Crea la tua biblioteca Iscriviti

Insieme troveremo i libri migliori

[−]
  • Cerca Conteggio caratteri ISBN valido ISBN non valido Codice a barre valido Codice a barre non valido loading search

Diario del Che in Bolivia

Di

Editore: Feltrinelli

3.8
(1101)

Lingua:Italiano | Numero di pagine: | Formato: Paperback | In altre lingue: (altre lingue) Spagnolo , Inglese

Isbn-10: A000014981 | Data di pubblicazione: 

Disponibile anche come: Altri , Tascabile economico

Genere: Biography , History , Political

Ti piace Diario del Che in Bolivia?
Iscriviti ad aNobii per vedere chi dei tuoi amici lo ha letto, e scopri libri simili!

Registrati gratis
Descrizione del libro
Ordina per
  • 5

    Ho sudato nella foresta insieme a lui, ho dormito anche io nell'amaca ho gioito delle conquiste e sofferto per le perdite e adesso mi sento un po'orfana perchė non c'è nessun altro in cui si puo'crede ...continua

    Ho sudato nella foresta insieme a lui, ho dormito anche io nell'amaca ho gioito delle conquiste e sofferto per le perdite e adesso mi sento un po'orfana perchė non c'è nessun altro in cui si puo'credere così come si poteva credere in lui

    ha scritto il 

  • 3

    Frasi dal libro

    “Ogni nostra azione è un grido di guerra contro l’imperialismo…In qualunque luogo ci sorprenda la morte, che sia la benvenuta, purchè il nostro grido di guerra giunga a un orecchio che lo raccolga, e ...continua

    “Ogni nostra azione è un grido di guerra contro l’imperialismo…In qualunque luogo ci sorprenda la morte, che sia la benvenuta, purchè il nostro grido di guerra giunga a un orecchio che lo raccolga, e purchè un’altra mano si tenda per impugnare le nostre armi…”

    http://frasiarzianti.wordpress.com/2014/05/21/diario-in-bolivia-che-guevara/

    ha scritto il 

  • 3

    Interessante, ma..

    Interessante, se si vuole conoscere bene il personaggio e non farne un uso simile alla massa che ne parla, e poi non sa nulla di storico su di lui. Ovviamente è un diario, quindi a volte risulta un pò ...continua

    Interessante, se si vuole conoscere bene il personaggio e non farne un uso simile alla massa che ne parla, e poi non sa nulla di storico su di lui. Ovviamente è un diario, quindi a volte risulta un pò ripetitivo e privo di un interesse che non sia prettamente storico-ricostruttivo.

    ha scritto il 

  • 4

    per chi non si ferma ai poster

    Da leggere pr capire davvero cosa vuol dire fare le rivoluzioni: tutti i sacrifici che questo comporta e quando bisogna essere uomini per fare delle grandi imprese

    ha scritto il 

  • 3

    Un resoconto abbastanza noioso di un gruppo di guerriglieri abbastanza sgangherato sperso in mezzo alla foresta boliviana. Devo dire che mi aspettavo qualcosa più di politica internazionale di quante ...continua

    Un resoconto abbastanza noioso di un gruppo di guerriglieri abbastanza sgangherato sperso in mezzo alla foresta boliviana. Devo dire che mi aspettavo qualcosa più di politica internazionale di quante pannocchie si mangeranno per cena. Sicuramente interessante il fatto che Guevara fosse stato praticamente isolato dal resto del mondo e non si rendesse poi più di tanto conto di quanto l'esercito fosse vicino a catturarlo.

    ha scritto il 

  • 3

    Questo diario, scritto dal Che tra il novembre del 1966 e l'ottobre del 1967 e giunto a Cuba per vie traverse, è la cronaca della guerriglia in Bolivia.
    Un documento importantissimo, che catapulta il ...continua

    Questo diario, scritto dal Che tra il novembre del 1966 e l'ottobre del 1967 e giunto a Cuba per vie traverse, è la cronaca della guerriglia in Bolivia.
    Un documento importantissimo, che catapulta il lettore nella vicenda, drammatica e dolorosa, degli uomini che combattevano per la rivoluzione in America Latina: su e giù per le montagne, aprendosi la strada nella giungla, divorati dai parassiti, affamati e spesso malati, infine decimati dagli scontri con l'esercito, costretti a nascondersi e senza speranza.
    Caratterizzato da una scrittura asciutta ed essenziale, in cui lo spazio per la riflessione personale è ridotto al minimo, questo testo riesce a dare un'idea del sacrificio compiuto dai rivoluzionari non per il proprio tornaconto personale, ma per la realizzazione di un ideale.

    ha scritto il 

Ordina per