevo fatto con "L'insostenibile leggerezza dell'essere") quindi, non e' andato a buon fine:lo stile di questo autore non riesce a coinvolgermi, fatico a leggere e concentrarmi sulle pagine e non riesco ad immedesimarmi con i personaggi.....
    Non credo che leggerò altro di questo autore.......

    gezegd op 

  • 4

    Con la sua comprovata maestria Kundera inventa una trama per raccontarci quanto sia inefficace l'odio e il rancore, e quanto esso conduca all'errore e a compiere del male peggiore - ma inutile - rispe ...doorgaan

    Con la sua comprovata maestria Kundera inventa una trama per raccontarci quanto sia inefficace l'odio e il rancore, e quanto esso conduca all'errore e a compiere del male peggiore - ma inutile - rispetto a quello subìto.
    Altri temi splendidamente trattati sono quelli - già presenti in altre sue opere - dello scolorire delle ideologie e della loro inadeguatezza nel fornire risposte certe all'uomo, e del terribile inganno che può nascondersi dietro ogni apparente certezza o sentimento estremo: il ridicolo e la disillusione sono sempre in agguato.
    Lo stile è il suo, inequivocabile, ed è probabilmente il romanzo adatto per chi non lo ha mai letto e non sa con quale iniziare.

    gezegd op 

  • 3

    LA VENDETTA É FONTE DI DOLORE E NON DI GIUSTIZIA

    Questo libro è una picocla svolta, insegna che cambiare non è male e che spesso è un bene e che necessario disfassiri delle zavorre che ci avvelenano l'anima; insegna che la vendetta è fonte di dolre ...doorgaan

    Questo libro è una picocla svolta, insegna che cambiare non è male e che spesso è un bene e che necessario disfassiri delle zavorre che ci avvelenano l'anima; insegna che la vendetta è fonte di dolre e non di giustizia e che alle volte può ritorcersi contro noi stessi. Peccato per le tante scene di sesso (anche se attinenti con il racconto) poteva essere un libro da 5 stelle!

    gezegd op 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    "Perchè Lucie [...] era in realtà la dea della fuga, la dea della rincorsa vana, la dea delle brume; e ancora tiene la mia testa nelle sue mani."

    Lucie e l'incompreso scherzo di cui Ludvìk si è reso protagonista da studente sono le due condanne del protagonista: la prima, così impalpabile eppure così concreta; il secondo, così privo di importan ...doorgaan

    Lucie e l'incompreso scherzo di cui Ludvìk si è reso protagonista da studente sono le due condanne del protagonista: la prima, così impalpabile eppure così concreta; il secondo, così privo di importanza ma in realtà così determinante. Il passato di Ludvìk è per lui ancora il presente ma la vendetta che attua risulta inutile e dannosa: il passato rimane passato agli occhi di tutti tranne che ai suoi, ancora ancorati al pensiero di Lucie, di quell'unica donna amata e mai pienamente conosciuta; tutto ciò che resta è il ricordo, non solo di lei ma anche degli anni felici prima di quel fantomatico scherzo che ha rovinato la vita di Ludvìk.

    gezegd op 

  • 4

    La vendetta è un piatto che va servito caldo.
    La vendetta è un piatto che va servito tiepido.
    La vendetta è un piatto che va servito freddo.
    La vendetta è un piatto che va servito.
    E serviamola 'sta v ...doorgaan

    La vendetta è un piatto che va servito caldo.
    La vendetta è un piatto che va servito tiepido.
    La vendetta è un piatto che va servito freddo.
    La vendetta è un piatto che va servito.
    E serviamola 'sta vendetta!
    Solo che a volte il piatto cade nel tragitto tra cucina e tavolo.

    gezegd op 

Sorting by