Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Delitti alla Scala

Di

Editore: Fazi

3.0
(13)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 215 | Formato: Altri

Isbn-10: 8881124238 | Isbn-13: 9788881124237 | Data di pubblicazione: 

Genere: Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Ti piace Delitti alla Scala?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Milano, Teatro alla Scala, con la "prima" della Traviata si inaugura lastagione lirica. Due ore prima che le porte vengano aperte al pubblico, LucaGentile Modotti, il direttore artistico, precipita dal loggione e muore.Ruggero Solara, procuratore romano da poco trasferito a Milano e che poco onulla sa della città, "congela la scena del delitto" facendo annullare larappresentazione. Nella storia del teatro più prestigioso del mondo non era maiaccaduto e l'eco è clamorosa. Ma quel delitto non sarà il solo. È chiaro,ormai, che il vero obiettivo dell'assassino è proprio il teatro. Le indaginicondurranno Solara alla scoperta di una Milano sorprendente e affascinante,ricca di storia e di cultura, ma in cui si agitano, rivalità e rancori.
Ordina per
  • 1

    Quando il lettore (lettore che non è nemmeno una cima, sottolineo...) riesce a scoprire il colpevole prima dell'investigatore, beh il giallo è fallito.
    Quando poi i personaggio sono di una banalità sconfortante e l'ambientazione, nonostante l'interessante idea di fondo, è trattata con tanta super ...continua

    Quando il lettore (lettore che non è nemmeno una cima, sottolineo...) riesce a scoprire il colpevole prima dell'investigatore, beh il giallo è fallito. Quando poi i personaggio sono di una banalità sconfortante e l'ambientazione, nonostante l'interessante idea di fondo, è trattata con tanta superficialità e qualunquismo... il libro merita di restare nel cestone delle offerte dell'Ipercoop ad esso destinato prima del mio sconsiderato salvataggio.

    ha scritto il 

  • 3

    mi aspettavo di più. questo devo dirlo...

    il procuratore Solara mi ha un po' deluso, però l'intreccio è buono e l'ambientazione (il Teatro alla Scala) è fascinosa.
    l'unico (beh, uno dei dubbi) che mi è rimasto è se veramente la Scala ha ancora questo potere, questo fascino, questo retrogusto di indissolubilità, che sicuramente la ha ...continua

    il procuratore Solara mi ha un po' deluso, però l'intreccio è buono e l'ambientazione (il Teatro alla Scala) è fascinosa.
    l'unico (beh, uno dei dubbi) che mi è rimasto è se veramente la Scala ha ancora questo potere, questo fascino, questo retrogusto di indissolubilità, che sicuramente la ha caratterizzata in passato, ma che attualmente non credo sia più realistica.
    soprattutto visto che la Scala è chiusa per lavori da un par de anni e lo rimarrà ancora per molto e gli Arcimboldi non sono all'altezza di prenderne il testimone, né culturale né sociale.
    un'altra cosa: sarò io che leggo troppi gialli (e quindi ormai ho l'occhio "clinico"), o è un po' strano che io abbia capito chi era il colpevole da pagina 40?

    "sono la prova vivente che il carisma lo si può interpretare, e che a furia di interpretarlo diventa come una seconda natura"

    @BC.com: http://auro.bookcrossing.com/journal/1674042

    ha scritto il