Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Dead as a Doornail

Southern Vampire Mysteries 5

By Charlaine Harris

(93)

| Hardcover | 9780441012794

Like Dead as a Doornail ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

When Sookie's brother Jason's eyes start to change, she knows he's about to turn into a were-panther for the first time. But her concern becomes cold fear when a sniper sets his deadly sights on the local changeling population-and Jason's new panther Continue

When Sookie's brother Jason's eyes start to change, she knows he's about to turn into a were-panther for the first time. But her concern becomes cold fear when a sniper sets his deadly sights on the local changeling population-and Jason's new panther brethren suspect he may be the shooter. Now, Sookie has until the next full moon to find out who's behind the attacks, unless the killer decides to find her first.

168 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Ho scritto più volte, potendo risultare, immagino, ripetitiva e prevedibile, che apprezzo i romanzi del ciclo di Sookie Stackhouse perché sono divertenti e ideali da leggere dopo una giornata faticosa...
    Mai questo fu più falso per Morto stecchito, c ...(continue)

    Ho scritto più volte, potendo risultare, immagino, ripetitiva e prevedibile, che apprezzo i romanzi del ciclo di Sookie Stackhouse perché sono divertenti e ideali da leggere dopo una giornata faticosa...
    Mai questo fu più falso per Morto stecchito, che è invece veramente noioso, soprattutto nella prima parte (ma anche la seconda non è da meno).
    Incentrare il romanzo sui licantropi, piuttosto che sui vampiri, avrebbe potuto essere una piacevole novità, invece ciò che ne viene fuori è una storia che, ai difetti tipici del Ciclo, aggiunge anche la completa mancanza di divertimento e una ragguardevole dose di noia.
    Il personaggio di Alcide mi era piaciuto molto nei volumi precedenti, mentre in questo viene descritto come un manipolatore retrogrado, dalla mentalità veramente troppo chiusa. Rispetto a lui, anche Bill ed Eric, con le loro idee e convinzioni antidiluviane, sembrano degli uomini moderni!
    E poi, è diventato davvero monotono il fatto che più o meno qualsiasi uomo sia attratto da Sookie. So che c'è un motivo -che nei libri non è stato ancora svelato-, ma non se ne può veramente più, così come il fatto che alla bionda protagonista non dispiaccia flirtare con chiunque e di continuo. Riguardo a ciò, ho trovato davvero di pessimo gusto -se non proprio disgustosa- la scena in cui Quinn le lecca la caviglia ferita mentre i mannari combattono a pochi passi.
    Non mi è piaciuta nemmeno tutta la violenza connessa al personaggio di Mickey, né il modo in cui è stata risolta la questione del killer dei mutaforma. Veramente poca cosa.
    Tuttavia, la Harris si rivela sempre molto brava quando si tratta di descrivere la vita di una piccola cittadina: mi è piaciuto il modo in cui gli abitanti di Bon Temps aiutano Sookie dopo l'incendio, nonché la semplicità con cui è stato descritto l'assicuratore e il suo potere. E' stato carino anche il personaggio del vampiro Charles Twining, almeno fino a qualche pagina dalla conclusione.
    Le continue, ripetute spiegazioni su fatti e personaggi che sbucano fuori di tanto in tanto, che mi avevano stufato già nei volumi precedenti, hanno fatto sentire qui ancora di più il loro peso, forse perché non controbilanciati dal solito divertimento.
    Una menzione particolare alla scena in cui Andy pensa per un attimo di sparare a Sookie, da cui è spaventato a causa del suo essere una telepate: è apprezzabile il modo in cui la Harris parli della diversità e del modo in cui essa viene accolta e recepita in un modo semplice e leggero, ma che può comunque far riflettere.

    http://iltesorodicarta.blogspot.it/

    Is this helpful?

    Carmen said on Oct 11, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    L'unica cosa vagamente piacevole di questo libro è la presenza - in sè neppure nulla di esaltante - di Eric, l'unico personaggio che non odio (o forse non odio nemmeno Pam). Per il resto, mi devo attenere alle parole che ho usato per trattare dei cap ...(continue)

    L'unica cosa vagamente piacevole di questo libro è la presenza - in sè neppure nulla di esaltante - di Eric, l'unico personaggio che non odio (o forse non odio nemmeno Pam). Per il resto, mi devo attenere alle parole che ho usato per trattare dei capitoli precedenti di questa serie. La scrittura di Charlaine Harris mi sembra al meglio amatoriale, tanto che alcune frasi, di dubbio senso e di grande banalità, mi sono sembrate inserite solo per aumentare il conteggio delle parole; spesso ho sentito rotearmi gli occhi dalla perplessità.
    L'alone di mistero della vicenda non è poi così trascinante, più o meno come al solito, a parte il primo libro, e anzi è abbastanza prevedibile.
    Le leggi dei vampiri mi sconfortano e quelle dei licantropi mi turbano; in sostanza, non mi piace in pieno come l'autrice gestisce la mitologia perno della serie.
    A questo punto non so se continuerò la lettura della serie, ma vorrei sapere di più sulle fate - non mi aspetto molto, comunque. Conoscendomi potrà darsi che mi procurerò i prossimi capitoli, ma quelli che ho letto finora non si sono rivelati delle letture positive.

    Is this helpful?

    Elfolletto.di.Synter.Klaus said on Oct 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Insomma… Se Sookie non se la facesse con qualsiasi essere fornito più di addominali che di cervello sarebbe più godibile…

    Is this helpful?

    Carla Mascolo said on Sep 23, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Senza lode né infamia. Sookie rimane ferita per l'ennesima volta, rimane coinvolta sempre di più con il branco di lupi di Shreveport e non sa se essere arrabbiata con Alcide per questo e ciò dà a Erik la possibilità di farsi strada per le attenzioni ...(continue)

    Senza lode né infamia. Sookie rimane ferita per l'ennesima volta, rimane coinvolta sempre di più con il branco di lupi di Shreveport e non sa se essere arrabbiata con Alcide per questo e ciò dà a Erik la possibilità di farsi strada per le attenzioni di lei. In tutto questo però compare un nuovo personaggio che trovo molto interessante, una cosa particolare visto che non compare molto spesso, ma nelle poche pagine in cui è un personaggio attivo devo dire che mi ha lasciata un po' curiosa di saperne di più, l'unica cosa che posso dire senza fare troppi spoiler è che il suo nome è Quinn. Spero che nel prossimo volume si sappia qualcosa in più.
    Nel complesso se siete lettori di questa saga troverete questo libro leggermente di passaggio.

    Is this helpful?

    Anita90 said on Jul 4, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book

Margin notes of this book