Di calcio non si parla

Voto medio di 9
| 10 contributi totali di cui 8 recensioni , 2 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
...
Ha scritto il 05/11/15
L'idea fondamentale del libro è che il calcio (e lo sport in generale) riesca a essere così popolare perché unisce da un lato il bisogno di ripetizione dell'identico e dall'altro la ricerca di trasgressione e imprevisto. Il resto è un godibilissimo i...Continua
Massimiliano
Ha scritto il 18/08/15
Il calcio e la Roma dal punto di vista di una bambina prima e di una donna dopo.

Si legge con piacere, è bello leggere il punto di vista di una tifosa di calcio.

Me, My Shelf and I
Ha scritto il 24/08/14

Il mio commento è: NO

Gabe57
Ha scritto il 23/08/14
Fenomenologia del tifoso
Confesso che, quando sono arrivato alla seconda pagina del libro, ho capito che il libro mi sarebbe sicuramente piaciuto. È stato quando ho scoperto che Francesca Serafini è di fede giallorossa. Allora è successo quel che canta il nostro Antonello: i...Continua
Giagalle
Ha scritto il 14/08/14
Boh

Ho finito il libro e mi sono chiesto: di cosa stiamo parlando? Non l'ho capito. Ci sono spunti molto carini, ma alla fine lo leggi, lo finisci e ti domandi cosa hai letto (sicuramente per limiti miei). Non mi ha convinto.


...
Ha scritto il Nov 04, 2015, 17:43
Rendere un'abitudine l'epifania dell'imprevisto.
Pag. 40
...
Ha scritto il Nov 04, 2015, 17:30
Col risultato di una specie di paradosso in cui, negli anni Zero, gli strumenti di analisi messi a punto da Propp vengono invece usati come regole ineludibili della creazione. Come se le acquisizioni empiriche della trattatistica medica fossero appli...Continua
Pag. 26

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi