Kimiko, giovane scrittrice di romanzi rosa, esce con Goro, che convive con Yukiko, una lontana parente molto più grande di lui. Una sera, dopo una visita all’acquario di Tokyo a vedere i delfini, Kimiko fa l’amore con Goro, ma capisce che la ... Continua
Ha scritto il 11/08/17
Davvero niente di che..................
  • 1 mi piace
Ha scritto il 28/07/17
Delusione
In genere adoro i libri e lo stile dalla Yoshimoto che riesce a trattare temi seri con una delicatezza ad una leggerezza impareggiabili. In questo volume invece la trama senza dilatarsi senza motivo fino a diventare noiosa. Mi aspettavo qualcosa di ..." Continua...
Ha scritto il 12/05/17
Terzo libro che leggo della Yoshimoto e non vedo l'ora di leggere il prossimo. Devo dire che questo per leggerlo ci ho messo più tempo ma francamente è stato più una crisi mia di lettura e il poco tempo a disposizione perché in realtà il libro ..." Continua...
Ha scritto il 04/03/17
Non è esattamente il mio genere, in quanto è il primo romanzo che leggo di quest'autrice, anche se ne ho sempre sentito parlare bene. L'ho apprezzato e credo ne leggerò altri che ho in lista..
Ha scritto il 24/11/16
La crisi esistenziale di una giovane ragazza
Kimiko, giovane scrittrice di romanzi d'amore, esce con Goro. Una sera, dopo una visita all'acquario di Tokyo per vedere i delfini, fanno l'amore, ma Kimiko capisce subito che la loro storia non ha futuro; Goro convive infatti con un'altra donna, ..." Continua...

Ha scritto il Jun 13, 2015, 01:49
In quei momenti pensavo sempre che il desiderio maschile di ritrovare una madre nella propria compagna fosse una deformazione del bisogno di sentirsi amati.ovviamente anche le donnecercanonun padre nei loro uomini,e così facendo, aspettandosi a ... Continua...
Ha scritto il Oct 28, 2013, 11:17
...la piccola vita che era giunta dal mondo dei delfini si era incarnata in un corpo umano e di lí a poco sarebbe andata a casa.
Pag. 169
Ha scritto il Oct 25, 2013, 11:20
Ma perchè mai gli uomini devono imbalsamare altri esseri viventi? Perchè ne amiamo l'aspetto di quando sono in vita? (...) A me, proprio come a Goro, non piacevano affatto quei macabri trofei di caccia. Insomma, odiavo sia la caccia che le prede.
Pag. 69
Ha scritto il Oct 24, 2013, 12:35
Le mie compagne ancora una volta mi avevano fatto riflettere sulla nostra natura. Una verità che, facendo la vita di sempre e stando in mezzo solo a persone che ci assomigliano, si finisce col dimenticare. Io sono sempre me stessa, non mi manca ... Continua...
Pag. 62
Ha scritto il Oct 23, 2013, 10:21
...odiavo la confusione dei luoghi affollati, anche perchè temevo di non riuscire più a sentire la flebile voce dei miei pensieri.
Pag. 35

Ha scritto il Dec 14, 2016, 19:18
p. 165
p. 165
p. 165

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi