Dei bambini non si sa niente

Voto medio di 593
| 138 contributi totali di cui 123 recensioni , 15 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
Questo romanzo di una esordiente racconta la storia, tutta vista dall'interno,di un eden infantile, dove anche il sesso è innocenza, che si corrompe progressivamente attraverso l'irruzione della perversione degli adulti con foto sempre più spinte. E' ...Continua
letyoursoulsing
Ha scritto il 09/01/18
Carino ma...
Ben scritto e coinvolgente, fino al finale che diventa davvero poco verosimile e soprattutto tante cose sono lasciate in sospeso, accennate ma mai approfondite. E poi dopo tutto il racconto dettagliato delle vicende, non si sa come va a finire con le...Continua
Alice.npdm
Ha scritto il 09/03/17

E' vero, Jon Snow.

wolenboeken
Ha scritto il 31/10/16

Abbastanza impressionante, sì.

ilgrandepier
Ha scritto il 20/10/16
Scioccante ... ma necessario
"Erano un sacco di cose che se ne andavano in quei momenti, e un sacco che si aggiungevano, arrivando da chissà dove". Si tratta dell'opera prima di Simona Vinci, scrittrice pluripremiata per i suoi romanzi successivi. Un tema scabrosissimo, affronta...Continua
Thalita
Ha scritto il 11/10/16
kindle;
Libro direi inutile, dà la netta sensazione di romanzo d'esordio scritto in maniera furba per attirare l'attenzione. I protagonisti sono due ragazzi di 14 anni e due ragazzine di 10, in quinta elementare, e un loro compagno di scuola. Personalmente n...Continua

ilgrandepier
Ha scritto il Oct 20, 2016, 11:53
... le cicatrici raccontano un sacco di storie, non te le fai fare apposta come i tatuaggi. (Cap. 22, pos. 1586)
ilgrandepier
Ha scritto il Oct 20, 2016, 11:52
E sono qui per ricordarti tutto il casino che hai lasciato quando te ne sei andato via. (Cap. 20, pos. 1462)
ilgrandepier
Ha scritto il Oct 20, 2016, 11:51
Aveva buttato dentro Greta e il sacco, come se fossero la stessa cosa: immondizia, robe rotte, da buttare. (Cap. 20, pos. 1457)
ilgrandepier
Ha scritto il Oct 20, 2016, 11:49
Non ci ho mai pensato, che i nostri corpi potessero farsi male. Non ho mai pensato se erano cose giuste o sbagliate, erano cose, erano i nostri giochi, era come essere fratelli e sorelle, era come essere grandi, ma piccoli. (Cap. 19, pos. 1416)
ilgrandepier
Ha scritto il Oct 20, 2016, 11:49
E poi, quello che è successo qua dentro è nostro. Non si può spiegare a nessuno, non possono capire, i genitori poi. (Cap. 19, pos. 1408)

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi