Create your own shelf sign up

Together we find better books

[−]
  • Suchen Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Der Meister und Margarita. 10 CDs.

By ,,,,

Verleger: Dhv der Hörverlag

4.4
(14646)

Language:Deutsch | Number of Seiten: | Format: Audio CD | In einer anderen Sprache: (Andere Sprachen) English , Russian , Italian , Spanish , French , Swedish , Hungarian , Slovenian , Portuguese , Farsi , Greek , Polish

Isbn-10: 3899402774 | Isbn-13: 9783899402773 | Publish date:  | Edition 1

Auch verfügbar als: Hardcover , Others , Paperback

Category: Fiction & Literature , Religion & Spirituality , Science Fiction & Fantasy

Do you like Der Meister und Margarita. 10 CDs. ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Anmeldung kostenlos
Buchbeschreibung
Sorting by
  • 0

    Leggendo il romanzo di Bulgakov vengono in mente i qudri di Chagall, a dimostrazione di una grande stagione della cultura russa. Un libro onirico, elegante, spiritoso. Un capolavoro eterno

    gesagt am 

  • 0

    Da leggere assolutamente

    Il maestro e Margherita è sicuramente uno dei romanzi più intricati e complessi che abbia letto. È indubbiamente un libro complicato da leggere, ricco di personaggi e pieno zeppo di nomi che possono confondere il lettore. Molti dei personaggi del romanzo ( per lo più burocrati egoisti e avari) ...weiter

    Il maestro e Margherita è sicuramente uno dei romanzi più intricati e complessi che abbia letto. È indubbiamente un libro complicato da leggere, ricco di personaggi e pieno zeppo di nomi che possono confondere il lettore. Molti dei personaggi del romanzo ( per lo più burocrati egoisti e avari) hanno la sfortuna di diventare strumenti di gioco e di divertimento delle forze oscure, molte delle vittime sono personaggi ambigui e meschini tanto che vederli puniti a volte da anche qualche soddisfazione.
    All’interno della storia spiccano le vicende del Maestro e Margherita, con il loro amore forte e durevole.
    Le vicende di Giuda e Ponzio Pilato rendono poi il libro ancor più completo ed interessante.
    Da leggere assolutamente.

    gesagt am 

  • 4

    Essere uno scrittore al tempo di Lenin

    Un romanzo intricato che non si svela al Lettore con semplicità, e per ciò lo coinvolge intensamente e a volte lo strania con dei cambiamenti repentini di spazio tempo e l'apparizione, con conseguente sparizione, di svariati personaggi ma, non temete lettori, il filo del racconto viene intrecciat ...weiter

    Un romanzo intricato che non si svela al Lettore con semplicità, e per ciò lo coinvolge intensamente e a volte lo strania con dei cambiamenti repentini di spazio tempo e l'apparizione, con conseguente sparizione, di svariati personaggi ma, non temete lettori, il filo del racconto viene intrecciato in modo magistrale, o diabolico sarebbe il termini più adatto.
    Personalmente non mi sono mai addentrata nella letteratura russa, specialmente in quella moderna, dunque mi sono interessata, man mano che le pagine avanzavano, al ritratto della società sovietica.
    Ho apprezzato moltissimo le diverse chiavi di lettura, in particolar modo dal punto di vista dell'artista-scrittore e sul sui rapporti con i letterati di Stato e con il fantomatico circolo letterario.

    gesagt am 

  • 5

    Il capolavoro di Bulgakov

    Non mi vengono in mente molti libri coinvolgenti come questo. Bulgakov è un narratore eccezionale, per non parlare del suo inesauribile bagaglio di spunti fantasiosi! Dio solo... o meglio, solo il Diavolo sa come abbia potuto concepire una trama simile.
    Non mi piace entrare nei dettagli e " ...weiter

    Non mi vengono in mente molti libri coinvolgenti come questo. Bulgakov è un narratore eccezionale, per non parlare del suo inesauribile bagaglio di spunti fantasiosi! Dio solo... o meglio, solo il Diavolo sa come abbia potuto concepire una trama simile.
    Non mi piace entrare nei dettagli e "spoilerare", ma ci tengo a sottolineare come nel libro sia presente una ironica e veemente critica verso la bolsa e indigesta società borghese (soprattutto nell'ambito artistico) che circondava Bulgakov. "Il maestro e Margherita" è quasi un grido di vendetta: l'arte e la fantasia che fanno impazzire i calcoli dei benpensanti e degli illustri letterati. Già per questo, lo possiamo considerare un romanzo ribelle, intelligente e raffinato, divertente e mai volgare.

    Penso che per molto tempo consiglierò questo libro a tutti!

    gesagt am 

  • 5

    Sicuramente è un capolavoro, anche se la parte finale non mi ha convinto...
    I capitoli su Ponzio Pilato sono magistrali! E mi hanno lasciato a bocca aperta già dal capitolo due... mi sto rendendo conto che gli autori russi hanno una predilezione a mischiare temi “sacri” e “storie di ordinar ...weiter

    Sicuramente è un capolavoro, anche se la parte finale non mi ha convinto...
    I capitoli su Ponzio Pilato sono magistrali! E mi hanno lasciato a bocca aperta già dal capitolo due... mi sto rendendo conto che gli autori russi hanno una predilezione a mischiare temi “sacri” e “storie di ordinaria follia”, e io lo apprezzo tanto questo cocktail!
    Bulgakov è un maestro nell'intrecciare “scene” e avvenimenti da non avere un attimo di tregua, col suo show dai “mille” personaggi sempre meravigliosi, Korov'ev e Behemot su tutti, veramente esileranti.

    Un libro che finisce direttamente nella lista dei miei preferiti e che sicuramente rileggerò.

    gesagt am 

  • 5

    Assurdamente Meraviglioso

    Sicuramente uno dei libri più strani che abbia letto. Molto bello l'atteggiamento di Margot nei confronti del maestro.
    Bella la critica alla cosiddetta intellighenzia letteraria russa.
    Divertente lo scompiglio che provocano gli assistenti di Woland.
    Pesante secondo me il senso d ...weiter

    Sicuramente uno dei libri più strani che abbia letto. Molto bello l'atteggiamento di Margot nei confronti del maestro.
    Bella la critica alla cosiddetta intellighenzia letteraria russa.
    Divertente lo scompiglio che provocano gli assistenti di Woland.
    Pesante secondo me il senso di colpa di Pilato sul quello che si doveva o poteva fare ma non si è fatto per viltà...

    gesagt am 

  • 5

    Seguimi, lettore! Sia recisa la lingua infame al mentitore che ha negato l'esistenza di un amore autentico, fedele ed eterno sulla terra!

    Da brava strega mi limito a sgraffignare una citazione di Eugenio Montale:
    "Un miracolo che ognuno deve salutare con commozione".
    ----
    Avrei anche trovato un file musicale adatto. Qui (Titolo: Я не колдунья, Non sono una strega)

    https://www.youtube.com/watch?v=cV3UyEES_ ...weiter

    Da brava strega mi limito a sgraffignare una citazione di Eugenio Montale:
    "Un miracolo che ognuno deve salutare con commozione".
    ----
    Avrei anche trovato un file musicale adatto. Qui (Titolo: Я не колдунья, Non sono una strega)

    https://www.youtube.com/watch?v=cV3UyEES_3s

    gesagt am 

  • 4

    Una favola noir...

    Quando ho letto per la prima volta questo libro ne ho avuto un'impressione di entusiasmo misto a stupore...
    Mai come in questa occasione uno scrittore ha saputo concepire un'opera così bizzarra e pur nel suo genere interessante.
    Un'opera che lascia una traccia indelebile nel cuore del ...weiter

    Quando ho letto per la prima volta questo libro ne ho avuto un'impressione di entusiasmo misto a stupore...
    Mai come in questa occasione uno scrittore ha saputo concepire un'opera così bizzarra e pur nel suo genere interessante.
    Un'opera che lascia una traccia indelebile nel cuore del lettore, che sa avvincere, incuriosire e in certe parti racappricciare...
    La vicenda è la seguente: due amici stanno discutendo in una piazza sull'esistenza di Dio, quando uno strano personaggio, intromettendosi nei loro discorsi, afferma che senza dubbio Dio esiste, e ne nasce un'animata discussione che si conclude con una fosca previsione da parte del misterioso personaggio a uno dei due amici: " Tu morirai prima del tramonto"...
    Quell'uomo verrà scambiato dai due amici per una spia e inseguito per tutta la città da uno di loro, che poi a causa di questo si troverà in grossi guai...
    Che dire? La vicenda non segue un filo logico, senonchè da una parte ci presenta la passione di Cristo, dall'altra le prodezze del diavolo che preso alloggio in un appartamento dell'uomo morto sotto le rotaie del treno, si diverte a complicare la vita degli uomini e a irretirli con denaro che poi il giorno seguente si trasforma in cartaccia..."La farina del diavolo va in crusca".
    Il filo conduttore di questa storia è forse la capacità dell'autore di galleggiare mirabilmente fra realtà e fantasia,
    con un atteggiamento favolistico e surreale, che affascina e conquista il lettore dall'inizio alla fine.
    Ne consiglio la lettura agli amanti del genere horror.
    Saluti.
    Ginseng666

    gesagt am 

Sorting by