Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Rechercher Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Demande a la poussiere

By

Editeur: Editions 10/18

4.0
(9157)

Language:Français | Number of pages: 271 | Format: Mass Market Paperback | En langues différentes: (langues différentes) English , Italian , Spanish , German , Catalan , Portuguese , Turkish , Croatian , Hungarian , Polish , Swedish

Isbn-10: 2264033029 | Isbn-13: 9782264033024 | Publish date: 

Aussi disponible comme: Others

Category: Biography , Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature

Aimez-vous Demande a la poussiere ?
Devenez membre de aNobii, voyez si vos amis l'ont lu et découvrez des livres du mème genre!

Inscrivez-vous gratuitement
Description du livre
Sorting by
  • 4

    L'introduzione di Baricco aiuta molto nella comprensione del romanzo, ma come tutte le introduzioni "limita" nella lettura. "Chiedi alla polvere" è memorabile per l'ironia che pervade il modo di affro ...continuer

    L'introduzione di Baricco aiuta molto nella comprensione del romanzo, ma come tutte le introduzioni "limita" nella lettura. "Chiedi alla polvere" è memorabile per l'ironia che pervade il modo di affrontare le situazioni di per sè surreali eppure così normali.
    E' difficile non riconoscersi in questo ventenne cattolico che sogna di diventare scrittore e si innamora della ragazza sbagliata perchè ognuno di noi è stato come Arturo in qualche momento della nostra vita. La traduzione rende perfettamente il talento di John Fante.

    dit le 

  • 4

    CHIEDI ALLA POLVERE

    Arturo Bandini è arrivato a Los Angeles per diventare il più grande scrittore americano. Mentre la realizzazione del suo sogno professionale sembra avere buone possibilità, la gestione del suo primo a ...continuer

    Arturo Bandini è arrivato a Los Angeles per diventare il più grande scrittore americano. Mentre la realizzazione del suo sogno professionale sembra avere buone possibilità, la gestione del suo primo amore risulterà molto più complessa. Perché la meccanica dei sentimenti ha ingranaggi complicati. E se non hai esperienza è facile naufragare nel vecchio triangolo amoroso: lui che ama lei, che ama un altro, che non la ama.
    Fante usa l’ironia come antidoto al dolore del protagonista, che ritrova nell’irruenza della giovinezza una chiave per la speranza. Perché la polvere che oscura i sogni nulla può contro l’incosciente baldanza della gioventù: “Polvere in bocca, polvere nell’anima, via dalla gente polverosa e verso il verde oceano, via con una ragazza vestita di verde fino a Long Beach…”

    dit le 

  • 2

    alla ricerca del successo

    Una storia tipicamente americana, una storia già letta in altri libri.
    Ammetto che le aspettative nei confronti di Fante erano diverse, ma devo pur riconoscere che il romanzo è uno dei primi pubblicat ...continuer

    Una storia tipicamente americana, una storia già letta in altri libri.
    Ammetto che le aspettative nei confronti di Fante erano diverse, ma devo pur riconoscere che il romanzo è uno dei primi pubblicati dall'autore con tutto ciò che ne consegue. La vicenda, autobiografica, risulta a mio parere un po' troppo autoindulgente ma, per chi ha letto Bukowski, è facile trovare analogie sia tra i personaggi: Bandini/Chinasky, sia nell'ambientazione in cui gli stessi personaggi basano la loro esistenza...ecco, l'essere ispirazione per Bukowski rende comunque il libro di Fante meritevole di essere letto.

    dit le 

  • 5

    SORPRESA CRESCENTE

    Ho iniziato a leggere "chiedi alla polvere" convinto di trovarmi di fronte a una piacevole lettura con carenze di stile. Non so perchè mi fossi convinto di questo, forse il fatto che l'avevo inquadrat ...continuer

    Ho iniziato a leggere "chiedi alla polvere" convinto di trovarmi di fronte a una piacevole lettura con carenze di stile. Non so perchè mi fossi convinto di questo, forse il fatto che l'avevo inquadrato come precursore di BUKOWSKI del quale ammiro la vitalità e sincerità nei racconti ma non in particolar modo lo stile o la struttura letteraria, insomma credevo di trovarmi davanti un diario divertente e devo dire che all'inizio le aspettative non sono state tradite ma.... con mia piacevole sorpresa il testo cresce di livello ad ogni capitolo, è come se ti prendesse per mano e ti portasse più su con sè. Forse è stata solo una mia suggestione ma sono abituato a capolavori che partono in quarta per poi frenare bruscamente in alcune parti se non addirittura non reggere il confronto con l'inizio scoppiettante, stavolta invece ho provato una sensazione stranissima... sono stato avvolto dalla polvere, travolto da pagine di una poesia che non mi aspettavo di trovare, sorpreso al punto di non riuscirmene a staccare e di decidere infine per cinque meritatissime stelle. Non è semplicemente un must americano di qualche riscoperta alla moda, è un capolavoro.

    dit le 

  • 2

    Inferiore rispetto ad "Aspetta primavera, Bandini".
    In vari passaggi mi è parso di vedere briciole che Bukowski ha successivamente raccolto per qualche riga di Panino al Prosciutto. Non mi è piaciuto ...continuer

    Inferiore rispetto ad "Aspetta primavera, Bandini".
    In vari passaggi mi è parso di vedere briciole che Bukowski ha successivamente raccolto per qualche riga di Panino al Prosciutto. Non mi è piaciuto granché.

    dit le 

  • 1

    Le cose che salvo di questo libro sono il titolo e qualche passaggio interessante sul dialogo "interno l'interiore" del protagonista. Per il resto, mi è scivolato via come niente fosse.

    dit le 

  • 3

    Recensione all'audiolibro

    Lettura strepitosa di Rolando Ravello (consiglio alla Emons: fategli leggere altri libri, per favore), romanzo che però non mi ha entusiasmata.

    dit le 

Sorting by