Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

De qué hablo cuando hablo de correr

By Haruki Murakami

(53)

| Paperback | 9788483835937

Like De qué hablo cuando hablo de correr ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Ahora, ya con numerosos libros publicados con gran éxito en todo el mundo, y después de participar en muchas carreras de larga distancia, Murakami reflexiona sobre la influencia que este deporte ha ejercido en su vida y en su obra. Este libro es tal Continue

Ahora, ya con numerosos libros publicados con gran éxito en todo el mundo, y después de participar en muchas carreras de larga distancia, Murakami reflexiona sobre la influencia que este deporte ha ejercido en su vida y en su obra. Este libro es tal vez el más personal de los suyos, donde manifiesta más ampliamente sus opiniones sobre la literatura y sus propias obras.

810 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    不管多少歲,只要繼續活著,對自己這個人都會有新發現。不管赤裸地一直站在鏡子前面多久,都照不出人的內容。<p186>

    Is this helpful?

    Natsuki Huang said on Oct 25, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    di cosa parliamo quando parliamo di correre

    ...la parte più buona del pesce palla è quella più vicina al veleno (p. 84)

    operetta molto personale sugli effetti della corsa (e del triatlon) sul suo spirito.
    ★★★☆

    Is this helpful?

    goodwines said on Oct 16, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Spingere sempre un po' più in là i propri limiti è un'interessante filosofia di vita...

    Is this helpful?

    Ella Blue said on Oct 6, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Non ho letto nient'altro di Murakami e ho scelto questo libro unicamente per l'argomento: il rapporto dell'autore con la corsa. A 33 anni, Murakami decide di punto in bianco di trasformare la sua vita: abbandona tutto per diventare scrittore a tempo ...(continue)

    Non ho letto nient'altro di Murakami e ho scelto questo libro unicamente per l'argomento: il rapporto dell'autore con la corsa. A 33 anni, Murakami decide di punto in bianco di trasformare la sua vita: abbandona tutto per diventare scrittore a tempo pieno. Contestualmente a questa scelta, decide anche di correre. La corsa e la scrittura sono due aspetti fondamentali della sua vita e il suo modo di approcciare queste attività riflette la personalità dell'autore.
    Sconsiglio questo libro a chi non è appassionato di sport individuali e in particolare della corsa: ovviamente lo si troverebbe noioso.
    Per chi ama lo sport individuale, invece, è facile entrare in rapporto ematico con Murakami, con le sue sfide individuali, con le sue riflessioni su se stesso, sul suo corpo e sulla vita in generale.

    Is this helpful?

    Contessa said on Oct 5, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    "Come vengano giudicati il tempo che ottengo in gara e il mio posto in graduatoria, come venga considerato il mio stile, è di secondaria importanza. Ciò che conta per me, per il corridore che sono, è tagliare un traguardo dopo l'altro, con le mie gam ...(continue)

    "Come vengano giudicati il tempo che ottengo in gara e il mio posto in graduatoria, come venga considerato il mio stile, è di secondaria importanza. Ciò che conta per me, per il corridore che sono, è tagliare un traguardo dopo l'altro, con le mie gambe. Usare tutte le forze che sono necessarie, sopportare tutto ciò che devo, e alla fine essere contento di me. Imparare qualcosa di concreto- piccolo finché si vuole, ma concreto- dagli sbagli che faccio è dalla gioia che provo. E gara dopo gara, anno dopo anno, arrivare in un luogo che mi soddisfi. O almeno andarci vicino [...]
    Se mai ci sarà un epitaffio sulla mia tomba, e se posso sceglierlo io, vorrei che venissero scolpite queste parole:
    Murakami Haruki
    Scrittore (e maratoneta)
    1949-20**
    Se non altro, fino alla fine non ha camminato."

    Is this helpful?

    rsala85 said on Sep 29, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'arte di accettare i propri limiti

    Non leggetelo se cercate qualcosa di avvincente, rivelatore o filosoficamente giapponese. E men che meno se volete imparare a correre (per quello vi consiglio la strada, e un bel po' di pazienza). Leggetelo piuttosto se volete imparare a perdere con ...(continue)

    Non leggetelo se cercate qualcosa di avvincente, rivelatore o filosoficamente giapponese. E men che meno se volete imparare a correre (per quello vi consiglio la strada, e un bel po' di pazienza). Leggetelo piuttosto se volete imparare a perdere con dignità.
    "Proprio nello sforzo enorme e coraggioso di vincere la fatica riusciamo a provare, almeno per un istante, la sensazione autentica di vivere. Raggiungiamo la consapevolezza che la qualità del vivere non si trova in valori misurabili in voti, numeri e gradi, ma è insita nell'azione stessa, vi scorre dentro. Quando tutto va bene". (p. 140)

    Is this helpful?

    Leonardo said on Sep 28, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book