Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Zoek Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

De stem van je hart

By

Uitgever: Wereldbibliotheek

3.2
(9180)

Language:Nederlands | Number of Pages: | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Spanish , Italian , English , French , German , Catalan , Portuguese , Czech , Turkish , Danish

Isbn-10: 9028416757 | Isbn-13: 9789028416758 | Publish date: 

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like De stem van je hart ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Eenzaam ronddolend door haar huis besluit een bejaarde vrouw - gedreven door de vrees niet lang meer te leven - brieven in de vorm van een dagboek te schrijven aan haar kleindochter in Amerika. In zekere zin is het een liefdesbrief, een poging de verstoorde relatie te herstellen. Onbegrip en ongeduld hebben hun relatie aangetast, maar ook het leeftijdsverschil was een probleem: de grootmoeder is bijna tachtig, de kleindochter heeft de puberteit
Sorting by
  • 3

    L'ho trovata una lettura molto piacevolte anche se in alcuni punti un po' nioiosa. Lo stile della Tamaro è semplice. La storia è gradevole, questo amore materno della nonna verso la nipote disorientat ...doorgaan

    L'ho trovata una lettura molto piacevolte anche se in alcuni punti un po' nioiosa. Lo stile della Tamaro è semplice. La storia è gradevole, questo amore materno della nonna verso la nipote disorientata è struggente ma allo stesso tempo forte, vero!
    Lo consiglio

    gezegd op 

  • 4

    Una storia personale, la storia collettiva e l'amore

    "Và dove ti porta il cuore" (S. Tamaro) dimostra che le grandi opere possano essere racchiuse in poche pagine e trasmettendo messaggi profondi con parole semplici e temi-metafore comprensibili da tutt ...doorgaan

    "Và dove ti porta il cuore" (S. Tamaro) dimostra che le grandi opere possano essere racchiuse in poche pagine e trasmettendo messaggi profondi con parole semplici e temi-metafore comprensibili da tutti: famiglia, amore, ecc. La lunga lettera di Olga alla nipote è di sicuro un atto d'amore e di confessione ma anche un punto di incontro tra una donna che ha vissuto sulla propria pelle i cambiamenti del '900 e una ragazza moderna, nella speranza di indirizzarla verso il giusto, almeno per quello che le circostanze della vita possano permetterlo e, soprattutto, dando la priorità ai sentimenti e all'amore anche in una società dove prevale l'egoismo. Infatti la forza dell'amore è un'ulteriore chiave di lettura dell'opera e punto di contatto tra le varie generazioni.

    gezegd op 

  • 5

    “E quando poi davanti a te si apriranno tante strade e non saprai quale prendere, non imboccarne una a caso, ma siediti e aspetta. Respira con la profondità fiduciosa con cui hai respirato il giorno i ...doorgaan

    “E quando poi davanti a te si apriranno tante strade e non saprai quale prendere, non imboccarne una a caso, ma siediti e aspetta. Respira con la profondità fiduciosa con cui hai respirato il giorno in cui sei venuta al mondo, senza farti distrarre da nulla, aspetta e aspetta ancora. Stai ferma, in silenzio, e ascolta il tuo cuore. Quando poi ti parla, alzati e va’ dove lui ti porta.”
    È l’explicit del romanzo, che è evidentemente una storia d’amore, ma anche la storia di una ricerca del proprio ambiente di origine, della propria famiglia, condotta con il desiderio di riprendersi la propria vita misto al sentimento di ripulsa e di rabbia per l’ambiente e per la famiglia in cui ci si trova a vivere, ma senza avere la capacità di trovarvi il centro dei propri interessi.
    Lo stile flaubertiano del racconto fa scorrere la narrazione in maniera cadenzata e musicale come una poesia, in cui le emozioni e i sentimenti sono intensamente accesi, in cui malgrado la ragione non abbia un ruolo fondamentale diventa il pretesto, appena un po’ credibile, per legittimare le ragioni del cuore, ragioni che la ragione non conosce, secondo un ben noto pensiero di Pascal.
    Il libro si legge in un fiato ed è sicuramente il libro più bello di Susanna Tamaro, sono arrivata al libro dopo il film di Cristina Comencini, che mi è piaciuto molto, trasmesso dalla Rai nel 2014 in ricordo di Virna Lisi.

    gezegd op 

  • 5

    Poetico

    Protagonista del libro è un'anziana donna che scrive una lunga lettera all'unica nipote lontana. La nonna ripercorre pian piano, aiutata da stimoli esterni, la sua esistenza, dall'adolescenza, al matr ...doorgaan

    Protagonista del libro è un'anziana donna che scrive una lunga lettera all'unica nipote lontana. La nonna ripercorre pian piano, aiutata da stimoli esterni, la sua esistenza, dall'adolescenza, al matrimonio, alla maternità, al rapporto conflittuale con la figlia, senza tralasciare gioie, dolori, rimpianti, soddisfazioni. E' il racconto di una vita, racconto che lascia il segno.

    gezegd op 

  • 5

    Stupendo

    è un libro che mi è piaciuto particolarmente... anche il continuo mi ha emozionata un sacco.
    Lo ritengo un libro molto delicato e ben scritto, con tantissime frasi che vanno dritte al punto. ...doorgaan

    è un libro che mi è piaciuto particolarmente... anche il continuo mi ha emozionata un sacco.
    Lo ritengo un libro molto delicato e ben scritto, con tantissime frasi che vanno dritte al punto.

    gezegd op 

  • 4

    E' sicuramente il libro più famoso di Susanna Tamaro e dal mio punto di vista merita assolutamente il successo che ha avuto. Il titolo sicuramente ha contribuito al successo del romanzo ma è fortement ...doorgaan

    E' sicuramente il libro più famoso di Susanna Tamaro e dal mio punto di vista merita assolutamente il successo che ha avuto. Il titolo sicuramente ha contribuito al successo del romanzo ma è fortemente fuorviante. Induce a pensare che la vicenda narrata sia la solita scontata e stucchevole vicenda amorosa ricca di buonismo e luoghi comuni. In realtà è il testamento emotivo di una nonna nei confronti della nipote che da tempo si trova in america. In questa vicenda la protagonista racconta la tragedia e la complessità di quell'avventura ricca di imprevisti e colpi di scena che solitamente chiamiamo Vita!
    Un classico imperdibile che va letto almeno una volta nella vita.

    gezegd op 

  • 2

    Non so bene da dove partire. Dall'inizio, ok. Che dire di questo libro? Non mi è piaciuto, è stata una lettura lenta e noiosa. Non mi dispiaceva l'idea di un diario scritto da una nonna a una nipote, ...doorgaan

    Non so bene da dove partire. Dall'inizio, ok. Che dire di questo libro? Non mi è piaciuto, è stata una lettura lenta e noiosa. Non mi dispiaceva l'idea di un diario scritto da una nonna a una nipote, eppure a copertina chiusa mi sento totalmente insoddisfatta e, a dirla tutta, anche sollevata di averlo finito.
    Mi aspettavo di trovare molte più riflessioni interessanti, invece ho trovato quasi tutto buttato lì e per nulla approfondito. Peccato, perché gli spunti c'erano.
    Mi aspettavo di trovare la risposta della nipote a fine libro, ma evidentemente sarebbe stato troppo banale.
    Mi aspettavo di entrare nella storia, e invece è solo un susseguirsi di fatti capitati alla povera nonna, che alla fine non incidono quasi minimamente sul rapporto con la nipote. O meglio, incidono, ma non si delineano alla perfezione in questo breve romanzetto.
    Insomma, avevo tanto sentito parlare di questo libro e mi aspettavo fosse un capolavoro da cinque stelle... E invece se ne merita due, ma neanche.

    I morti pesano non tanto per l'assenza, quanto per ciò che non è stato detto.

    Le lacrime che non escono si depositano sul cuore, con il tempo lo incrostano e lo paralizzano.

    Dietro la maschera della libertà spesso si nasconde la noncuranza, il desiderio di non essere coinvolti. C'è un confine sottilissimo, passarlo o non passarlo è questione di un attimo, di una decisione che si prende o non si prende. Della sua importanza ti rendi conto soltanto quando l'attimo è passato.

    Per odiare qualcuno bisogna che ti ferisca, ti faccia del male.

    E' più facile morire di niente che di dolore, al dolore ci si può ribellare, al niente no.

    Il destino ha molta più fantasia di noi. Proprio quando credi di trovarti in una situazione senza via di scampo, quando raggiungi il picco di disperazione massima, con la velocità di una raffica di vento tutto cambia, si stravolge, e da un momento all'altro ti trovi a vivere una nuova vita.

    Trovare scappatoie quando non si vuol guardare dentro se stessi è la cosa più facile del mondo. Una colpa esterna esiste sempre.

    Se la vita è un percorso, è un percorso che si svolge sempre in salita.

    gezegd op 

  • 3

    a 15 anni pensavo fosse il libro della mia formazione sentimentale poi....poi leggi le Bronte, la Austen, leggi il Werther, Jacopo Ortis, il giovane Holden, libri che ti restano nell'animo come parti ...doorgaan

    a 15 anni pensavo fosse il libro della mia formazione sentimentale poi....poi leggi le Bronte, la Austen, leggi il Werther, Jacopo Ortis, il giovane Holden, libri che ti restano nell'animo come parti indelebili del tuo io.. e così riportando la mente a questo romanzo della Tamaro, ci ripenso con tenerezza, non lo rinnego, una bella lettura ma col senno di poi non molto di più.

    gezegd op 

  • 4

    UN CUORE SVELATO!

    Opera dalle forti tinte psicanalitiche, nel quale la voce narrante di una nonna, attraverso una lunga lettera dai connotati di un diario, espone, alla sua giovane nipote, partita per l’America, le vic ...doorgaan

    Opera dalle forti tinte psicanalitiche, nel quale la voce narrante di una nonna, attraverso una lunga lettera dai connotati di un diario, espone, alla sua giovane nipote, partita per l’America, le vicende della sua esistenza che più l’hanno segnata: dal rapporto con i genitori, a quello con il marito Augusto e con e con la figlia Ilaria; quest’ultima madre della destinataria della lettera.
    Il personaggio che domina tutto il romanzo è, come vuole il titolo, il cuore, inteso come luogo e fulcro dei sentimenti; quel cuore che l’anziana voce narrante dischiude alla giovane nipote.
    Questo gran bel romanzo è, dunque, un viaggio introspettivo svelato, nel quale numerose sono le metafore utilizzate, volte a far comprendere gli stati d’animo dell’anziana, e nel quale trapela una forte vena malinconica.
    Un affresco nel quale non vi è posto per l’ipocrisia poiché l’intento di chi narra è quello di aiutare, con amore, chi ancora di strada, nella propria vita, ne ha molta da fare.
    Molto bello!

    gezegd op 

Sorting by