Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Search Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

De todo lo visible y lo invisible

By

Publisher: Editorial Planeta

3.6
(361)

Language:Español | Number of Pages: 544 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Italian

Isbn-10: 8467001615 | Isbn-13: 9788467001617 | Publish date: 

Also available as: Hardcover , Others , Mass Market Paperback

Category: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature , Romance

Do you like De todo lo visible y lo invisible ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 3

    Questo con 100 pagine in meno sarebbe stato bellissimo

    Ma è troppo insistito e dettagliato sull'analisi del rapporto tra Ruth e Juan che diventa lentamente morboso e patologico, con squarci psicanalitici o pseudo tali, che addirittura sembrano avere finalità didattiche.
    Poi a me i romanzi con protagonista una bella e di successo mi infastidisco ...continue

    Ma è troppo insistito e dettagliato sull'analisi del rapporto tra Ruth e Juan che diventa lentamente morboso e patologico, con squarci psicanalitici o pseudo tali, che addirittura sembrano avere finalità didattiche.
    Poi a me i romanzi con protagonista una bella e di successo mi infastidiscono da subito.

    said on 

  • 4

    bel libro, ben scritto, trama che a prima vista sembra banale ma che grazie alla penna dell'autrice non lo risulta mai.
    Consigliato nonostante il lievissimo senso di insoddisfazione che mi ha lasciato.

    said on 

  • 5

    Intenso

    Questo libro è stata una lettura assolutamente intensa. Quando l’ho iniziato non mi aspettavo minimamente quello che ci ho trovato.
    La storia è quella di due ragazzi che vivono questa passione estremamente profonda e bruciante che si consumerà nel giro di pochi mesi lasciando dietro di se u ...continue

    Questo libro è stata una lettura assolutamente intensa. Quando l’ho iniziato non mi aspettavo minimamente quello che ci ho trovato.
    La storia è quella di due ragazzi che vivono questa passione estremamente profonda e bruciante che si consumerà nel giro di pochi mesi lasciando dietro di se una scia di distruzione. Lei, nonostante il suo successo, riesce a farsi risucchiare in questo inferno di emozioni contrastanti, sensi di colpa e afflizioni che la faranno diventare un’altra persona agli occhi di parenti e amici e portandola vicino al suicidio. Lui, che il successo lo insegue, cerca di sfruttare quello di lei ma si rende conto di riflettere solo la sua luce, di non poter essere investito dallo stesso successo solo per vicinanza e quindi vive un grande complesso di inferiorità. Due anime che si attraggono e si respingono e straziano la mente, il morale e il cuore… due esseri che non possono stare insieme e non riescono a stare separati.
    I due protagonisti sono caratterizzati in modo ottimo, come anche gli altri personaggi. Non ci sono grandissime descrizioni di luoghi o tempi, anche se le poche che ci sono risultano estremamente vivide. Ci sono invece una infinita serie di descrizioni di stati d’animo, situazione interne e vissute nel cuore dei personaggi. Descrizioni affascinanti ed estremamente coinvolgenti.
    La storia di questa coppia è quindi raccontata attraverso le loro (in gran parte, di lei) sensazioni ed emozioni più profonde. Tutta la passione, la sofferenza… tutto amplificato attraverso parole ed immagini in grado di lasciare un segno nel lettore.

    Questo libro ha avuto anche il grande pregio di farmi riflettere tantissimo. Riflettere sulla vita, sulla morte, sulle relazioni (di coppia e non solo)… sul mio personale modo di vivere emozioni, dispiaceri, dolori. Mi ha fatta guardare dentro e in un certo senso mi ha aiutata a ragionare su cose che ho vissuto e sto vivendo. Mi ha lasciato una sensazione molto bella per quanto in realtà il libro non sia proprio positivo anche se lascia con una sensazione di speranza.
    Mi sono molto riconosciuta nel modo morboso di vivere i rapporti di Ruth, nel suo dedicarsi e nel suo intestardirsi ed essere succube. Mentre leggevo pensavo alla situazione che sto vivendo in questo momento e ho iniziato a vederla con altri occhi, ad analizzarla un po di più cercando di dissiparne il peso e l’afflizione che mi lasciava nella mente e nel cuore. Non ha risolto i miei problemi, ma di sicuro questo libro è riuscita ad aiutarmi moltissimo.
    Ma credo che sia facile per chiunque immedesimarsi e rivedersi in qualcuno dei comportamenti o degli stati d’animo vissuti da questi personaggi.
    E soprattutto, si finisce col ricordare che le ferite si rimarginano e quelli che sembravano dolori e afflizioni inconsolabili, col tempo sono destinati a diventare ricordi. Cicatrici a volte indelebili e brucianti… ma che col tempo finiscono di sanguinare.

    Io l’ho trovato un libro ottimo e lo stile della scrittrice estremamente affascinante, diretto e chiaro nonostante gli argomenti descritti e raccontati siano molto complicati e difficili. Consigliato a tutti.

    said on 

  • *** This comment contains spoilers! ***

    4

    Tipica storia nello stile di Lucia Extebarrìa (che – è ufficiale – adoro), questa è la storia di Ruth, una regista dal successo controverso, e Juan, un aspirante scrittore. Entrambi dalla bellezza e dal carattere particolare, si incontrano per caso e finiscono inevitabilmente per innamorarsi.
    ...continue

    Tipica storia nello stile di Lucia Extebarrìa (che – è ufficiale – adoro), questa è la storia di Ruth, una regista dal successo controverso, e Juan, un aspirante scrittore. Entrambi dalla bellezza e dal carattere particolare, si incontrano per caso e finiscono inevitabilmente per innamorarsi.
    Non sono una persona a cui piace leggere storie d’amore, ma questo romanzo è passione, tormento, ossessione, violenza. L’autrice percorre in modo molto particolareggiato la storia del loro amore distruttivo, un sentimento morboso e dannoso per entrambi, e descrive in modo esemplare quelle scene di decadenza che a me piacciono tanto.
    E se è vero che a tratti il ritmo è un po’ lento e la storia arranca ad andare avanti, le pagine ci forniscono però un resoconto dettagliato della psicologia e del pensiero dei personaggi, che da una parte aiuta a capirli meglio, dall’altra rallenta e basta.
    Ho amato Ruth, così bella, così forte e allo stesso tempo incredibilmente fragile, colta, talentuosa eppure in qualche modo sprecata. Ho seguito con apprensione tutto il suo percorso, con l’istinto di gridare alle pagine “Perché lo stai facendo? Lascialo stare!” e mi sono sentita sollevata quando ha finalmente preso la sua vita in mano, confessato tutto ai suoi amici e ha avuto la forza di tirarsi fuori da una situazione che la opprimeva e le succhiava via la vita.
    “Perché, in fin dei conti, se un personaggio non è una tentazione, cos’altro può essere?”
    Il libro ha anche parecchi riferimenti a quadri, canzoni, libri e arte in generale, e molte citazioni in inglese- il che non fa altro che aumentare la stima che ormai nutro per questa scrittrice.
    Che dire? Sicuramente non il miglior libro della Extebarrìa che io abbia mai letto, ma che comunque merita di essere apprezzato nel suo complesso.

    Lascio il link di una canzone-ninnananna che ho trovato su questo libro e che avevo imparato e poi dimenticato in una full immersion di inglese parecchi anni fa, e che grazie a questa lettura ho ritrovato (per poi scoprire che è la colonna sonora o qualcosa del genere di Babe il Maialino Coraggioso):
    http://www.youtube.com/watch?v=E1aAqnqBOnE&feature=related

    said on 

  • 4

    Ella, Ruth, una mujer de treinta y tres años, directora de cine y guionista, con un pasado y una vida amorosa promiscua y leve, esconde una segunda historia secreta u oculta, la causa de la muerte de su madre, cuando ella contaba cuatro años, que finalmente sabremos -sin que nos importe demasiado ...continue

    Ella, Ruth, una mujer de treinta y tres años, directora de cine y guionista, con un pasado y una vida amorosa promiscua y leve, esconde una segunda historia secreta u oculta, la causa de la muerte de su madre, cuando ella contaba cuatro años, que finalmente sabremos -sin que nos importe demasiado- que se suicidó, tal como Ruth ha intentado, a su vez, en dos ocasiones. Él, Juan de Seoane, ocho años más joven, becado en Madrid, que quiere ser escritor -al inicio de la trama, ya ha ganado un premio de poesía-, con novia formal en Bilbao, conservador y ambicioso, se internará en una relación que le proporciona sexo contundente y tablas en las que exponerse en Madrid. La historia de una pasión amorosa y destructiva entre dos personajes diametralmente opuestos. Premio Primavera de Novela 2001, nos muestra una historia valiente, descarnada, profundamente apasionada, que indaga en nuestro pasado y nos ofrece la figura carismática y apabullante de un antihéroe inmerso en una época convulsa en donde se extreman los sentimientos y la auténtica relevancia de nuestros actos.

    said on 

  • 2

    finito oggi

    con immenso sollievo.
    decisamente non il suo migliore libro: nel tentativo di dare spessore ai personaggi passa lunghe pagine a spiegarne la psicologia. per farne uscire delle figure estremamente schematizzate e una storia piatta e inconcludente.
    che palle!!!

    said on 

  • 3

    Sembra un saggio psicanalitico travestito da romanzo, peccato! Però non si butta niente e acchiappo avidamente tutti gli stimoli sbriciolati qua e là.
    Così a Ruth il problema della fiducia in se stessi e della resistenza alla frustrazione era passato di mente, di modo che adesso si senti ...continue

    Sembra un saggio psicanalitico travestito da romanzo, peccato! Però non si butta niente e acchiappo avidamente tutti gli stimoli sbriciolati qua e là.
    Così a Ruth il problema della fiducia in se stessi e della resistenza alla frustrazione era passato di mente, di modo che adesso si sentiva frustrata e un po’ idiota perché non si credeva capace di rendere felice Juan e stava dimenticando che nessuno è in grado di rendere felice un altro se non sa o non vuole rendere felice se stesso. E così tutta quella storia di innamoramento non condiviso si riassumeva, in sostanza, nel leitmotiv che accompagnava la vita di Ruth (e probabilmente quella di tutti): nell’inseguimento della felicità irraggiungibile

    said on 

Sorting by