Der ewige Krieg

By

Verleger: Heyne

4.2
(603)

Language: Deutsch | Number of Seiten: 330 | Format: Paperback | In einer anderen Sprache: (Andere Sprachen) English , Spanish , Chi simplified , French , Italian , Polish , Dutch , Thai , Czech

Isbn-10: 3453164148 | Isbn-13: 9783453164147 | Publish date: 

Auch verfügbar als: Others

Category: Comics & Graphic Novels , Fiction & Literature , Science Fiction & Fantasy

Do you like Der ewige Krieg ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Anmeldung kostenlos
Buchbeschreibung
Sorting by
  • 0

    voglio uno stipendio intestellare

    per ora un ottimo racconto.

    più che la storia di un tizio che uccide marziani ( trama militarmente scontata) trovo veramente interessante le quotidianità a cui va incontro un viaggiatore dello spazio. ...weiter

    per ora un ottimo racconto.

    più che la storia di un tizio che uccide marziani ( trama militarmente scontata) trovo veramente interessante le quotidianità a cui va incontro un viaggiatore dello spazio.

    il salario deve essere commisurato al tempo terrestre, al viaggio, al pianeta paradiso o a cosa? e la sua tassazione?
    la tassazione al 97% mi sembrava coerente ma mentalmente assurda
    e quanto costa comprare una birra nello spazio?
    che senso ha fare una telefonata o mandare una lettera terra luna se costa anni di stipendio.

    come si contano gli anni di un viaggiatore dello spazio?

    quando arrivano i rinforzi per una battaglia

    1 la nuova nave non può essere che migliorata tecnologicamente
    2 ci sono nuove invenzioni
    3 i nuovi soldati non conoscono la lingua dei soldati già presenti sul campo di battaglia

    se si torna sulla terra tutto è cambiato:

    modi di vivere
    religione
    sessualità
    politica
    economia

    e il diverso, l'emarginato diventa il viaggiatore dello spazio.

    e questo disorientamento porta a sostenere che lo 0.01% di sopravvivenza ad uno scontro con gli alieni vale ben più che ritornare su un pianeta terrestre ormai alieno.

    molto molto interessante

    =============

    finale interessante

    buon libro - da leggere

    gesagt am 

  • 3

    Datato?

    Letto nel 2016 risente del tempo passato (scritto nel 1974), ma mantiene senz'altro un suo valore, paradossalmente proprio perchè i decenni sono passati ma il giudizio implicito sulle "guerre american ...weiter

    Letto nel 2016 risente del tempo passato (scritto nel 1974), ma mantiene senz'altro un suo valore, paradossalmente proprio perchè i decenni sono passati ma il giudizio implicito sulle "guerre americane", allora il Vietnam, ma poi Afghanista, Iraq, Libia etc. in sostanza non cambia. Riprendo da wikipedia:
    L'autore si è rifiutato per più di vent'anni di dare un seguito alla sua storia più celebre, malgrado le pressioni di editori e appassionati, fino agli anni novanta, quando ha scritto Pace eterna (Forever Peace, 1997), a sua volta vincitore dei premi Hugo e Nebula nel 1998, un romanzo legato al precedente per il tema ma con una diversa ambientazione, e quindi Missione eterna (Forever Free, 1999), la prosecuzione di Guerra eterna con gli stessi personaggi.
    Aggiungo che da Guerra Eterna è stato anche estratto un fumetto dell'autore belga Marvano di cui però non so niente.

    gesagt am 

  • 5

    MERAVIGLIOSO!

    All'inizio non pensavo mi sarebbe potuto piacere tanto: mi sembrava lento, un po' splatter (appena appena).

    Man mano che procedevo nella lettura, sentivo che non potevo farne a meno, dovevo continuare ...weiter

    All'inizio non pensavo mi sarebbe potuto piacere tanto: mi sembrava lento, un po' splatter (appena appena).

    Man mano che procedevo nella lettura, sentivo che non potevo farne a meno, dovevo continuare sempre di più, dovevo sapere che fine avrebbe fatto Mandella, che fra l'altro risulta simpaticissimo!

    Bene, il finale è assolutamente meraviglioso (denuncia della propaganda bellica, il militarismo ecc ecc), e mi sono venute le lacrime agli occhi.

    Ricomincerei a leggerlo adesso!!!

    gesagt am 

  • 4

    Non sì poteva vivere in eterno dentro uno scafandro da combattimento, sebbene riciclasse tutto con spietata efficienza.

    http://www.ryo.it/2015/06/16/guerra-eterna-joe-haldeman-citazioni/
    Quindi intendevano attaccare in due ondate. Almeno due. Cosa avrei fatto io, al po sto del comandante taurano? Non era una domanda tr ...weiter

    http://www.ryo.it/2015/06/16/guerra-eterna-joe-haldeman-citazioni/
    Quindi intendevano attaccare in due ondate. Almeno due. Cosa avrei fatto io, al po sto del comandante taurano? Non era una domanda troppo assurda: i taurani erano privi d’immaginazione e tendevano a copiare gli schemi umani. La prima ondata sarebbe stata un attacco suicida, da kamikaze, per ammorbidirci e valutare le nostre difese. Poi la seconda sarebbe stata più metodica, e avrebbe completato il lavoro. O viceversa: il primo gruppo avrebbe avuto a disposizione venti minuti per trincerarsi; poi il se condo l’avrebbe scavalcato e ci avrebbe colpiti duramente in un dato punto… avrebbe sfondato il perimetro e invasa la base. O forse avevano mandato due gruppi solo perché il due era un numero magico. Oppure erano in grado di lanciare solo otto trasporti truppe alla volta; e sarebbe stato un guaio, perché voleva dire che i trasporti erano grossi. In situazioni diverse i taurani avevano usato trasporti che contenevano da un minimo di quattro soldati a un massimo di centoventotto.

    gesagt am 

  • 5

    Grande romanzo di un ottimo scrittore.

    Sotto le mentite spoglie di romanzo di fantascienza (all'epoca dell'uscita peraltro insignito di tutti i premi più prestigiosi del genere), è a tutti gli effetti ...weiter

    Grande romanzo di un ottimo scrittore.

    Sotto le mentite spoglie di romanzo di fantascienza (all'epoca dell'uscita peraltro insignito di tutti i premi più prestigiosi del genere), è a tutti gli effetti un libro sulla guerra in Vietnam, in cui Haldeman racconta il senso di straniamento di chi ha combattuto in guerra e non riesce più ad integrarsi nella società civile.

    A differenza dell'altro grande capolavoro della fantascienza militare (quel "Fanteria dello spazio" che Verhoeven trasformò per il cinema in un indigesto fumettone hi-tech), il romanzo è profondamente antibellico, ed anche la descrizione dei complicati congegni futuristici di combattimento - che per Heinlein erano quasi motivo di compiacimento - viene utilizzata da Haldeman in modo quasi satirico per accentuare l'assurdità di una guerra di cui non si conoscono le ragioni e in cui nessun combattente ha la più pallida idea di chi sia il nemico che si trova di fronte.

    L'ho amato molto, si è capito, e lo consiglio anche ai non appassionati del genere (se riuscite a procurarvelo). Qualche pagina un po' scientifica vi annoierà di sicuro, ma complessivamente lo apprezzerete.

    gesagt am 

  • 5

    Un amigo (Luis) me había recomendado este libro hacía unos años y lo había ignorado, muy mal por mi parte porque es muy interesante. Normalmente la ciencia ficción no es uno de mis géneros favoritos, ...weiter

    Un amigo (Luis) me había recomendado este libro hacía unos años y lo había ignorado, muy mal por mi parte porque es muy interesante. Normalmente la ciencia ficción no es uno de mis géneros favoritos, pero este libro se centra más en los problemas personales y morales de los personajes al viajar a una velocidad cercana a la de la luz (la famosa paradoja de los gemelos) y me resultó muy interesante. Recomiendo su lectura (a ver si a mí la gente no me ignora durante años)

    gesagt am 

  • 4

    Como pasan los años

    Parecido a la actual novela "La vieja guardia", mejor escrita, más tramas. A pesar de ser bastante antigua, no ha envejecido nada.

    Hay 3 tramas y todas ellas interesantes. Una es la guerra con los bic ...weiter

    Parecido a la actual novela "La vieja guardia", mejor escrita, más tramas. A pesar de ser bastante antigua, no ha envejecido nada.

    Hay 3 tramas y todas ellas interesantes. Una es la guerra con los bichos (nada del otro munto los momentos de acción), 2º el amor infinito entre los 2 amantes y 3º como cambia la sociedad con los pasos de los siglos.

    gesagt am 

  • 5

    Fantascienza al top.

    Ci sono, sparse per la rete, centinaia di notevoli recensioni di questo libro per cui inutile dilungarsi; per quanto mi riguarda, hands down uno dei 5 libri di fantascienza più belli che abbia mai let ...weiter

    Ci sono, sparse per la rete, centinaia di notevoli recensioni di questo libro per cui inutile dilungarsi; per quanto mi riguarda, hands down uno dei 5 libri di fantascienza più belli che abbia mai letto. Imprescindibile.

    gesagt am 

  • 5

    Un classico fondamentale della fantascienza, un libro duro e senza compromessi, nato dall'esperienza personale dell'autore in Vietnam che traspare da ogni pagina e che diventa , pagina dopo pagina, un ...weiter

    Un classico fondamentale della fantascienza, un libro duro e senza compromessi, nato dall'esperienza personale dell'autore in Vietnam che traspare da ogni pagina e che diventa , pagina dopo pagina, una condanna senza appello per ogni guerra ed ogni militarismo.
    Questo romanzo è una sorta di ribaltamento e distruzione di un altro classico della fantascienza militare quel "Fanteria dello spazio" così militaresco e sicuro di sé da essere (per me) insopportabile.
    Credo che preferire uno dei due classici del genere sia una vera e propria scelta di campo e mi spiace davvero constatare che questo classico sia fuori catalogo in Italia, ma tant'è da noi la fantascienza non esiste ed immagino che se non fosse per il film neache il romanzo di Heinlein avrebbe un piccolo spazietto scaffali delle librerie italiane.

    gesagt am 

  • 4

    tra le tre e le quattro stelle

    Un libro di piacevole lettura, che affronta il tema della guerra intergalattica in modo originale e riuscito. Purtroppo la seconda parte e' invece piuttosto inconcludente e sfilacciata, l'insensatezza ...weiter

    Un libro di piacevole lettura, che affronta il tema della guerra intergalattica in modo originale e riuscito. Purtroppo la seconda parte e' invece piuttosto inconcludente e sfilacciata, l'insensatezza della guerra viene superata solo con l'annichilimento dell'individualita', ma ai protagonisti viene dato un happy end un po' posticcio, quindi il tema fondamentale (la guerra e' un male necessario per lo sviluppo dell'umanita'?) viene in parte aggirato, lasciando un po' deluso il lettore.

    Per questo motivo ero incerto tra tre e quattro stelle, ma considerato che rimane la migliore opera di fantascienza militare vado per le quattro.

    gesagt am