Der Meister und Margarita. 10 CDs.

By ,,,,

Verleger: Dhv der Hörverlag

4.3
(15447)

Language: Deutsch | Number of Seiten: | Format: Audio CD | In einer anderen Sprache: (Andere Sprachen) English , Russian , Italian , Spanish , French , Swedish , Hungarian , Slovenian , Portuguese , Farsi , Greek , Polish

Isbn-10: 3899402774 | Isbn-13: 9783899402773 | Publish date:  | Edition 1

Auch verfügbar als: Hardcover , Others , Paperback

Category: Fiction & Literature , Religion & Spirituality , Science Fiction & Fantasy

Do you like Der Meister und Margarita. 10 CDs. ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Anmeldung kostenlos
Buchbeschreibung
Sorting by
  • 5

    Incantata. Dalla vivacità della storia, dei personaggi, dalla comicità di certe situazioni descritte, dalla poeticità di alcuni passaggi, dai colori, sapori e profumi di questa storia che non mi ha ma ...weiter

    Incantata. Dalla vivacità della storia, dei personaggi, dalla comicità di certe situazioni descritte, dalla poeticità di alcuni passaggi, dai colori, sapori e profumi di questa storia che non mi ha mai annoiato, dalla prima all'ultima pagina. Avrei voluto solo avere una memoria migliore per i nomi, perché spesso mi è stato difficile seguirli, ma per il resto sono davvero felice di aver avuto voglia di leggere questo classico!

    gesagt am 

  • 5

    tutto sarà giusto, su questo è costruito il mondo!

    Cosa farebbe il male se non esistesse il bene? È questo il filo conduttore di questo incredibile e fantastico romanzo. Un romanzo visionario, fantasioso, a volte folle. Incredibile! L'autore ha creato ...weiter

    Cosa farebbe il male se non esistesse il bene? È questo il filo conduttore di questo incredibile e fantastico romanzo. Un romanzo visionario, fantasioso, a volte folle. Incredibile! L'autore ha creato un romanzo con storie parallele che si intersecano continuamente, la vicenda di Ponzio Pilato con le storie di moscoviti moderni. Il male, satana, appare mentre due intellettuali moderni discutono fra loro su come presentare e certificare la non esistenza di Gesù. La genialità della trama ideata da Bulgakov si manifesta con la apparizione di satana ai due intellettuali; infatti lui esiste proprio perché esiste Dio. Da qui poi si dipana tutto il romanzo. Tutto il libro si incentra su questo. satana opera perché Dio glielo permette. Vediamo un satana padrone del mondo, ma padrone solo di coloro che non riconoscono Gesù. Un satana però che deve retrocedere davanti alla umanità degli uomini. Padrone soltanto di coloro che meschinamente cercano solo il loro dominio nel mondo rifiutando la verità. Ma anche satana nulla può davanti al desiderio di Dio di salvare l'uomo. Così quando Levi Matteo si fa latore a satana del volere di Dio, di permettere che il Maestro e Margherita godano del riposo eterno, lui cede senza colpo ferire. Anzi, accompagnandoli lui stesso al compiersi del desiderio di Dio. Perchè tutto sarà giusto, su questo è costruito il mondo". In molti in questo romanzo ci vedono una rielaborazione del mito faustiano di Goethe, io però non ne sono pienamente convinto. Ho trovato decisamente interessante la figura di Pilato, un uomo solo che desidera la felicità. E prova un desiderio e una nostalgia per Hanozri (il nazareno), da lui ingiustamente condannato; per questo uomo buono e giusto che lo ha segnato con la sua misericordia. p.s. leggendo il libro non riuscivo a non pensare a come sarebbe interessante una trasposizione cinematografica di questo film. Ho scoperto che è stata fatta, nel 1972. https://www.youtube.com/watch?v=z5_bp...

    gesagt am 

  • 5

    Là, dove solo i russi sanno arrivare

    A interrompere i saccenti discorsi e le placide vite di due intellettuali è Satana in persona: dagli occhi eterocromi, la bocca storta e l’imponente statura, Messere Satana non viene subito riconosciu ...weiter

    A interrompere i saccenti discorsi e le placide vite di due intellettuali è Satana in persona: dagli occhi eterocromi, la bocca storta e l’imponente statura, Messere Satana non viene subito riconosciuto per chi egli in realtà è. Viene invece scambiato per uno straniero, poiché in una Mosca in cui i mali vizi e l’ateismo sono all'ordine del giorno, il male è indistinguibile. La sua venuta crea così caos e disordini: con maligna ironia volano teste, bruciano edifici, si trasformano persone e anime. Accade tutto ciò che ci si possa aspettare dall’avvenuta dell'Anticristo, alla quale tuttavia seguirà la “seconda venuta del Messia”, rappresentata dal romanzo nel romanzo, il manoscritto del maestro. Questi si presenta al lettore in qualità di pazzo rinchiuso in una clinica psichiatrica. Dai suoi discorsi veniamo a conoscenza della sua passionale storia d'amore con Margherita e del suo sopra citato manoscritto, incentrato sulla figura di Ponzio Pilato, le cui pagine si alternano alle vicende infernali ambientate nel corrotto XX secolo.
    L’elemento chiave del romanzo non è la critica al male, ma il male stesso: Satana è terribilmente accattivante, il desiderio di incontrare un simile soggetto scaturisce inevitabilmente. Ed è per questo che Bulgakov, eccellente maestro, ne sottolinea la desolazione che si lascia alle spalle una volta andatosene.
    Quella raccontata altro non è che l'Apocalisse.

    gesagt am 

  • 4

    Buona la terza!

    Avevo provato a leggere questo libro già due volte, ma senza successo: la molteplicità di personaggi e le vicende a tratti confusionarie mi avevano scoraggiata.
    Poi, il miracolo! Non solo l'ho finito, ...weiter

    Avevo provato a leggere questo libro già due volte, ma senza successo: la molteplicità di personaggi e le vicende a tratti confusionarie mi avevano scoraggiata.
    Poi, il miracolo! Non solo l'ho finito, ma anche apprezzato molto. Credo che le prime due volte fossi troppo giovane: ogni libro ha il suo tempo e questo è anche un romanzo molto complesso e anticonvenzionale, quasi un esperimento letterario!
    Il diavolo appare a Mosca e inizia a far danni, sconvolgendo la vita di diversi personaggi illustri della città. A questo filo conduttore principale si aggiunge la tenera storia d'amore tra uno scrittore detto il Maestro (che ha scritto un romanzo sulla figura di Ponzio Pilato) e la giovane Margherita.
    Un romanzo complesso, che mostra la libertà dello scrittore contro un sistema opprimente...ho adorato le parti ambientate a Gerusalemme, in cui compare la controversa figura del Procuratore della Giudea. Consigliatissimo.

    gesagt am 

  • 4

    - Non hai fatto in tempo ad apparire sul tetto che hai già detto una sciocchezza, e ti dirò io in che cosa consiste: nel tuo tono. Hai pronunciato le tue parole come se tu non riconoscessi l'esistenza ...weiter

    - Non hai fatto in tempo ad apparire sul tetto che hai già detto una sciocchezza, e ti dirò io in che cosa consiste: nel tuo tono. Hai pronunciato le tue parole come se tu non riconoscessi l'esistenza delle ombre, e neppure del male. Non vorresti avere la bontà di riflettere sulla questione: che cosa farebbe il tuo bene, se non esistesse il male? E come apparirebbe la terra, se ne sparissero le ombre? Le ombre provengono dagli uomini e dalle cose. Ecco l'ombra della mia spada. Ma ci sono le ombre degli alberi e degli esseri viventi. Vuoi forse scorticare tutto il globo terrestre, portandogli via tutti gli alberi e tutto quanto c'è di vivo per il tuo capriccio di goderti la luce nuda? Sei sciocco.

    gesagt am 

  • 4

    Bulgacov e il regime di Stalin

    Un libro che acquista il suo fascino dalla sfortuna editoriale del suo autore e dalla censura del regime staliniano che costringe gli autori al conformismo o all'oblio. Il diavolo (Woland) e il suo pi ...weiter

    Un libro che acquista il suo fascino dalla sfortuna editoriale del suo autore e dalla censura del regime staliniano che costringe gli autori al conformismo o all'oblio. Il diavolo (Woland) e il suo pittoresco seguito si comportano in base ad una logica più morale dei moscoviti, cittadini che aderiscono al sistema.
    Se contestualizzato è un capolavoro di denuncia e di ironia, ma nel 2016 scorre lento e soffre della lontananza culturale dal mondo che viene criticato.
    Ritengo, comunque, sia una lettura piacevole e da affrontare per rendere omaggio all'autore. In questa edizione è presente anche la lettera di Bulgacov al governo dell'URSS che riesce a trasmettere profondamente le ansie e le frustrazioni dell'autore: consiglio di leggerla.

    gesagt am 

  • 5

    "tutto sarà giusto, su questo è costruito il mondo!

    Cosa farebbe il male se non esistesse il bene? È questo il filo conduttore di questo incredibile e fantastico romanzo. Un romanzo visionario, fantasioso, a volte folle. Incredibile!
    L'autore ha creato ...weiter

    Cosa farebbe il male se non esistesse il bene? È questo il filo conduttore di questo incredibile e fantastico romanzo. Un romanzo visionario, fantasioso, a volte folle. Incredibile!
    L'autore ha creato un romanzo con storie parallele che si intersecano continuamente, la vicenda di Ponzio Pilato con le storie di moscoviti moderni.
    Il male, satana, appare mentre due intellettuali moderni discutono fra loro su come presentare e certificare la non esistenza di Gesù. La genialità della trama ideata da Bulgakov si manifesta con la apparizione di satana ai due intellettuali; infatti lui esiste proprio perché esiste Dio. Da qui poi si dipana tutto il romanzo.
    Tutto il libro si incentra su questo. satana opera perché Dio glielo permette.
    Vediamo un satana padrone del mondo, ma padrone solo di coloro che non riconoscono Gesù. Un satana però che deve retrocedere davanti alla umanità degli uomini. Padrone soltanto di coloro che meschinamente cercano solo il loro dominio nel mondo rifiutando la verità.
    Ma anche satana nulla può davanti al desiderio di Dio di salvare l'uomo. Così quando Levi Matteo si fa latore a satana del volere di Dio, di permettere che il Maestro e Margherita godano del riposo eterno, lui cede senza colpo ferire. Anzi, accompagnandoli lui stesso al compiersi del desiderio di Dio.
    Perchè "tutto sarà giusto, su questo è costruito il mondo".
    In molti in questo romanzo ci vedono una rielaborazione del mito faustiano di Goethe, io però non ne sono pienamente convinto.
    Ho trovato decisamente interessante la figura di Pilato, un uomo solo che desidera la felicità. E prova un desiderio e una nostalgia per Hanozri (il nazareno), da lui ingiustamente condannato; per questo uomo buono e giusto che lo ha segnato con la sua misericordia.

    p.s. leggendo il libro non riuscivo a non pensare a come sarebbe interessante una trasposizione cinematografica di questo film. Ho scoperto che è stata fatta, nel 1972.
    https://www.youtube.com/watch?v=z5_bp...

    gesagt am 

  • 4

    Il maestro e Margherita

    Uno dei libri piu' belli che ho letto da un paio di anni,fino a oggi,citare il gattone Behemoth,Azazello,il maestro e Margherita,infine Woland,la sensazione che ho avuto al termine della lettura,che n ...weiter

    Uno dei libri piu' belli che ho letto da un paio di anni,fino a oggi,citare il gattone Behemoth,Azazello,il maestro e Margherita,infine Woland,la sensazione che ho avuto al termine della lettura,che neanche il diavolo,riesce ha modificare la natura dell'uomo.

    gesagt am 

Sorting by
Sorting by
Sorting by