Hooray! You have added the first book to your bookshelf. Check it out now!
Create your own shelf sign up
[−]
  • Search Digit-count Valid ISBN Invalid ISBN Valid Barcode Invalid Barcode

Der Zementgarten. SZ-Bibliothek Band 31

By Ian McEwan

(4)

| Others | 9783937793269

Like Der Zementgarten. SZ-Bibliothek Band 31 ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free

Book Description

311 Reviews

Login or Sign Up to write a review
  • 1 person finds this helpful

    e' raro che io dia un giudizio di "brutto" ad un libro, ma stavolta ci voleva. Morboso è forse l'aggettivo che ci sta meglio . Mi chiedo cosa volesse l'autore, ma per me è statoi tempo perso. E anche mi chiedo cosa ci trovino i lettori che godono nel ...(continue)

    e' raro che io dia un giudizio di "brutto" ad un libro, ma stavolta ci voleva. Morboso è forse l'aggettivo che ci sta meglio . Mi chiedo cosa volesse l'autore, ma per me è statoi tempo perso. E anche mi chiedo cosa ci trovino i lettori che godono nel leggere storie squallide del genere.

    Is this helpful?

    ratratrat said on Apr 23, 2014 | 4 feedbacks

  • 1 person finds this helpful

    È morboso in un modo così plausibile da infastidire più che raccapricciare: la degenerazione dei bambini lasciati a se stessi non è appassionante quanto quella di Lord of the Flies e la storia si mantiene sempre su un grottesco bilanciato, mai ...(continue)

    È morboso in un modo così plausibile da infastidire più che raccapricciare: la degenerazione dei bambini lasciati a se stessi non è appassionante quanto quella di Lord of the Flies e la storia si mantiene sempre su un grottesco bilanciato, mai esagerato, che per come è impostata è addirittura ragionevole.
    È un buon libro ed è scritto bene. Ma comunque... eeew.

    Is this helpful?

    Eustachio said on Apr 18, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    macabro, scuro, surreale, caratteristiche che adoro. uno dei primi libri di uno dei miei scrittori preferiti, stile ottimo che tuttavia non ha ancora raggiunto gli alti livelli dei libri più recenti.

    Is this helpful?

    Margherita Daisy said on Apr 15, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    Bella l'idea, meno tutto il resto.

    Ne avevo sentito parlare tanto di questo libro, ma non avevo mai letto nulla di McEwan, così l’altra volta tra le offerte della libreria trovo questo libricino di 150 pagine e decido di acquistarlo. Beh, onestamente, non mi ha convinto per niente. Fi ...(continue)

    Ne avevo sentito parlare tanto di questo libro, ma non avevo mai letto nulla di McEwan, così l’altra volta tra le offerte della libreria trovo questo libricino di 150 pagine e decido di acquistarlo. Beh, onestamente, non mi ha convinto per niente. Fin dalle prime pagine la storia (che trasuda tristezza da tutti i pori) sembra originale, e poi effettivamente andando avanti con la lettura quest’idea viene confermata, ma a mio avviso è sviluppata poco e male. Il romanzo parla della storia di 4 bambini che, a distanza di poco tempo, perdono per malattia sia il papà che la mamma, così per evitare di finirre in mano ai servizi sociali, decidono di nascondere il cadavere della mamma in un baule in cantina e di coprirlo con una colata di cemento. Subito dopo iniziano a vivere come una vera famiglia, con i due ragazzi più grandi (poco più che adolescenti) che fanno le veci della mamma e del papà, e i due fratellini più piccoli vengono invece trattati come dei figli da accudire. Finchè una terza persona, Derek, il neo fidanzato della “mamma” non arriverà a turbare la quiete familiare, e ad interrompere la sintonia “mamma”/sorella – “papà”/fratello che iniziava a farsi sempre più incestuosa. La storia, come già detto, è molto originale e intrigante, ma molti aspetti vengono toccati di sfuggita e non approfonditi (come ad esempio la chiusura in se stessa della sorella piccola e la voglia di diventare una bambina da parte del fratellino), e alla fine del libro lasciano un po’ l’amaro in bocca di quello che, magari con un po’ più di pagine poteva diventare un gran bel libro, ed invece resta un libro carino, ma nulla più. La scrittura è abbastanza lineare e fluida, i personaggi vengono descritti spesso in maniera cupa e triste, soprattutto quando il protagonista ci racconta dei suoi sogni. Diciamo che il soprannome che gli viene affibbiato di Ian “Macabre” (per via della scrittura cupa, appunto) non è campato in aria, e lo si deduce subito dopo poche pagine. In conclusione un libro che si legge, ma che onestamente almeno a me, non ha lasciato nulla.

    Is this helpful?

    Giovannino said on Apr 10, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    最近連續的颱風週末

    讓我不知不覺看了好幾本書

    然後,今天.我第一次看完一本只懂50%的小說

    The Cement Garden / Ian McEwan

    水泥花園 / 伊恩.麥克尤恩 2008/05 商周出版

    它其實是麥克尤恩早期的作品(只是出版商比較發行)

    講的是一個來不及用水泥重建花園的父親暴斃過世

    四個孩子與母親孤苦的在與世隔絕的城牆裡苟延殘存

    為了不想成為孤兒被拆散的四姐弟,秘密把之後病死母親埋在自家地窖

    開始他們所謂"自由自在的生活"(以孩童認知下近乎變 ...(continue)

    最近連續的颱風週末

    讓我不知不覺看了好幾本書

    然後,今天.我第一次看完一本只懂50%的小說

    The Cement Garden / Ian McEwan

    水泥花園 / 伊恩.麥克尤恩 2008/05 商周出版

    它其實是麥克尤恩早期的作品(只是出版商比較發行)

    講的是一個來不及用水泥重建花園的父親暴斃過世

    四個孩子與母親孤苦的在與世隔絕的城牆裡苟延殘存

    為了不想成為孤兒被拆散的四姐弟,秘密把之後病死母親埋在自家地窖

    開始他們所謂"自由自在的生活"(以孩童認知下近乎變態的生活模式)

    三女兒蘇藉著日記回憶母親並描述家中成員的怪異行為

    大姊茉莉把小弟湯姆裝扮成小女生滿足她想變女生的願望

    最後甚至爬上大弟傑克的身上發生亂倫行為

    茉莉與傑克對得起母親臨終前"一家之主"的託付嗎?

    或是他們天真的想成為父母來照顧蘇和湯姆?

    水泥花園築起的城牆裡發生的是必然的悲劇嗎?

    艱澀的主題與穢暗的氣氛

    讀這本小說感覺不舒服,有種近乎折磨的詭異壓迫感

    或許我該上網看看書評和他人的心得

    拋開這份毛骨悚然的迷惑...

    Is this helpful?

    小說迷Cherry的耕讀天地 said on Apr 1, 2014 | Add your feedback

  • 1 person finds this helpful

    08-2014

    Premessa: adoro come scrive McEwan. Credo troverei interessante anche le istruzioni di un elettrodomestico o il bugiardino dei medicinali se fossero scritti da lui. Tuttavia faccio fatica a consigliare il suo primo romanzo del 1978 - Il giardino di c ...(continue)

    Premessa: adoro come scrive McEwan. Credo troverei interessante anche le istruzioni di un elettrodomestico o il bugiardino dei medicinali se fossero scritti da lui. Tuttavia faccio fatica a consigliare il suo primo romanzo del 1978 - Il giardino di cemento - ritrovato in e-book. Atmosfera cupa tra palazzi di periferia e cemento che ricopre tutto, una famiglia disintegrata, rapporti incestuosi e un opprimente senso di non finitezza. Adatto a chi già conosce lo stile e le storie di Ian McEwan, ma non proprio consigliato a chi vi si approccia per la prima volta.

    Is this helpful?

    said on Mar 18, 2014 | Add your feedback

Book Details

Improve_data of this book