Deception Point

By

Publisher: Corgi

3.3
(11127)

Language: English | Number of Pages: 585 | Format: Paperback | In other languages: (other languages) Chi simplified , Spanish , Catalan , Chi traditional , German , Finnish , French , Italian , Portuguese , Swedish , Dutch , Greek , Russian , Arabic , Czech , Polish , Indonesian , Hungarian , Romanian , Slovak , Turkish

Isbn-10: 0552161241 | Isbn-13: 9780552161244 | Publish date: 

Also available as: Audio CD , Hardcover , Audio Cassette , Mass Market Paperback , Library Binding , eBook , Others

Category: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers , Science Fiction & Fantasy

Do you like Deception Point ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
He lives in New England. The bestselling novel, now re-packaged to tie in with thelong-awaited new Robert Langdon title, The Lost Symbol.
Sorting by
  • 0

    It was around the Presidential Election. The US president and the Senator were fighting for the next office session. The NASA was under criticism of over-budget and market domination. At this time, th ...continue

    It was around the Presidential Election. The US president and the Senator were fighting for the next office session. The NASA was under criticism of over-budget and market domination. At this time, there was a discovery of the meteorite with extraterrestrial life under the ice. There were particular characteristics of the meteorite which concluded that it was authentic, such as the purity of ice shelf, fusion crust, chondrule content and big animal with exoskeleton etc. However, Rachel and Tolland rebutted them one by one. This revealed the fraud and attracted the killing from the Delta Force to prevent leakage of the truth. They followed them all through from Arctic to the States. The story was not complex but the scenery was Hollywood-like.

    “Working closely with Sexton had been an eye-opening experience – akin to a behind-the-scenes tour of Universal Studios, where one’s childlike awe over the movies is sullied by the realization that Hollywood isn’t magic after all.”

    “William Pickering stood on the bridge of the Goya and watched in dumbstruck awe as the spectacle unfolded all around him.”

    said on 

  • 3

    Sinceramente temevo peggio, invece è carino. Solito romanzo di avventura, solito dipanarsi della trama, solito crescendo che termina in casini giganteschi, ma almeno è mirato sulla scienza e non tira ...continue

    Sinceramente temevo peggio, invece è carino. Solito romanzo di avventura, solito dipanarsi della trama, solito crescendo che termina in casini giganteschi, ma almeno è mirato sulla scienza e non tira in ballo massoni, templari e nuovo ordine mondiale.
    La scrittura è un po' sempre la stessa, che va bene nel codice da vinci ma dopo che hai letto quello rischia di stufare, ma qui, complice forse l'ambientazione e i personaggi carini (il coprotagonista Tallard me lo immagino come Alberto Angela, confesso) finisce con 3 stelline. Promosso con sufficienza abbondante, non di più ma non di meno.

    said on 

  • 3

    C’era voglia di “libropanettone” sotto le feste, e allora perché non rivolgersi al vecchio Dan, reperito tempo fa in una libreria Remainder di Como alla modica cifra di due euro? Ricordavo naturalment ...continue

    C’era voglia di “libropanettone” sotto le feste, e allora perché non rivolgersi al vecchio Dan, reperito tempo fa in una libreria Remainder di Como alla modica cifra di due euro? Ricordavo naturalmente i due caposaldi precedenti, Angeli e Demoni e il Codice da Vinci ed il micidiale mix di irresistibili cazzate che ne decretarono il successo: cospirazione ai livelli più alti delle istituzioni, eventi impossibili perfino per un kolossal tipo atomiche al Vaticano e cadute libere dall’aereo da 2000 metri senza un graffio, ardimentoso figone da paura femmina genere "alla fine te la do", figone maschio colto e di pronta mente ma avventuroso ed atletico, innamoramento finale, setta esoterica. Comprenderete dunque il mio stupore davanti alla Verità del ghiaccio, rivelatosi contro ogni aspettativa prodotto di assoluta originalità e di chiara rottura col passato. Nel senso che manca la setta esoterica.

    said on 

  • 2

    Amo Dan Brown, ma per quanto mi sia messa d'impegno, questo romanzo mi ha deluso.
    Lento, eccessivamente scientifico e per nulla coinvolgente.
    Che peccato!
    Dovrò tornare alle sue scritture dallo sfondo ...continue

    Amo Dan Brown, ma per quanto mi sia messa d'impegno, questo romanzo mi ha deluso.
    Lento, eccessivamente scientifico e per nulla coinvolgente.
    Che peccato!
    Dovrò tornare alle sue scritture dallo sfondo più...storico...!!!

    said on 

  • 2

    2.5

    Probabilmente il romanzo più sconosciuto e plausibile dell'autore.
    Se da un lato è innegabile che Brown sia uno di quegli individui che, trovato uno schema vincente, lo ripropone fino alla nausea, dal ...continue

    Probabilmente il romanzo più sconosciuto e plausibile dell'autore.
    Se da un lato è innegabile che Brown sia uno di quegli individui che, trovato uno schema vincente, lo ripropone fino alla nausea, dall'altro non si può fare a meno di leggerne le opere con ammirazione: le ricerche alla base degli scritti sono veramente tante, lo stile è piacevole e scorrevole ed i numerosi capitoli si leggono in un istante.
    Il problema principale di quest'opera è che, pur nella sua banalità, rischia di annoiare facilmente. Ho dovuto prenderlo due volte in considerazione prima di terminarne la lettura.

    said on 

  • 5

    Dan Brown non delude mai.

    Bellissimo, come gli altri romanzi di Dan Brown che ho letto! Lo stile è veloce, scorrevole e la suspense è tenuta a livelli molto alti. Se non fosse per il Codice da Vinci, potrei dire che questo è i ...continue

    Bellissimo, come gli altri romanzi di Dan Brown che ho letto! Lo stile è veloce, scorrevole e la suspense è tenuta a livelli molto alti. Se non fosse per il Codice da Vinci, potrei dire che questo è il mio romanzo preferito del fortunato scrittore statunitense!

    said on 

  • 3

    non sarà il più bello di don brown ma nel bene e nel male ricalca i suoi grandi successi che secondo me denotano una grande cultura, conoscenza dei fatti che creano un gran panettone ma come al solito ...continue

    non sarà il più bello di don brown ma nel bene e nel male ricalca i suoi grandi successi che secondo me denotano una grande cultura, conoscenza dei fatti che creano un gran panettone ma come al solito si sgonfia un po' sul finale, un po' troppo ovvio

    said on 

Sorting by
Sorting by