Diario del ladro

Voto medio di 175
| 36 contributi totali di cui 27 recensioni , 9 citazioni , 0 immagini , 0 note , 0 video
«Diario del ladro» è un autoritratto particolare. Vi leggiamo i vagabondaggi di Jean Genet attraverso l'Europa negli anni trenta, i suoi amori passeggeri e tutte le attività di un marginale, di un piccolo delinquente, dalla prostituzione alla mendici ...Continua
intortetor
Ha scritto il 30/10/16
guardi l'anno di uscita e non ci credi. guardi le differenze tra la più pudica edizione pubblicata da gallimard nel '49 e le intenzioni originarie dell'autore e non fatichi ad immaginare i sudori freddi dell'editore, la paura di un processo per oscen...Continua
Marcel P.
Ha scritto il 21/12/15
Complicato racconto di pulsioni semplici, falsamente sincero e superficialmente profondo. Dove si vede come fosse facile per Genet essere mitizzato dai vati della poetica Apache. Il libro è dedicato a Jean Paul Sartre e al "Castoro", ovvero Simone de...Continua
Coda
Ha scritto il 30/10/15
Il galeotto che sognava di andare a ruba.
È un romanzo – perché è un romanzo, cucito assieme alla grandissima, e dico ‘cucito’ mica a caso – completamente bello. Ho letto altri due libri di Genet prima di questo, mi erano piaciuti ma ci mancava quello che qui abbonda e incendia: il controcan...Continua
  • 4 mi piace
  • 1 commento
Oriana Fellatio
Ha scritto il 02/01/15
Il declino dell'occidente
Ieri Genet, oggi le 50 sfumature e Twitter come riferimenti letterari dell'occidente. Non stupisce che la maggioranza dei recensori post 2010 affermino che il libro " è incomprensibile " : è un libro impietoso e vecchio, che impiega più di 2000 voca...Continua
  • 3 mi piace
Finisterrae
Ha scritto il 28/08/14

Ah, l'autoreferenzialità!


mimonni
Ha scritto il Jan 28, 2013, 16:42
Abbandonato dai miei familiari, già mi pareva naturale aggravare il fatto con l’amore per i ragazzi e tale amore col furto, e il furto col delitto, o col compiacimento del delitto. Così rifiutavo decisamente un mondo che m’aveva rifiutato.
...
Ha scritto il Sep 25, 2009, 11:34
Se mi guardo indietro non scorgo che un seguito d'azioni meschine. I miei libri le raccontano.
Pag. 115
...
Ha scritto il Sep 25, 2009, 11:31
Parlare del mio lavoro da scrittore sarebbe un pleonasmo. La noia delle mie giornate in carcere m'indusse a rifugiarmi nella mia vita di una volta, vagabonda, austera o miserabile. Più tardi, e libero, scrissi ancora, per guadagnar soldi. L'idea di u...Continua
Pag. 113
...
Ha scritto il Sep 25, 2009, 10:54
Altri reati sono più avvilenti: il furto, l'accattonaggio, il tradimento, l'abuso di fiducia, ecc., e son proprio quelli che io ho scelto di commettere, pur rimanendo di continuo ossessionato dall'idea di un omicidio capace di tagliarmi fuori, irrepa...Continua
Pag. 112
...
Ha scritto il Sep 23, 2009, 11:31
Abbandonato dai miei familiari già mi pareva naturale aggravare il fatto con l'amore per i ragazzi e tale amore con il furto, e il furto col delitto, o col compiacimento del delitto. Così rfiutavo decisamente un mondo che m'aveva rifiutato.
Pag. 93

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una immagine!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo una nota!

- TIPS -
Nessun elemento trovato
Aggiungi per primo un video!

Lorem Ipsum Color sit Amet
di Nome Autore
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur Suspendisse varius consequat feugiat.
Scheda libro
Aggiungi