Deset malých černoušků

By

Publisher: Knižní klub

4.4
(15094)

Language: Čech | Number of Pages: 202 | Format: Hardcover | In other languages: (other languages) English , Chi traditional , Spanish , Italian , German , French , Catalan , Swedish , Greek , Dutch , Portuguese

Isbn-10: 8071761133 | Isbn-13: 9788071761136 | Publish date: 

Category: Crime , Fiction & Literature , Mystery & Thrillers

Do you like Deset malých černoušků ?
Join aNobii to see if your friends read it, and discover similar books!

Sign up for free
Book Description
Agatha Christie, „první dáma detektivky", nade vše milovala nejen spletité šarády, ale i nejrůznější dětské hříčky, básničky či lidové písničky. Kdo by neznal třeba Pět malých prasátek anebo právě Deset malých černoušků? V neúprosném rytmu známého popěvku tu černoušků ubývá stejně jako hostů v luxusním sídle na ostrově, bouří odříznutém od světa. Jakási ďábelská síla žene podle předem připraveného plánu jednoho po druhém do záhuby, až nezbude žádný. Kam však zmizel vrah?Napínavá detektivka, která se dočkala několika filmových zpracování a hrála se na desítkách světových jevišť, patří bezesporu k tomu nejznámějšímu, co velká anglická autorka napsala.
Sorting by
  • 5

    Era da tempo che puntavo questo libro, sapendo che la Christie è una delle più grandi gialliste al mondo, genere a cui mi sono appassionata negli ultimi tempi.. finalmente l'ho comprato e l'ho letto, ...continue

    Era da tempo che puntavo questo libro, sapendo che la Christie è una delle più grandi gialliste al mondo, genere a cui mi sono appassionata negli ultimi tempi.. finalmente l'ho comprato e l'ho letto, anzi divorato. È vero sono poche pagine, ma ricche di suspence, intrighi vari che fino all'ultima pagina ti portano a fare mille ipotesi su chi sia il vero assassino. Lo consiglio a tutti, non solo agli appassionati di gialli. È veramente uno di quei piccoli libricini che devono essere letti almeno una volta nella vita.

    said on 

  • 4

    Dieci piccoli indiani

    Quando inizio un nuovo libro, ho il piccolo vizio di andare all’ultima pagina e leggere la riga finale. Questa volta ciò mi è costato un po’, quindi, mi raccomando se anche voi avete questo piccolo ve ...continue

    Quando inizio un nuovo libro, ho il piccolo vizio di andare all’ultima pagina e leggere la riga finale. Questa volta ciò mi è costato un po’, quindi, mi raccomando se anche voi avete questo piccolo vezzo, con il libro Dieci piccoli indiani scritto da Agatha Christie edito Oscar Mondadori, resistete e non fatelo: pena un finale rovinato.

    Nigger Island è una piccola isola che cela un grande mistero. Al di là del mare, sulla terra ferma, tutti ne parlano ma nessuno sa chi ci abita. Dieci persone, che apparentemente non hanno nulla in comune, vengono invitate sull’isola attraverso delle misteriose lettere. Un vinile, una sera, canterà il perché della loro presenza in quella casa e da quel momento il gioco avrà inizio.

    Di solito i gialli non sono il mio forte. Leggere di omicidi ed uccisioni mi impressiona un po’ e per questo motivo tendo ad evitarli. Con Agatha Christie però è stata tutta un’altra storia. L’ansia, qui, è del tutto controllata. La narrazione è non solo avvincente, ma anche incredibilmente fluida e scorrevole. Le ore che ho passato a leggere questo romanzo son passate senza che io me ne accorgessi. Le parole e le frasi che l’autrice utilizza hanno il potere di incantare il lettore, di proiettarlo direttamente nella storia facendolo sentire vivo spettatore.
    Dieci piccoli indiani segue il canone dell’enigma della camera chiusa: i delitti si consumano in un’area circoscritta e di conseguenza l’assassino, per quanto insospettabile, deve far parte del gruppo. Il genio e la bellezza di questo romanzo, a mio parere, sta proprio nel rispettare questo canone. Agatha Christie fornisce tutti pezzi, li disperde sul tavolo e lascia che il lettore metta in atto la sua creatività per risolvere il puzzle.
    Effettivamente, a fine lettura, l’impressione è stata proprio quella di aver completato un quadro perfetto sotto l’occhio attento e vigile della scrittrice che, senza che ce ne accorgessimo, guida verso la risoluzione del caso.
    Ho apprezzato molto la caratterizzazione dei dieci personaggi, sono tutti ben descritti e ben definiti. Non c’è vittima o carnefice, sono tutti sia l’uno che l’altro a seconda della prospettiva che si adotta per analizzarli e, a mio giudizio, questo rende il romanzo molto coinvolgente.
    In conclusione mi sento di poter affermare che Dieci piccoli indiani è un gioiellino da libreria che, a quasi cento anni dalla sua prima pubblicazione, continua ad ammaliare i lettori di ogni epoca.

    said on 

  • 5

    Emma: Questo libro mi è piaciuto moltissimo, uno dei miei preferiti...
    Lo consiglio a tutti gli appassionati di libri gialli, è davvero bello.
    E' ambientato su un isola con 10 persone che giorno dopo ...continue

    Emma: Questo libro mi è piaciuto moltissimo, uno dei miei preferiti...
    Lo consiglio a tutti gli appassionati di libri gialli, è davvero bello.
    E' ambientato su un isola con 10 persone che giorno dopo giorno muoiono misteriosamente.
    Si scopre che l'assassino cerca di attenersi alle strofe di una filastrocca per bambini, per mettere più paura alle future vittime.
    Bè, non dico più niente, senò svelo il finale... Buona lettura!

    said on 

  • 3

    MODELLO

    Che dire? Ottimi personaggi, trama ad orologeria, idea geniale di fondo, scrittura secca ma elegante. Un classico che ha ispirato libri, film, cartoni animati.

    said on 

  • 3

    Primo giallo di Agatha Christie letto e mi aspettavo qualcosa in più. Forse troppe poche le pagine (194) per descrivere meglio la storia ed i 10 personaggi. Trama carina ma finale un po' troppo fantas ...continue

    Primo giallo di Agatha Christie letto e mi aspettavo qualcosa in più. Forse troppe poche le pagine (194) per descrivere meglio la storia ed i 10 personaggi. Trama carina ma finale un po' troppo fantastico.

    said on 

  • 5

    Che altro dire?

    Non sono una grande appassionata di libri gialli, ma questo bisogna averlo in libreria. Scritto impeccabilmente, scorrevole e mai banale. Da leggere almeno una volta nella vita!

    said on 

  • 5

    E' IL Giallo Classico per eccellenza!

    Non credo ci sia altro da dire. Un giallo deve essere così. Non per niente Agatha Christie è considerata la Regina del Giallo. Leggetelo e non ve ne pentirete! :D

    said on 

Sorting by
Sorting by