Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Dentro le mie mani le tue

Tetralogia di Nightwater

Di

Editore: Feltrinelli

3.7
(10)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 721 | Formato: Altri

Isbn-10: 8807017148 | Isbn-13: 9788807017148 | Data di pubblicazione: 

Ti piace Dentro le mie mani le tue?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
"Cominciai a scrivere questo libro in una fredda mattina d'inverno dopo esserepassata per un parco vicino a casa mia pieno di alberi che levavano al cielole loro braccia di scheletri magri svestiti delle foglie che la primavera liavrebbe ricoperti appena fosse uscito il nuovo sole Accanto scorreva un canaleE guardando le alghe che lasciavano ondeggiare i verdi capelli ho rivisto comein lampo tutta la mia vita e le morti e le vite che l'avevano attraversataintorno ai morti e ai vivi come in un cosmo in continua formazione che implodeed esplode senza requie per morire e rinascere ancora ho visto subito unamiriade di fatti personaggi oggetti case e persone con cui ho imbastito lastoria di questo quartiere simile al mondo intero in cui tutto è dentro tuttoe, come nella vita reale succede, la pace il riposo e la guerra si alternanocome se la creazione non succedesse un giorno solo ma ogni giorno e ogni nottedella vita Ma soprattutto l'ho scritto pensando a mia madre perché credo cheogni libro sia un debito verso i vivi e i morti di cui in questo modo siconserva la memoria. Ho dato a mia madre che si chiamava Fortuna il nome diMaria Berganza e ancora adesso mentre scrivo rivedo le sue mani dentro le mie erivedo anche le mani eternamente amate delle mie figlie dentro le mie."(Marosia Castaldi, luglio 2006)
Ordina per
  • 5

    Solo il titolo meriterebbe un buon punteggio, se poi si va oltre e si entra nel mondo dell'autrice, non si può che rimanerne estasiati.

    La scrittura è quasi senza punteggiatura e questo dà ...continua

    Solo il titolo meriterebbe un buon punteggio, se poi si va oltre e si entra nel mondo dell'autrice, non si può che rimanerne estasiati.

    La scrittura è quasi senza punteggiatura e questo dà ulteriore intensità al racconto, che è a tratti angosciante, introspettivo, visionario, psicologico, crudele, profondamente umano, empatico...
    Non è una lettura facile, l'autrice è riuscita a prendermi ed a farmi quasi toccare i suoi stati d'animo, è stato come se quelle storie riguardassero in parte anche me.

    L'ho finito con la netta sensazione di aver letto un capolavoro e le emozioni che mi ha dato le rivivo ogni volta che ci penso.

    Sublime.

    ha scritto il 

  • 4

    Alienante.Sofferto.Doloroso.

    Un libro scritto senza schemi e senza tempo.
    Se cercate una lettura facile e piacevole vi consiglio di lasciar perdere ma se vi va di provare qualcosa di diverso dal solito allora credo che non vi ...continua

    Un libro scritto senza schemi e senza tempo.
    Se cercate una lettura facile e piacevole vi consiglio di lasciar perdere ma se vi va di provare qualcosa di diverso dal solito allora credo che non vi deludera'.

    ha scritto il 

  • 5

    E' un libro meraviglioso. e rischioso. perchè mano a mano che il ritmo del libro entra dentro di te, tu perdi quello di tutto il resto fuori. ma non lasciatevi spaventare da questo.. nè dalle prime ...continua

    E' un libro meraviglioso. e rischioso. perchè mano a mano che il ritmo del libro entra dentro di te, tu perdi quello di tutto il resto fuori. ma non lasciatevi spaventare da questo.. nè dalle prime righe nè dalle oltre 700 pagine. Nelle mie mani le tue è "un'opera maestosa, mastodontica, che celebra il delirio, il tormento psichico, la morte e la volontà di resurrezione. Claustrofobica, paranoica, crudele, è un'opera che chiede tutto quello che il lettore può dare, e se il lettore accetta entra in un universo strappato che continua a riprodursi, e a riprodurre dolore, ossessione, visioni".

    ha scritto il