Dedalus

Ritratto dell'artista in gioventù

Voto medio di 2.000
| 139 contributi totali di cui 133 recensioni , 6 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Ha scritto il 19/10/16
Non il mio Joyce preferito, ma comunque irriverente, sovversivo, genialmente disordinato. L'ho portato con me durante un viaggio a Dublino, il terzo giorno, quando mi mancavano pochi capitoli alla fine, l'ho perso. Mai portare Joyce in Irlanda: ..." Continua...
  • 2 mi piace
Ha scritto il 16/10/16
Intricato
Intricato. Non di facile lettura e comprensione. Contento però di averlo terminato (con fatica). L'ultimo capitolo è molto bello. Merita di essere letto per il semplice fatto che è una delle opere inaugurali della grande letteratura del Novecento.
Ha scritto il 24/09/16
lo stile cambia con il crescere
Ero spaventato dalla lettura di Dedalus dopo aver abbandonato l'Ulisse. Sono rimasto piacevolmente sorpreso nel trovare, nella prima parte, una narrazione fluida e comprensibile, molto piacevole e scritta benissimo. Quando il personaggio cresce, ..." Continua...
Ha scritto il 17/05/16
Un flusso di coscienza dove Joyce racconta la formazione della personalità del giovane protagonista Stephen Dedalus, dalla base convenzionale religiosa alla ricerca di un identità intellettuale indipendente.La trasformazione del giovane Dedalus è ..." Continua...
  • 1 mi piace
  • 1 commento
Ha scritto il 22/11/15
Profondo, riflessivo e struggente.
Questo libro è l'emblema dei conflitti che possono colpire ogni uomo nel proprio sviluppo. Analizza rapporti fondamentali come quello con: la religione, la famiglia, gli amici, la scuola. Personalmente sono rimasto piacevolmente colpito dalla ..." Continua...

Ha scritto il Apr 23, 2015, 11:47
Nulla si muoveva nella sua anima, tranne una libidine fredda, crudele e senza amore. La sua infanzia era morta o perduta e, con essa, l'anima capace di semplici gioie, ed egli si lasciava trasportare attraverso la vita come il guscio sterile della ... Continua...
Pag. 123
Ha scritto il May 15, 2013, 15:24
Saliva in lui una vaga insoddisfazione mentre contemplava i moli, il fiume e quei bassi cieli, ma continuò a vagabondare qua e là, un giorno dopo l'altro, come se davvero avesse cercato qualcuno che gli si sottraeva.Voleva incontrare nel mondo ... Continua...
Pag. 62
Ha scritto il May 15, 2013, 15:21
Voleva peccare con una sua simile, costringere un altro essere a peccare con lui ed esultare nel peccato insieme alla compagna.
Pag. 94
Ha scritto il Nov 27, 2012, 15:48
Dove si trovava ora la sua adolescenza? Dov’era l’anima ritrattasi dal proprio destino per meditare in solitudine sull’onta delle proprie ferite e per farla regina, quell’onta, nella propria dimora di squallore e di sotterfugi, addobbandola ... Continua...
Pag. 171
Ha scritto il Aug 20, 2009, 17:48
”Quando nasce l'anima di un uomo in questo paese, le vengono gettate reti per impedirle di fuggire. Mi parli di nazionalità, di lingua, di religione. Io cercherò di sfuggire a quelle reti.” David scosse la cenere della pipa. ”E' troppo ... Continua...
Pag. 180

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi