Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

De qué hablo cuando hablo de correr

By Haruki Murakami

(114)

| Mass Market Paperback | 9786074211733

Like De qué hablo cuando hablo de correr ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

En 1982, tras dejar el local de jazz que regentaba y decidir que, en adelante, se dedicaría exclusivamente a escribir, Haruki Murakami comenzó también a correr. Al año siguiente correría en solitario el trayecto que separa Atenas de Maratón, su bauti Continue

En 1982, tras dejar el local de jazz que regentaba y decidir que, en adelante, se dedicaría exclusivamente a escribir, Haruki Murakami comenzó también a correr. Al año siguiente correría en solitario el trayecto que separa Atenas de Maratón, su bautizo en esta carrera clásica. Ahora, ya con numerosos libros publicados con gran éxito en todo el mundo, y después de participar en muchas carreras de larga distancia en diferentes ciudades y parajes, Murakami reflexiona sobre la influencia que este deporte ha ejercido en su vida y en su obra. Mientras habla de sus duros entrenamientos diarios y su afán de superación, de su pasión por la música o de los lugares a los que viaja, va dibujándose la idea de que, para Murakami, escribir y correr se han convertido en una actitud vital. Reflexivo y divertido, filosófico y lleno de anécdotas, este volumen nos adentra plenamente en el universo de un autor que ha deslumbrado a la crítica más exigente y hechizado a miles de lectores.

796 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    "Mentre corro, all'improvviso formulo questo pensiero: anche io a modo mio sto invecchiando, e il tempo si prende la sua parte. Non è colpa di nessuno. Sono le regole del gioco. Posso soltanto accettarmi così come sono, come parte di un paesaggio nat ...(continue)

    "Mentre corro, all'improvviso formulo questo pensiero: anche io a modo mio sto invecchiando, e il tempo si prende la sua parte. Non è colpa di nessuno. Sono le regole del gioco. Posso soltanto accettarmi così come sono, come parte di un paesaggio naturale. Come un fiume che scorre verso il mare aperto. Può darsi che non sia un processo piacevole. E il risultato, quando lo vedrò, probabilmente non mi piacerà. Pazienza. Comunque a modo mio sono contento della vita che ho condotto finora - anche se non posso dire di esserne del tutto soddisfatto."

    Is this helpful?

    Stefanino said on Jul 31, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    per quanto si avanzi negli anni,finchè si campa si scopre sempre qualcosa di nuovo su se stessi

    e correndo,mattino dopo mattino,si elaborano le scoperte facendole proprie

    Is this helpful?

    Jane Austen said on Jul 30, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Mi è piaciuta la parte iniziale , poco interessante la parte descrittiva delle sue gare, mi interessava conoscere più le sue motivazioni e la sua "filosofia"

    Is this helpful?

    Lcogliati said on Jul 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Se mi chiedessero qual è la qalità più importante per uno scrittore dopo il talento, direi senza esitare la capacità di concentrazione... Chi non è capace di fare questo non riuscirà a portare a compimento nulla di buono... Dopo la capacità di conce ...(continue)

    "Se mi chiedessero qual è la qalità più importante per uno scrittore dopo il talento, direi senza esitare la capacità di concentrazione... Chi non è capace di fare questo non riuscirà a portare a compimento nulla di buono... Dopo la capacità di concentrazione, viene la perseveranza. Per fortuna la capacità di concentrazione e la perseveranza... con l'allenamento si possono acquisire e coltivare, anche potenziare."
    ---
    "Perché quando faccio qualcosa, qualunque essa sia, se non mi ci dedico anima e corpo non concludo nulla... Quando ho un progetto, mi ci butto a capofitto... se dovessi fallire perché ho fatto le cose a metà, probabilmente me ne pentirei finché campo."
    ---
    "Il motivo del mio smacco mi era chiarissimo. Non mi ero allenato abbastanza, non mi ero allenato abbastanza, non mi ero allenato abbastanza. Tutto qui."

    Is this helpful?

    Cr said on Jul 20, 2014 | 1 feedback

  • 1 person finds this helpful

    Quando Correre all'infinito diventa Arte...

    Disciplina, umanità, forza e coraggio.
    Un libro che fa sentire i propri limiti fisici meno invalidanti, un libro che mette volontà nelle scarpe e fa andare lontano.

    "Tagliare il traguardo è stata un'emozione, poi accompagnato dalle note trionfali de ...(continue)

    Disciplina, umanità, forza e coraggio.
    Un libro che fa sentire i propri limiti fisici meno invalidanti, un libro che mette volontà nelle scarpe e fa andare lontano.

    "Tagliare il traguardo è stata un'emozione, poi accompagnato dalle note trionfali del Theme from Rocky, andarmene via con noncuranza, senza fretta, nella luce del tramonto. In realtà, fino al momento della gara, nel mio cuore avevo cullato la speranza che questo sogno si avverasse. Era il mio piano A. Un piano magnifico.
    Purtroppo però nella realtà le cose non sempre vanno come si vorrebbe. A un certo punto della nostra vita, quando abbiamo veramente bisogno di risposte chiare, chi viene a bussare alla nostra porta di solito è qualcuno che ci porta cattive notizie. Non si può dire che sia sempre così, ma per esperienza so che il più delle volte la notizia è deludente. Il messaggero porta la mano al berretto con l'aria di scusarsi, ma questo non rende più lieto il contenuto della lettera che ci consegna. Non è colpa sua. Non possiamo prendercela con lui. Non possiamo afferrarlo per il bavero e scuoterlo avanti e indietro . Il poveraccio non fa che svolgere onestamente il compito che gli è stato affidato. Da chi? Bè, dalla realtà.
    E' per questo che noi essere umani abbiamo bisogno di un piano B."

    Is this helpful?

    Elisa said on Jul 8, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Talento - concentrazione - perseveranza

    "Ciò che conta per me, per il corridore che sono, è tagliare un traguardo dopo l'altro, con le mie gambe. Usare tutte le forze che sono necessarie, sopportare tutto ciò che devo, e alla fine essere contento di me.
    Imparare qualcosa di concreto - pic ...(continue)

    "Ciò che conta per me, per il corridore che sono, è tagliare un traguardo dopo l'altro, con le mie gambe. Usare tutte le forze che sono necessarie, sopportare tutto ciò che devo, e alla fine essere contento di me.
    Imparare qualcosa di concreto - piccolo finché si vuole, ma concreto - dagli sbagli che faccio e dalla gioia che provo. E gara dopo gara, anno dopo anno, arrivare in un luogo che mi soddisfi. O almeno andarci vicino".

    Is this helpful?

    Pierica said on Jun 29, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book