Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Zoek Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

De vleermuisman

By

Uitgever: Cargo

3.4
(387)

Language:Nederlands | Number of Pages: 378 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) French , German , Norwegian , Swedish , English , Polish , Danish , Italian

Isbn-10: 9023464206 | Isbn-13: 9789023464204 | Publish date: 

Also available as: eBook

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like De vleermuisman ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Sorting by
  • 5

    You can translate this review on: http://labibliotecadidrusie.blogspot.it/
    Voto: 9/10
    Letto in italiano ovviamente, ma Anobii è incapace di trovare i libri.
    Dopo essermi innamorato di Hole in 'Il pettirosso' (il primo pubblicato in Italia), ho deciso di ripercorrere tutte le sue ...doorgaan

    You can translate this review on: http://labibliotecadidrusie.blogspot.it/
    Voto: 9/10
    Letto in italiano ovviamente, ma Anobii è incapace di trovare i libri.
    Dopo essermi innamorato di Hole in 'Il pettirosso' (il primo pubblicato in Italia), ho deciso di ripercorrere tutte le sue avventure partendo dalla prima. Sia per un minimo di coerenza, sia per gustarmi a pieno i rimandi e i riferimenti a storie passate nei libri successivi.
    A questa prima avventura, soprattutto, si fa riferimento spesso; un po' perché è la prima, quella in cui Harry ha mostrato il suo talento, sia perchè ha dato lustro alla polizia norvegese risolvendo un caso in Australia.
    Tutto il libro si svolge dall'altra parte del mondo, principalmente a Sidney, inizia con l'arrivo dell'investigatore e si conclude con un'ultima, emozionante, esperienza prima di tornare a casa.
    Tra i due libri che ho letto passano diversi anni, e qualche altro libro credo, e questa 'distanza' mi ha permesso di apprezzare molto l'evoluzione del personaggio, anche se a ritroso. Nel senso: ho conosciuto prima quello un po' più maturo e dopo quello più giovane, ma la differenza c'è e ne rendo merito all'autore che non lo ha fatto rimanere statico.
    In questa prima indagine Hole è già un alcolizzato e ha già il suo carico di disillusioni, ma permane ancora un po' d'ingenuità sana e sognante e ancora cerca il contatto con altre menti. Molto belli i confronti con Andrew, Joseph e l'intrigante Otto (che è un lui che si sente una lei).
    L'autore tocca molti argomenti lungo l'indagine attraverso un uso molto abile dei fatti e dei personaggi. Andrew è un aborigino. Lui e i suoi amici parlano ad Harry della storia del loro popolo e di alcune leggende e credenze (la suddivisione del libro in tre parti deriva da una leggenda e i nomi delle stesse riguardano i tre protagonisti).
    Otto parla di amore omosessuale e amore perduto.
    C'è il giro della droga che svolge il suo ruolo non come elemento criminale ma in quanto parte della psicologia umana. Il detective fa, infatti, una particolare considerazione: ognuno ha la sua droga e gli è fedele. Chi, come lui, al whisky, chi all'eroina, chi alla morfina, chi alle ragazze bionde da stuprare e strangolare.
    Attraverso riflessioni come questa segue e affina la propria teoria e anche il suo modo di essere detective che tornerà nei libri successivi.
    Come dicevo, è ancora immaturo, fatica a capire e commette molti errori (ne commette anche in seguito, ma il disincanto e l'esperienza gliene fanno evitare alcuni), ma la logica e l'acume ci sono già (quando non li affoga nell'alcol) e lo rendono affascinante fin da subito.
    A proposito, pur non venendo mai descritto, ho idea che il norvegese sia un gran bel pezzo d'uomo.
    Da notizie sparse sappiamo che è un nordico teutonico pieno di muscolacci (dato che ogni tanto mena) e da come riceve sguardi e commenti di apprezzamento ricaviamo che è piuttosto figo. Peccato solo che sia biondissimo (io ho sempre avuto un debole per i moretti). Mi piace questa cosa del descrivere per vie traverse, senza sovraccaricare la scrittura di particolari fisici e senza ripetere ogni tre per due quanto sia bello il proprio personaggio.
    Sempre per quanto riguarda le descrizioni si può aggiungere che l'autore le utilizza in maniera parsimoniosa e solo riguardanti scene e paesaggi. Anche in questi casi senza caricarli di inutili orpelli.
    Di Sidney, dell'Australia e dei suoi nativi si parla tanto, ma sa i luoghi e i fatti siano veri o creati ad uso e consumo del libro non so dirlo, non ho controllato.
    Ampio spazio viene lasciato, comunque, ai dialoghi e alle riflessioni di Hole, con un vantaggio dei primi che rendono il romanzo piuttosto scorrevole.
    Molto bello il finale, anzi, i finali, quello che chiude l'indagine e quello che chiude proprio tutto il libro.

    gezegd op 

  • 3

    Buona la prima...ma non buonissima

    Ho letto questo libro dopo aver già letto i successivi, per puro amore del sapere!
    Volevo capire e conoscere i primi passi di Hole e immaginavo che sarebbero stati meno avvincenti dei passi successivi! Un Harry ancora abbozzato, non ben delineato nei suoi tratti più rudi ma anche più affasc ...doorgaan

    Ho letto questo libro dopo aver già letto i successivi, per puro amore del sapere!
    Volevo capire e conoscere i primi passi di Hole e immaginavo che sarebbero stati meno avvincenti dei passi successivi! Un Harry ancora abbozzato, non ben delineato nei suoi tratti più rudi ma anche più affascinanti. Storia abbastanza avvincente ma a tratti macchinosa e complessa!
    Buona prima...ma non buonissima! Cmq interessante.

    gezegd op 

  • 3

    Il pipistrello

    Bello ma tutta un altra cosa rispetto al solito Nesbo. Si vede che e' il primo della serie, acerbo e meno avvincente del solito. Hole e' ancora poco delineato e mancano totalmente le atmosfere norvegesi.

    gezegd op 

  • 3

    primo della serie ma edito solo ora in italia. per chi, come me, ha già letto tutta la serie, una mezza delusione:personaggio appena abbozzato, trama a livelli inferiore delle successive.
    un buon giallo, ma non un ottimo nesbo.

    gezegd op 

  • 4

    il giallo "primogenito" di Nesbo. parte in sordina ma sale a ondate fino coinvolgerti completamente.
    Il protagonista dalla norvegia atterra in australia per indagare su un omicidio e scopre che si tratta di un serial killer.
    Passa per almeno tre colpevoli presunti per atterrare su que ...doorgaan

    il giallo "primogenito" di Nesbo. parte in sordina ma sale a ondate fino coinvolgerti completamente.
    Il protagonista dalla norvegia atterra in australia per indagare su un omicidio e scopre che si tratta di un serial killer.
    Passa per almeno tre colpevoli presunti per atterrare su quello vero solo al termine di un percorso che gli costerà caro....
    Le sue vicende umane sullo sfondo assumono via via sempre più peso e contribuiscono a farlo proseguire nell'indagine cercando così di rimediare ai propri errori.

    gezegd op 

  • 3

    L'inizio alla fine....

    Ho inziato a leggere questo libro dopo aver letto tutti gli altro e debbo dire di essere rimasto un pochino disorientato: un abbozzo dell'Harry Hole che conoscevo.
    Poi ho scoperto l'arcano ovvero che questo è il primo romanzo della serie, che non era ancora stato pubblicato in Italia. Ed ho ...doorgaan

    Ho inziato a leggere questo libro dopo aver letto tutti gli altro e debbo dire di essere rimasto un pochino disorientato: un abbozzo dell'Harry Hole che conoscevo.
    Poi ho scoperto l'arcano ovvero che questo è il primo romanzo della serie, che non era ancora stato pubblicato in Italia. Ed ho capito così il perchè dell'abbozzo del personaggio.
    E' un buon libro, non certo al livello degli altri ma appunto è il primo della serie e merita comunque di essere letto.
    Ad essere sinceri poi, a parte una parte iniziale un pò monotona ed in sordina, poi quando la storia inizia a decollare decisamente e con lui Harry, mi sono in unu certo senso risentito a casa.

    gezegd op 

  • 3

    Tre stelle e mezza

    Non mi è dispiaciuto, forse un po' troppa carne al fuoco e una certa dispersività... Mi dicono che i libri successivi sono molto più belli, comunque mi ha invogliato a proseguire con questa serie.

    gezegd op 

  • 2

    Harry Hole, anzi Holy

    Anche se pubblicato per ultimo, questo è il primo romanzo scritto con protagonista Harry Hole. Io ho notato questa differenza temporale, non sembrava neanche più lo stesso. A tratti mi sono annoiata, è mancata la parte adrenalinica che contraddistingue l'autore. Ho faticato a leggerlo. Mi è piaci ...doorgaan

    Anche se pubblicato per ultimo, questo è il primo romanzo scritto con protagonista Harry Hole. Io ho notato questa differenza temporale, non sembrava neanche più lo stesso. A tratti mi sono annoiata, è mancata la parte adrenalinica che contraddistingue l'autore. Ho faticato a leggerlo. Mi è piaciuto tanto invece l'ambientazione, l'Australia, così distante dalla norvegia solita di Hole. E anche il fatto di aver ribadito il problema dell'emarginazione degli aborigeni, con un personaggio così caratteristico come Andrew

    gezegd op