Debout les Morts

By

Editeur: J'ai Lu

3.9
(4039)

Language: Français | Number of pages: 282 | Format: Paperback | En langues différentes: (langues différentes) Italian , Spanish , German

Isbn-10: 229035130X | Isbn-13: 9782290351307 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Others

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Aimez-vous Debout les Morts ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 4

    Mi sono avvicinato senza aspettative a questo libro perchè volevo provare qualcosa di nuovo e un nuovo autore. Mi aspettavo un thriller/poliziesco, e le prime pagine mi hanno un po' spiazzato: sembrav ...continuer

    Mi sono avvicinato senza aspettative a questo libro perchè volevo provare qualcosa di nuovo e un nuovo autore. Mi aspettavo un thriller/poliziesco, e le prime pagine mi hanno un po' spiazzato: sembrava un libro un po' leggero, senza mordente.
    Poi però i personaggi sono diventati sempre più interessanti, così come la storia, e lo stile di scrittura apparentemente semplice ma efficace mi ha conquistato.
    Promosso.

    dit le 

  • 3

    la prima volta ho iniziato il libro 1 anno fa e l'ho mollato lì. secondo tentativo ci ho messo 2 settimane per leggerlo. troppo per un giallo di quelle dimensioni. lento, noioso, eccessive descrizioni ...continuer

    la prima volta ho iniziato il libro 1 anno fa e l'ho mollato lì. secondo tentativo ci ho messo 2 settimane per leggerlo. troppo per un giallo di quelle dimensioni. lento, noioso, eccessive descrizioni dei tre evangelisti. si anima solo nelle ultime pagine. non darò seguito alla serie.

    dit le 

  • 3

    Mi aspettavo di più

    Non ho letto altro di Fred Vargas e mi era stata decantata come una scrittrice che ti tiene incollata al libro. Beh, con questo libro non è successo.per i primi 2/3 la storia è andata a rilento, a tra ...continuer

    Non ho letto altro di Fred Vargas e mi era stata decantata come una scrittrice che ti tiene incollata al libro. Beh, con questo libro non è successo.per i primi 2/3 la storia è andata a rilento, a tratti noiosa. L'ultima parte finalmente si è animata, ma non è bastato per rendermi completamente soddisfatta.

    dit le 

  • 4

    Mi ha colpito lo stile di Fred Vargas ma nei primi tre volumi della serie di Adamsberg non sono riuscito ad affezionarmi al protagonista.
    La serie dei tre evangelisti al momento mi è parsa molto più d ...continuer

    Mi ha colpito lo stile di Fred Vargas ma nei primi tre volumi della serie di Adamsberg non sono riuscito ad affezionarmi al protagonista.
    La serie dei tre evangelisti al momento mi è parsa molto più divertente.
    Sul piano del giallo e del mistero devo dire però che i barbatrucchi iniziano ad assomigliarsi tutti...

    dit le 

  • 4

    Le grand plaisir de le lire en Français plusieurs années après l'avoir apprécié dans sa traduction italienne. On retrouve des vieux amis, mais on les voit de plus près.

    dit le 

  • 3

    L'unico commento che mi viene è 'meh'. Come scrive la Vargas? Meh. Come sono i personaggi? Meh. La trama, il colpo di scena'? Meh. Darò un'altra possibilità alla Vargas? Meh.

    dit le 

  • 3

    I tre evangelisti - Ep.1

    La storia gialla c'è, anche se non tiene esattamente col fiato sospeso. I protagonisti ci sono, eccome, simpatici, originali e ben caratterizzati, tre storici che identificano le loro personalità con ...continuer

    La storia gialla c'è, anche se non tiene esattamente col fiato sospeso. I protagonisti ci sono, eccome, simpatici, originali e ben caratterizzati, tre storici che identificano le loro personalità con il periodo storico di cui sono specialisti.
    C'è Mathias, San Matteo, studioso dell'epoca preistorica, dal carattere apparentemente rude ma buono, dalla figura grande e grossa da cacciatore-raccoglitore; c'è Marc, San Marco, a volte oscuro a volte cortese, come il Medioevo del quale è esperto conoscitore; infine Lucien, San Luca, esperto di Grande Guerra e perennemente sull'attenti.

    dit le 

  • 2

    MEH

    Sicuramente è anche colpa della traduzione, ma il primo, tardivo, esperimento con Fred Vargas non è andato molto bene.
    Ok, la traduzione: espressioni desuete o poco adatte al contesto/personaggi a cui ...continuer

    Sicuramente è anche colpa della traduzione, ma il primo, tardivo, esperimento con Fred Vargas non è andato molto bene.
    Ok, la traduzione: espressioni desuete o poco adatte al contesto/personaggi a cui sono riferite, una certa grossolanità di insieme (traduzione troppo letterale di un generico tono sbrigativo tipicamente parigino, ok, difficile da rendere in italiano ma..) fino a locuzioni aggettivali tipo "..e compagnia cantante.." che non si possono leggere, o verbi spericolati tipo "si docciò".
    Ne risulta un brutta lingua, anche se tecnicamente corretta.
    Ma questo non è colpa di FV, forse.
    Il giallo: leggerino e con triplo salto mortale finale nella ricerca del colpo di scena. Poca analisi sui personaggi, che risultano tutti un po' stereotipati, anche quelli che dovrebbero essere meno convenzionali.
    E alla fine i dialoghi, dai quali esce la maggiore connotazione: ironici secondo quel codice di ironia francese, a metà fra il buffo e il burbero che funziona forse di più al cinema, meno da scritto, secondo me. Del resto lo humour non è proprio il segno caratteristico dei francesi, forse un motivo c'è.
    Molte idee interessanti, ma anche le invenzioni più riuscite (i periodi di ricerca storica sui quali si modella il carattere dei ricercatori una volta, due, è carino, ma alla lunga è meccanico e stucchevole.
    Grande "boh. O MEH.

    dit le 

Sorting by