Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Depilando Pilar

By Andrea Pinketts

(231)

| Softcover | 9788804608622

Like Depilando Pilar ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

Lazzaro Santandrea non è un detective, tantomeno un poliziotto. È una calamita per le calamità, l'uomo giusto nel posto sbagliato. E il posto sbagliato è Milano, improvvisamente sconvolta da un'assurda ondata di delitti che hanno solo una cosa in com Continue

Lazzaro Santandrea non è un detective, tantomeno un poliziotto. È una calamita per le calamità, l'uomo giusto nel posto sbagliato. E il posto sbagliato è Milano, improvvisamente sconvolta da un'assurda ondata di delitti che hanno solo una cosa in comune: gli assassini sono tutti taxisti. Lazzaro ha già i suoi problemi: è l'immacolato portatore di un'affezione che si contrae con l'unica pratica sessuale cui non si è mai dedicato. E oltretutto ha appena conosciuto suo figlio, peccato che sia quasi suo coetaneo. Nel momento in cui decide di aiutare una taxista ricercata per omicidio e innocente nella propria colpevolezza, Lazzaro precipita in un'infernale sarabanda tra nani esperti di arti marziali, giganti freak, sicari in doppiopetto e avvoltoi internazionali: uno zoo di vetro popolato da uccelli dalle piume di cristallo. Affiancato dagli immancabili amici Pogo il Dritto e De Sade, dai giornalisti Alice Marradi e Montoya, e dall'infallibile marsigliese Gilles Regard, Lazzaro si lancia in una crociata per salvare il mondo e, possibilmente, la pelle, vivendo l'avventura più rischiosa e surreale della sua già pericolosa carriera. Sì, d'accordo, ma Pilar? Eh, sì, a un certo punto arriva Pilar... Pinketts non ha mai frequentato la Virgen del Pilar, ma è uno scrittore dalla pellaccia durissima, con il pelo sullo stomaco.

36 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    Il buon vecchio Andrea G. e le sue giocate linguistiche colpiscono ancora. Alle volte però esagera e secondo me si vede, cerca l'effetto anche quando gli basterebbe appoggiare la palla in rete, appesantendo la narrazione. La storia mi è piaciuta, Laz ...(continue)

    Il buon vecchio Andrea G. e le sue giocate linguistiche colpiscono ancora. Alle volte però esagera e secondo me si vede, cerca l'effetto anche quando gli basterebbe appoggiare la palla in rete, appesantendo la narrazione. La storia mi è piaciuta, Lazzaro Santandrea è uno scanzonato Peter Pan che riesce simpatico anche col passare degli anni. ci aggiungo mezza stella e lo porto a 3 e mezzo.

    Is this helpful?

    Iltiro said on Aug 19, 2013 | Add your feedback

  • 20 people find this helpful

    TRI COTICA

    Una lettura grassa, ipercalorica e nutriente, da consumarsi, per di più, in porzioni assai generose.

    Is this helpful?

    Walter Carnevali said on Dec 13, 2012 | 2 feedbacks

  • 2 people find this helpful

    Il troppo stroppia e perde di mordente

    All'inizio fila che è un piacere, leggere diventa un gran divertimento e i giochi di parole, le invenzioni linguistiche e stilistiche si accolgono con gran piacere, sollievo quasi.
    Ma poi, poi diventa troppo e si arriva alla fine stremati, a fatica, ...(continue)

    All'inizio fila che è un piacere, leggere diventa un gran divertimento e i giochi di parole, le invenzioni linguistiche e stilistiche si accolgono con gran piacere, sollievo quasi.
    Ma poi, poi diventa troppo e si arriva alla fine stremati, a fatica, invocando una tregua, una frase che sia normale, senza un doppio/triplo senso, senza salti carpiati, senza eccessiva enfasi.
    Sfiniti ci si domanda sennò potesse finire a pagina 200 circa(ovvero un 200 pagine prima della fine effettiva...), tenendo solo il meglio (che c'è), ne avrei senz'altro tratto un'impressione migliore.

    Is this helpful?

    Angelica Dadomo said on Dec 2, 2012 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Farneticante

    L'ho trovato pessimo! Forse il peggior libro degli ultimi anni. L'ho terminato solo perchè non amo lasciare a metà le letture ma vi garantisco che finirlo è stato una liberazione.

    Is this helpful?

    France said on Oct 27, 2012 | Add your feedback

  • 3 people find this helpful

    Ho amato molto Andrea G. Pinketts e il suo alter ego Lazzaro Santandrea. Ma poi, come molte storie d'amore, è finita per noia e per esaurimento della passione che l'animava.
    Non so perchè continuo a comprare i suoi libri (forse perchè alla fine, i v ...(continue)

    Ho amato molto Andrea G. Pinketts e il suo alter ego Lazzaro Santandrea. Ma poi, come molte storie d'amore, è finita per noia e per esaurimento della passione che l'animava.
    Non so perchè continuo a comprare i suoi libri (forse perchè alla fine, i vecchi amori, se sono stati veri e sinceri, faticano a morire), ma soprattutto non so perchè lui continui a scriverli.
    I primi tre (e forse anche il quarto) erano dei veri capolavori, geniali e divertenti. I successivi invece sono stati una vera delusione: lo stesso romanzo ripetuto all'infinito!
    Peccato. Avrebbe dovuto fermarsi al progetto iniziale: quello della fantastica trilogia di Lazzaro Santandrea.
    ... o forse sono io che ho perso il senso della frase :-(

    Is this helpful?

    essebi64 said on Aug 22, 2012 | 4 feedbacks

Book Details

  • Rating:
    (231)
    • 5 stars
    • 4 stars
    • 3 stars
    • 2 stars
    • 1 star
  • Softcover 407 Pages
  • ISBN-10: 8804608625
  • ISBN-13: 9788804608622
  • Publisher: A. Mondadori (Strade blu)
  • Publish date: 2011-04-01
  • Also available as: Others
Improve_data of this book

Groups with this in collection