Der Vampir, der mich liebte.

By ,

Verleger: Dtv

4.1
(1628)

Language: Deutsch | Number of Seiten: 336 | Format: Others | In einer anderen Sprache: (Andere Sprachen) English , Italian , French , Chi traditional , Spanish

Isbn-10: 3423209828 | Isbn-13: 9783423209823 | Publish date: 

Category: Fiction & Literature , Romance , Science Fiction & Fantasy

Do you like Der Vampir, der mich liebte. ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Anmeldung kostenlos
Buchbeschreibung
Sorting by
  • 3

    I libri della Harris sono un guilty pleasure. Le idee sono anche belle, ma lo stile è quel che è, questo tuttavia è uno di quelli che mi è piaciuto di più, sarà che Eric e uno dei miei personaggi pref ...weiter

    I libri della Harris sono un guilty pleasure. Le idee sono anche belle, ma lo stile è quel che è, questo tuttavia è uno di quelli che mi è piaciuto di più, sarà che Eric e uno dei miei personaggi preferiti (e infatti non ho mai digerito o letto il finale di serie), sarà che le streghe erano interessanti, ma si fa più che leggere. Sookie è anche meno irritante del solito, il che non è poco.

    gesagt am 

  • 4

    Bellissimo!! Ho rivissuto l'episodio dell'avvicinamento tra Sookie ed Eric, ben spiegato e soprattutto vissuto in prima persona dalla protagonista. Il telefilm era stato bello ma non altrettanto, molt ...weiter

    Bellissimo!! Ho rivissuto l'episodio dell'avvicinamento tra Sookie ed Eric, ben spiegato e soprattutto vissuto in prima persona dalla protagonista. Il telefilm era stato bello ma non altrettanto, molte sfumature non sono state colte o semplicemente si sono perse durante lo svolgimento del telefilm, che spesso ha una piega più erotica che sentimentale.

    gesagt am 

  • 2

    2.5 stelle.

    Sarà che mi aspetto tutta un'altra scrittura, ma la Harris ha una penna davvero banale e piatta. Il suo merito è di aver dato il via a un'idea davvero interessante - la realtà in cui le creature paran ...weiter

    Sarà che mi aspetto tutta un'altra scrittura, ma la Harris ha una penna davvero banale e piatta. Il suo merito è di aver dato il via a un'idea davvero interessante - la realtà in cui le creature paranormali sono riconosciute e vengono riconosciute pian piano e si dedicano ad attività economiche e vengono venduti prodotti dedicati loro -, ma rende il tutto senza il giusto spessore. Sookie è una protagonista un pò irritante, e perciò la prima persona della narrazione non è la scelta migliore; il mistero che dovrebbe permeare in ogni libro è assolutamente molto annacquato e crea poca aspettativa, tanto che l'unico libro in cui aspettavo di sapere la verità è il primo libro. Leggerò i seguiti, forse, per sapere di più sulle altre creature, le fate.

    gesagt am 

  • 3

    Quando leggi questi libri, non devi aspettarti dei capolavori, ma questo è sempre stato quello che mi piaceva di più! La cosa bella del Ciclo di Sookie Stackhouse è che riesci anche a farti delle risa ...weiter

    Quando leggi questi libri, non devi aspettarti dei capolavori, ma questo è sempre stato quello che mi piaceva di più! La cosa bella del Ciclo di Sookie Stackhouse è che riesci anche a farti delle risate leggendolo: consigliato a tutti gli appassionati del genere!

    gesagt am 

  • 3

    Morto per il mondo è il quarto volume del ciclo di Sookie Stackehouse. Pur non essendo divertente come il romanzo precedente, è comunque leggero e piacevole, come ho già scritto, l'ideale dopo una gio ...weiter

    Morto per il mondo è il quarto volume del ciclo di Sookie Stackehouse. Pur non essendo divertente come il romanzo precedente, è comunque leggero e piacevole, come ho già scritto, l'ideale dopo una giornata faticosa o se si vuol staccare il cervello per un po'.
    La storia è probabilmente la migliore fino ad ora - sempre restando nell'ambito dei romanzi del ciclo, che a dire il vero sono su un livello qualitativo piuttosto basso -, ma con eventi che si susseguono molto velocemente e mai troppo approfonditi.
    Lo stile è davvero molto semplice - spesso anche troppo -, ma è adeguato al narratore, ovvero Sookie, per sua stessa ammissione "poco istruita ma non stupida".
    La storia delle streghe è carina, ma, come ho già detto, molto poco approfondita; mi è piaciuta l'incursione a Hotshot, così come la temporanea alleanza tra vampiri e mannari e la perdita di memoria di Eric (che, pur spersonalizzato, sembra un compagno migliore di Bill). Ho invece trovato ridicola la fata.
    Aspetto positivo di questi romanzi, è il fatto di non prendersi per niente sul serio. Sono brevi - si leggono in circa due serate - e strappano qualche sorriso divertito.
    Un vero guilty pleasure.

    http://iltesorodicarta.blogspot.it/

    gesagt am 

  • 4

    Non perfetto ma finalmente riusciamo a conoscere un po' meglio Erik, il vampiro biondo che abbiamo imparato ad amare e che magari anche Sookie sta imparando ad apprezzare. Mi è piaciuto anche il risvo ...weiter

    Non perfetto ma finalmente riusciamo a conoscere un po' meglio Erik, il vampiro biondo che abbiamo imparato ad amare e che magari anche Sookie sta imparando ad apprezzare. Mi è piaciuto anche il risvolto di trama riguardante Jason, un po' particolare ma secondo me è stata un'ottima idea della Harris.

    gesagt am 

  • 4

    這集新登場的是女巫~ 看到現在覺得這系列還蠻有趣的
    前幾集裡很搶戲的大帥哥配角Eric失憶後變得好可愛呀呀呀~~另外不得不提這系列很特別的是,在這集裡Bill正式被踢下男主角寶座了!這種狀況超難得的,寫到一半換男主角~~

    gesagt am 

  • 4

    Este libro es bastante mejor que el anterior (El club de los muertos). Bill sale de escena para dejarle hueco a Eric, pero no al Eric que conocemos, sino a uno desmemoriado y perdido. Aunque hay un pa ...weiter

    Este libro es bastante mejor que el anterior (El club de los muertos). Bill sale de escena para dejarle hueco a Eric, pero no al Eric que conocemos, sino a uno desmemoriado y perdido. Aunque hay un par de cosas que chirrían en esa amnesia, por ejemplo, afirma no haber sido nunca cristiano, pero ¿cómo lo sabe? De todas formas, el libro cumple su función: entretener, entretiene.

    gesagt am