Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Di cosa parliamo quando parliamo d'amore

Di

Editore: Garzanti

4.1
(1954)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: 147 | Formato: Copertina rigida | In altre lingue: (altre lingue) Inglese , Chi tradizionale , Giapponese , Spagnolo , Tedesco , Chi semplificata

Isbn-10: A000125754 | Data di pubblicazione:  | Edizione 1

Prefazione: Livia Manera ; Postfazione: Fernanda Pivano

Disponibile anche come: Paperback , Altri

Genere: Family, Sex & Relationships , Fiction & Literature

Ti piace Di cosa parliamo quando parliamo d'amore?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    La scrittura di Carver, che ho da poco scoperto, non necessita di grandi spiegazioni né giri di parole, basta infatti leggere i suoi racconti per venire letteralmente catapultati nel suo mondo e ...continua

    La scrittura di Carver, che ho da poco scoperto, non necessita di grandi spiegazioni né giri di parole, basta infatti leggere i suoi racconti per venire letteralmente catapultati nel suo mondo e nella sua personale visione delle cose e dentro i suoi racconti di ho trovato una bellezza straordinaria, oltre che un profondo senso di coraggio e di libertà, merito forse di una penna geniale e dannatamente perfetta.

    http://www.librofilia.it/di-cosa-parliamo-quando-parliamo-damore-raymond-carver-recensione/

    ha scritto il 

  • 0

    Abbandonato. A pag. 18. So già che questi due primi racconti mi gireranno attorno, come tanti e tutti gli altri, ma...questa disperazione così eclatante che ti striscia dentro come vorrebbe ...continua

    Abbandonato. A pag. 18. So già che questi due primi racconti mi gireranno attorno, come tanti e tutti gli altri, ma...questa disperazione così eclatante che ti striscia dentro come vorrebbe l'autore....cosa volete me ne faccia, io! angelo del focolare, immersa nel verde e l'azzurro di una zona lacuale, con sorrisi grandi stampati sul viso, beneauguranti e augurati? Sarei felice da far schifo, mica voglio rovinarmi la prospettiva! Non oggi. Non ancora.

    ha scritto il 

  • 4

    Caro Carver,

    sei bravo, bravissimo. Quelle tue scene scarne eppure dettagliate, quei momenti di vita insignificanti eppure stravolgenti. Però c'è un problema: Carver, mi deprimi. La tua piccola umanità ...continua

    sei bravo, bravissimo. Quelle tue scene scarne eppure dettagliate, quei momenti di vita insignificanti eppure stravolgenti. Però c'è un problema: Carver, mi deprimi. La tua piccola umanità sfinita, sfibrata, sfiorita, di sicuro alcolizzata, mi deprime all'ennesima potenza. Fai venire un po' anche a me voglia di bere. Perciò sei bravo, ma credo che dopo questa seconda raccolta di racconti non ti leggerò più. Addio.

    ha scritto il 

  • 4

    "Carver's fictioon is so spare in manner that it takes time before one realizes how completely a whole culture and a moral condition is represented by even the most seemingly slight sketch..." I ...continua

    "Carver's fictioon is so spare in manner that it takes time before one realizes how completely a whole culture and a moral condition is represented by even the most seemingly slight sketch..." I think that Keromde's review represent perfectly what Carver's novels are: perfect pictures of real life made using as less details as possible. At the end of each story, this realization comes and one can't help but feel amazed.

    ha scritto il 

  • 4

    Sharp as a knife

    Carver's stories cut you open, leave you with a sense of longing for completeness, for following the characters' fate. The story that gives the name to this collection, What we talk about when we ...continua

    Carver's stories cut you open, leave you with a sense of longing for completeness, for following the characters' fate. The story that gives the name to this collection, What we talk about when we talk about love, is simply breathtaking. Expect the unexpected with Carver.

    ha scritto il 

  • 4

    'Di cosa parliamo quando parliamo d'amore' è il manifesto di una generazione. I protagonisti delle storie di Carver rappresentano un perfetto esempio della nuova America post-sessantottina, ...continua

    'Di cosa parliamo quando parliamo d'amore' è il manifesto di una generazione. I protagonisti delle storie di Carver rappresentano un perfetto esempio della nuova America post-sessantottina, un'America fatta di poveri, delusi e disillusi, privi di speranza nel futuro e di rispetto per il passato, incapaci di preservare la stabilità economica e sentimentale che era stata parte del Sogno della generazione dei loro padri. L'adozione di uno stile asciutto, pur risultando talvolta un po' estremo nelle omissioni, restituisce al lettore lo spaesamento provato dai personaggi protagonisti dei racconti: come essi non riescono a trovare un fine esistenziale, il senso ultimo delle narrazioni di Carver è sempre lasciato in sospeso, perché in fondo nessuno sa davvero di cosa parliamo quando parliamo d'amore, di morte, di vita.

    ha scritto il 

Ordina per