Der Patient

By

Verleger: Droemer / Knaur

4.1
(1263)

Language: Deutsch | Number of Seiten: 670 | Format: Paperback | In einer anderen Sprache: (Andere Sprachen) Spanish , Italian , English , French , Portuguese , Catalan

Isbn-10: 3426629844 | Isbn-13: 9783426629840 | Publish date: 

Translator: Anke Kreutzer

Auch verfügbar als: Audio CD , Others

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Der Patient ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Anmeldung kostenlos
Buchbeschreibung
Einundzwanzig Namen von einer Liste mit bisher vernachlässigten Verwandten hat Dr. Frederick Starks durchtelefonieren müssen, dann endlich hat er Glück. Danach hat der New Yorker Psychiater den Mann seiner verstorbenen Schwester an der Strippe, in dessen Familie etwas Schreckliches geschehen ist. An ihrem 14. Geburtstag hat dessen Tochter eine kitschige Glückwunschkarte in ihrem Spind gefunden, die neben der Ankündigung „Das werde ich mit dir machen, sobald ich dich alleine erwische“ höchst obszöne Pornobilder enthält. Genauso hatte es jener Psycho-Killer, der sich Rumpelstilzchen nennt, in einem Brief an Starks angekündigt. Die Aktion an seinem 53. Geburtstag soll eine Warnung sein, dass er es ernst meint mit seiner eigentlichen Drohung. Denn der Brief, den der Psychiater neben der Liste seiner Verwandten erhält, steht nach einer Glückwunschfloskel der Satz „Willkommen am ersten Tag ihres Todes“.

In seinem Schreiben schlägt Rumpelstilzchen Stark einen Deal vor. 15 Tage habe der Psychiater Zeit, um die wahre Identität des Absenders herauszufinden. Danach müsse er Selbstmord begehen, um weiteres Unheil von seiner Verwandtschaft fern zu halten. Nach dem Besuch einer ebenso mysteriösen wie schönen Dame namens Vergil heftet sich Stark auf die Spur von Rumpelstilzchen. Als alles nichts nützt, fingiert er seinen Freitod, legt sich ein neues Leben zu und macht nun seinerseits Jagd auf den Killer, der offenbar über alle nur erdenklichen Möglichkeiten verfügt, ihm das Leben zur Hölle zu machen -- und kommt am Ende einem Vergehen auf die Spur, das weit in seiner eigenen Vergangenheit verborge liegt. Zuvor aber nimmt ein atemberaubendes Katz-und-Maus-Spiel seinen Lauf ....

„Wir haben Angst davor, getötet zu werden“, heißt es im packenden Thriller Der Patient des US-amerikanischen Krimiautors John Katzenbach. „Dabei ist es viel schlimmer, vernichtet zu werden.“ Das Schlimmste aber ist, innerhalb von wenigen Tagen seine Identität zu verlieren. Genau das passiert Starks. Und genau das beschreibt Katzenbach mit einer für Bücher dieses Genres erstaunlich geschmeidigen, dabei aber immer auch unbarmherzigen Sprache. Beste Unterhaltung bis zum packenden Finale.
--Stefan Kellerer
Sorting by
  • 4

    Avvincente

    Primo libro che leggo di questo autore. Mi è piaciuto molto. Bello lo stile, l'intrico, l'aspetto psicologico (è uno psico-thriller), la narrazione è di alto livello, con uno stile che a tratti rasent ...weiter

    Primo libro che leggo di questo autore. Mi è piaciuto molto. Bello lo stile, l'intrico, l'aspetto psicologico (è uno psico-thriller), la narrazione è di alto livello, con uno stile che a tratti rasenta il poetico (complimenti anche al traduttore). L'unica cosa che non ho gradito molto è il dilungarsi in aspetti e descrizioni (opinioni, descrizioni di luoghi ecc.) che occupavano pagine e pagine inutilmente, rendendo talvolta tedioso il cammino verso il finale. Venivano spesso ripetute cose già dette più volte, soprattutto su ciò che pensava il protagonista o su aspetti della psiche umana. Ad ogni modo, da 1 a 10 merita sicuramente un 8. Il finale è stato un po' frettoloso. Con 100 pagine in meno avrei dato 5 stelle.

    gesagt am 

  • 3

    embhe?!

    potrei copiare il bel commento dato dalla fantastica Matela perchè è esattamente quello che ho provato alla fine del libro ma cercherò di darne uno mio.
    Il libro scorre ed è scritto bene, ma non so q ...weiter

    potrei copiare il bel commento dato dalla fantastica Matela perchè è esattamente quello che ho provato alla fine del libro ma cercherò di darne uno mio.
    Il libro scorre ed è scritto bene, ma non so quanto me ne resterà dentro fra solo 3 giorni.
    Non che sia malvagio o scontato, anzi l'idea della trasformazione dell'uomo tranquillo in un cacciatore spietato verso chi gli ha rovinato la vita, è buona e interessante, ma l'autore non ti porta mai alla soglia del brivido dietro la schiena o al sussulto. Per carità buon libro rispetto ad altri pseudo thriller letti in passato , ma non decolla mai come trasmissione di ansiogenicità che è la caratteristica del thriller. Un po'  paradossale uno dei capitoli finali dove il killer/stalker del protagonista si lascia beccare da pollo dal nostro che si nasconde nel buio con un mantello da pioggia e un cappello con veletta antizanzare. Cosa che non può succedere se per tutto il libro lo hai descritto e decantato come freddo astuto e paziente calcolatore.
    Insomma un libro tipo paesaggio della Brianza, collinette basse e dolci, dove invece avrebbe dovuto essere una cartolina dalle dolomiti o dall'alta Val Brembana ( tanto per intenderci con Matela): bello per due giorni, non per una vacanza da ricordare,.

    gesagt am 

  • 3

    L'ho finito l'altra sera e ancora non ho capito se e quanto mi sia piaciuto questo libro. Scritto bene, devo proprio ammettere che la storia è molto buona. Eppure qualcosa è andato storto e non mi ...weiter

    L'ho finito l'altra sera e ancora non ho capito se e quanto mi sia piaciuto questo libro. Scritto bene, devo proprio ammettere che la storia è molto buona. Eppure qualcosa è andato storto e non mi ha messo in tensione come un buon thriller dovrebbe fare.

    Ma forse lo devo ancora elaborare.

    gesagt am 

  • 5

    Un bel thriller psicologico, di quelli che ti tengono incollata dalla prima all'ultima pagina. I personaggi sono tutti ben caratterizzati, sia nei loro aspetti funzionali che in quelli patologici. Men ...weiter

    Un bel thriller psicologico, di quelli che ti tengono incollata dalla prima all'ultima pagina. I personaggi sono tutti ben caratterizzati, sia nei loro aspetti funzionali che in quelli patologici. Mentre leggevo provavo i sentimenti che sentiva il dottor Starks: Rabbia, paura e un forte senso si impotenza. Consigliato.

    gesagt am 

  • 4

    Avevo voglia di leggere un thriller ed ho chiesto consiglio all'amica anobiiana Abafraxe (grazie!). La richiesta era di un romanzo non splatter, con serial killer dalle peggio tendenze della devianza ...weiter

    Avevo voglia di leggere un thriller ed ho chiesto consiglio all'amica anobiiana Abafraxe (grazie!). La richiesta era di un romanzo non splatter, con serial killer dalle peggio tendenze della devianza mentale: pardon ma non soffro di voyerismo sadico...
    Il consiglio è stato assolutamente azzeccato.
    "L'analista" è un thriller dove si dosano equamente tensione e riflessione sulla psiche umana.
    Un uomo che per mestiere ascolta. Il suo corpo non agisce ma la sua mente lavora perchè dalla parole ascoltate si arrivi ad una verità. Un'analista che improvvisamente si trova coinvolto in un gioco pericoloso e dovrà imparare che le parole possono diventare strumento per ingannare e nascondersi.
    Consiglio che rigiro!

    gesagt am 

  • *** Dieser Kommentar enthält Spoiler! ***

    5

    Sin duda, uno de los mejores libros que he leído en mi vida.

    ¡Qué buen libro!. ¡qué manera de narrar y mantenerte enganchado, en tensión y con indecisión. En la mitad del libro parece que sobra el inicio de la segunda parte el renacer de la persona y el cambio ...weiter

    ¡Qué buen libro!. ¡qué manera de narrar y mantenerte enganchado, en tensión y con indecisión. En la mitad del libro parece que sobra el inicio de la segunda parte el renacer de la persona y el cambio de vida, pero luego se enrevesa y busca venganza de una manera muy inteligente (a lo rambo dicen algunos¿?) no creo.
    Final bueno e inmejorable.
    Sin duda, uno de los mejores libros que he leído en mi vida.

    gesagt am 

  • 5

    Quando un libro coinvolge il lettore dalla prima all'ultima pagina e si conclude con un finale che non delude, direi che ha tutte le caratteristiche per meritare 5 stelle!

    gesagt am 

  • 5

    Gioco diabolico!

    Frederick Starks, psicoanalista newyorkese, nel giorno del suo cinquantatreesimo compleanno, riceve un biglietto in cui un anonimo gli lancia una sfida beffarda: nell’arco di due settimane, o scoprirà ...weiter

    Frederick Starks, psicoanalista newyorkese, nel giorno del suo cinquantatreesimo compleanno, riceve un biglietto in cui un anonimo gli lancia una sfida beffarda: nell’arco di due settimane, o scoprirà la sua identità, o sarà costretto a uccidersi, e se non lo farà, uno dei suoi parenti, vicini o lontani, sarà ucciso al posto suo. L’unico indizio che gli viene fornito, è che questo “anonimo” è una persona cui lui, in passato, ha rovinato la vita (forse un ex paziente? O un parente di un ex-paziente?) e che ora è appunto deciso a vendicarsi. E’ l’inizio di un incubo. Starks si butta a capofitto nella caccia al carnefice, per porre fine quanto prima al macabro gioco, e, mentre la sua reputazione, la sua vita professionale e quotidiana e la sua sicurezza, crollano una dopo l’altra come castelli di sabbia, macabri indizi, personaggi misteriosi, scomparse e omicidi si susseguono a ritmo incalzante. Il lettore sente su di sé la frustrazione e il senso di impotenza che il protagonista vive sulla sua pelle, in questa angosciante caccia al topo. Finchè, giunti allo scadere delle due settimane, si arriva al “dunque”, e si apre una seconda parte del romanzo, a mio avviso ancora più viva, perversa, incredibile, in cui i ruoli paiono scambiarsi, e il gioco lo condurrà proprio Starks, con una nuova identità, deciso a scoprire tutta la verità e ad ottenere la vendetta della vendetta.
    “L’analista” è un thrillerone psicologico che non può lasciare indifferenti gli amanti del genere. Avrei voluto più tempo per leggerlo senza frequenti interruzioni, per potere gustare appieno quel senso di angoscia che trasmette, dall’inizio alla fine. Perché è come un gioco perverso e diabolico, che ossessiona, disturba, allarma. E riempie la tua anima di nero profondo.
    A conti fatti, per quanto personalmente sia più amante di altri sottogeneri thriller, per costruzione dell’impianto narrativo, storia, taglio psicologico dei personaggi e amara riflessione che ne scaturisce sul senso e sul potere della vendetta, cinque stelle ci stanno tutte.

    gesagt am 

Sorting by